Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Il 2017 sigla il primo successo esterno dell'Ital-Lenti BL...

Masoch e Brotto trascinano i gialloblù alla vittoria che toglie i sei punti al Cordenons

Vai alla galleria

Nella foto: il pareggio di Masoch in mischia.

Cordenons-Ital Lenti Belluno 1-2

Cordenons: Rigo, Colli***, Pramparo, Sutto***, Giacomazzi, Boskovic (19’ st Schiattarella**), Pavan*, Mattielig, Maccan, Zottino* (16’ st Baggio), Colja** (23’ st Cravari)

In panchina: 12 Grubizza****, 13 Tacoli*, 14 Guizzo**, 16 Dussi***, 19 Perfetto*

Allenatore: Massimo Mian

Ital-Lenti Belluno 1905: Borghetto****, Miniati, Mosca, Masoch, Franchetto**, Sommacal, Quarzago**** (17’ st Petdji**), Bertagno, Farinazzo* (12’ st Marta Bettina***), Brotto, Duravia

In panchina: 12 Dalla Libera****, 14 Da Forno***, 15 Dosso**, 16 Calagnotto, 17 Anzolut****, 18 Corbanese, 19 Salvadego***

Allenatore: Roberto Vecchiato

Arbitro: Paolo Armando Mulassez. Aia di Sassari

Assistente n° 1: Enrico Repetto sez. di Bolzano

Assistente n° 2: Kevin Mazzucchi sez. di Bolzano

Reti: 32’ pt Maccan su rigore, 34’ pt Masoch, 36’ st Brotto

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 2 gradi, terreno secco ma in bune condizioni, spettatori 470 circa con sparuto seguito dolomitico.

Ammoniti: Pramparo, Maccan, Brotto, Giacomazzi, Colli

Recupero: pt 1’ st 4’

(**) under della partita: *’96, **’97, ***’98, ****’99

Cordenons. Il “rim…Brotto” è un richiamo forte e deciso al “Gian”. A 15’ dal termine mister Vecchiato richiama ad alta voce il suo attaccante reo di un battibecco con Pramparo ed entrambi si beccano il giallo da Mulasi: “Vieni sulla sinistra, vieni sulla sinistra…”. Brotto si accentra per qualche minuto, ma l’istinto in breve lo riporta sul settore destro. E’ da sotto i popolari dove piovono gli insulti in suo riferimento, che l’attaccante al 36’ attacca lo spazio in profondità punta il vertice dei sedici metri e dal limite con la difesa del Cordenons spiazzata e incapace di chiuderla diagonale,  l’ex Union Ripa indovina la giocata di altissima precisione, il diagonale che fa secco Rigo. E’ il 2-1 in favore del Belluno. Un risultato che pesa…Fino all’ultimo i gialloblù stringono i denti e al 93’ portano a casa il salutare successo, il primo stagionale in campo esterno. L’ ”Assi” fino a oggi inviolato, cede alla forza, al dinamismo e alla fame di vittoria che Mosca e compagni ha fatto valere nei 90’. Le premesse della vigilia non sono ottimistiche. A Belluno è quasi impossibile allenarsi a -8/10 gradi e la trasferta in FVG è temuta. Il Belluno di Roberto Vecchiato non ha ancora vinto, ma sul piatto della sfida cala il tris (doppietta di Marta Bettina e gol di Quarzano due baby gialloblù) della gara d’andata firmato al Polisportivo all’esordio. Nell’estendere il referto gara in casa pordenonese il tridente formato da Maccan e  Colja è completato nell’occasione da Zottino, ex Liventina, Entella e Triestina. Mister Mian tiene in serbo Baggio. Non fanno parte della gara Pederiva e Baruzzini,  squalificati. Nel Belluno rivisitato e delineato per una disposizione di rimessa, mr.  Vecchiato dispone una linea offensiva con il veloce Farinazzo (ex Chieri) a sostegno di Marco Brotto con la solita presenza sulla corsia di sinistra dei due”navigati” Mosca e Duravia. In difesa la linea a “quattro” è completata dall’arretramento di Miniati a laterale basso di destra. Parte aggressivo l’undici gialloblù che pigia sull’acceleratore con i frequenti inserimenti di Mosca. All’8’ Rigo vede sfilare sul palo una capocciata bellunese. La formazione di Vecchiato su un terreno in cui affiora la sabbia gioca un calcio pratico, privo di fronzoli. Sono i bellunesi a fare la partita e il Cordenons arranca, mai arriva in tempo nell’anticipo e quando riparte gli errori si assommano. Al 28’ da registrare la gran legnata dalla destra di Miniati: il diagonale è smorzato a Rigo. Il Cordenons che non ha mai varcato l’area ospite, al 32’ beneficia di un discusso penalty: lo procura  rincorrendo la palla in uscita verso la bandierina Pavan che in un allungo spalla a spalla va per le terre. Mulas frettolosamente indica il dischetto e Maccan insacca alla sinistra di Borghetto. Il Belluno si sente beffato e la reazione è forte. Passano 2’ e il pareggio è cosa fatta: dall’angolo Duravia disegna la traiettoria, Mosca stacca con Boskovic e la carambola è un super-assist per Masoch che libero sul primo palo si piega in tuffo e insacca.

