Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Treviso


Segno X tra Fossalunga e Istrana

I locali arrivano al pareggio nel finale con un rigore di Durigon

 

FOSSALUNGA – ISTRANA 2 – 2

Che Fossalunga e Istrana non sia una partita come le altre è cosa risaputa, una rivalità sulle cui cause ancora ci si interroga che di fatto ha reso la sfida tra i gialloblu e i nero-arancio un vero e proprio derby. E anche ieri sera battaglia c'è stata, una battaglia fatta di tensione mantenuta, però, per quasi tutti gli 80 minuti, all'interno dei limiti invisibili della sportività e della sana competizione. La temperatura prossima allo zero e un campo pressoché in ottime condizioni accolgono i giocatori ad inizio match. Pronti-via e il Fossalunga per 15 minuti si impadronisce del rettangolo di gioco, creando non pochi grattacapi alla compagine avversaria, entrata alquanto timorosa e incapace di creare qualsivolgia trama degna di nota. La pressione non porta, però, frutti a causa della poca precisione negli ultimi 20 metri. L'Istrana colta alla sprovvista piano piano ritrova un po' di ordine e comincia a concentrare gli attacchi sugli esterni dove, grazie alla rapidità delle proprie fasce, riesce a creare non pochi grattacapi alla difesa di casa. Proprio su una azione dalla destra scaturisce il fallo da rigore che porta sul dischetto Maggiolo, rigore tutto sommato ben calciato ma deviato in calcio d'angolo da un Marchesin reattivo. Il rigore sbagliato sembra l'episodio in grado di rovesciare l'inerzia del match, ma non è questo il caso. L'Istrana continua a premere sull'acceleratore e 5 minuti dopo trova il gol del vantaggio con perforazione dalla sinistra e tiro sul palo opposto pressoché imparabile. Neanche il gol riesce a dare una scossa nell'undici di casa che in più di una occasione rischia di subire la seconda marcatura se non fosse per un Marchesin in serata di grazia. Fatto sta tra enormi difficoltà il Fossalunga riesce a mantenersi a galla fino al termine dei primi 40 minuti. Al fischio d'inizio del secondo tempo, la compagine di casa cambia piglio, dimostrando la volontà di non voler replicare il poker subito qualche anno addietro: e proprio da questa moto d'orgoglio, complice un' Istrana rimasto negli spogliatoi, trova il gol di Girardi che sfrutta un pallone lavorato da La Rocca, si accentra dalla sinistra dribblando un difensore e batte sul primo palo l'estremo dell' Istrana. Dopo l'1 a 1 la partita, complice la stanchezza di ambo le squadre, comincia a farsi più spigolosa. L'Istrana, come nel primo tempo, dopo un inizio difficoltoso, comincia in ritardo a macinare gioco ma, nonostante le buone occasioni costruite, si dimostra alquanto impreciso nel momento di concludere. A 15' dalla fine del match l'espulsione per doppia ammonizione del centrale di controcampo dell'Istrana sembra essere l'evento in grado di capovolgere il match nuovamente, ma il Fossalunga non ne approfitta e viene, dopo 5 minuti, inaspettatamente colpito in contropiede da Maggiolo che, davanti a Marchesin non perdona. Sembra finita per il Fossalunga ma nell'ultimo dei 5 minuti di recupero succede quello che non ti aspetti: punizione dai 30 metri inspiegabilmente intercettata in area dal braccio di un difensore istranese ed inevitabile rigore per il Fossalunga. Dagli undici metri Durigon dimostra freddezza e spiazza l'estremo istranese per il definitivo 2 a 2. Concludendo, un pareggio che attesta una volta di più il carattere mai domo del Fossalunga che fino all'ultimo cerca di raggiungere l'obiettivo prefissato,a fronte di un'Istrana che anche questa volta dimostra qualcosa in più sul piano tecnico-tattico ma al contempo poca risolutezza nei momenti decisivi.

A cura di Fior Massimiliano



 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianluca Cortina il 01/12/2015
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03780 secondi