Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

 Resta connesso

 

oppure

effettua la registrazione al sito
×

Rosante-gol e il Castelbaldo vola in finale. Parona ko e ora il Marcon

Dopo il 2-2 dell'andata il Castelbaldo Masi ribalta il risultato...

Nella foto: Niccolò Rosante, autore del gol vittoria.

Parona-Castelbaldo Masi 0-1

Parona: Venturini,  Filippo Zumerle, Gasparini, Pippa, Varalta, Orlandini, Portoghese, Mezzetto, Salgarollo, De Nard (7’st Daniele Begnoni), Nyameket.

A disposizione: 12 Crivellaro, 13 Trevisani, 15 Laithi, 16 Giacomo Zumerle, 17 Bettli, 18 Spada

Allenatore: Flavio Marai

Castelbaldo Masi: Malachin, Mattia Rosante, Crema, Tondello,  Raimondo,  Davide Bernardinello (1’ st Tavian, 42’ st De Tomi)), Nicolò Rosante, Pernechele , Iannone, Doralice, Balsamo (31’ st Enrico Gambin).

A disposizione: 12 Bazzani,15 De Tomi, 16 Daniele Bernardinello, 17 Carlassara, 18 Zanetti.

Allenatore: Davide Gambin

Arbitro: Manuel Tognon sez. aia di Vicenza

Reti: 43’ pt Nicolò Rosante

Note. Serata temperata, terreno sterrato, illuminazione sufficiente.  Spettatori 300 circa.

Ammoniti: Iannone, Crema, Portoghese, Begnoni, Varalta.

Espulsi: Begnoni e Spada

Recupero 1’+ 5’

Parona. Il 2-2 dell’andata obbliga il Castelbaldo Masi a dare tutto nel retour-match. E’ una semifinale da “dentro o fuori” e i ragazzi di mr. Gambin, memori del doppio vantaggio conseguito nella gara di andata, puntualmente rintuzzato dai veronesi, sono decisi a fare lo sgambetto al team di casa. E il “Castel” ci da dentro fin dai primi minuti e sfiora il gol con una girata di Iannone. Sono avvisaglie che il Parona non tarda ad assimilare. La reazione dei padroni di casa al 17’ smarca al tiro Portoghese, ma Malachin non si affanna a controllare la sfera. I ragazzi di mr. Gambin su una campo sterrato e particolarmente stretto non si chiudono e ribattono colpo su colpo. Si gioca molto sulla linea mediana e la partita per lunghi tratti ristagna nel reciproco controllo. Da una parte e dal’altra si cerca il tiro da fuori e da ogni angolo favorevole. Al 38’è Nicolò Rosante  a lanciare i primi segnali verso i pali di Venturini: la girata al volo dell’ala ospite è indirizzata nel “sette” e strepitosa è la risposta di Ventirni che si allunga sotto la traversa e annienta il pericolo. Ma il gol è nell’aria  e matura al 43’: Belardinello e Nicolò Rosante combinano il ”dai e vai”, l’estrema si fa largo e con una conclusione a incrociare supera Venturini inutilmente lanciato sul palo lungo.

Nel secondo tempo il Parona aumenta l’intensità del forcing, il Castelbaldo è costretto a stringere i denti  e lo fa con un pizzico di fortuna perché l’undici di mr. Marai al 30’ si vede sbarrare la strada del gol da un superbo recupero sulla linea bianca di Gambin che toglie a Nyameket la gioia di piazzare il tap-in. E’ un finale di gara con il cuore in mano per il CastelBaldo. Al 35’ i padroni di casa conquistano un piazzato con il possente Begnoni, ma la fiondata è arginata dal “muro” davanti a Malachin. I numerosi tifosi distribuiti lungo la recinzione sono il 12° uomo in campo e il Parona vuole ripagarli. Mister Gambin però non si fa prendere la mano e nella bolgia si giocale sue carte con gli avvicendamenti dalla panchina. Sono una turnazione cadenzata in maniera di rompere il ritmo del serrate veronese. Gli ultimi minuti (5’ quelli del recupero) portano gli ospiti al totale arretramento, ma alla fine la vittoria arride ai ragazzi di mr. Gambin. Il finale di gara è molto caldo e l’arbitro è costretto ad estrarre due “rossi”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 02/04/2014
Tempo esecuzione pagina: 0,69865 secondi