Nel secondo tempo è l’agonismo a prendere piede e la partita con le squadre molto lunghe perde interesse. Il Belluno sempre concentrato e grintoso non cede alcun metro all’avanzata di casa e nelle retrovie il pallone, a volte, non ha una precisa destinazione. Fino a quando le gambe  il fiato reggono i ragazzi di Vecchiato tengono bene il campo e solo nel finale quando  un ottimo Mulas  (un peccato veniale l’indicazione affrettata del penalty…) decide di estrarre il cartellino la gara placa gli animi. Sono momenti che il Belluno “legge” dall’alto della propria esperienza e al 36’ è fatale al Cordenons lo sbilanciamento che Brotto conun veloce contropiede sulla destra il settore “vietato” da mister Vecchaito che insacca il pallone che riporta il sorriso. I ragazzi di mr. Mian incassano il colpo basso e nel cercare il pareggio in extremis anche le “palle sporche” o giocate sul filo del fuorigioco vengono rivendicare dai granata, palloni da “via libera”. Questo non trova l’avvallo di Repetto 1° assistente e puntualissimo nello sventolare la bandierina e nemmeno Mulas accetta le proteste. Di una reazione verbale ne fa le spese Denis Maccan in diffida e out per la trasferta di Trieste.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 07/01/2017
 

Altri articoli dalla provincia...






La Terza Belluno categoria getta le basi sul programma 2017-18...

Nella foto: il presidente Orazio Zanin nella premiazione di una caldissima finale del trofeo "Dolomiti". A cinque giorni dalla chiusura dell’iscrizione all’edizione 2017-18 della “Coppa Dolomiti” (lunedì 14 alle ore 19 scadono i termini), campioni uscenti il Comelico, il Co...leggi
09/08/2017




Spareggi Eccellenza. S. Giorgio Sedico-"Clo" esame D... merito

Nella foto: Ruben D' Incà (Clodiense/Chioggia), il 12° bellunese sul manto verde di Sedico. Una è D…troppo! S. Giorgio/Sedico-Clodiense/Chioggia (andata 2-2), vale la serie D. Tutto è pronto a Sedico e l’ultima vetrina in calendario nel panorama del calcio in Veneto...leggi
09/06/2017

La DIRETTA LIVE di Clodiense/Chioggia-S. GiorgioSedico

Clodiense/Chioggia-S. Giorgio/Sedico 2-2 Clodiense Chioggia: Tebaldi*, Brentan**, Boscolo Gioachina, Conti (21' st Pradolin), Abcha, Moretto, Abrefah, Malagò, Rivi, D’ Incà (44' st Nnamani), Cacurio (24' st Zambon) In panchina: 12 Salvag...leggi
04/06/2017


Allenatori & ...tecnici. Cursio a Fregona, Torres a S. Lucia di Piave.

Nella foto Andrea Cursio. Il tecnico lascia il Cordignano da vincitore e cede alle lusinghe del Fregona... La galleria: Cali, mister Torres e Ado Segat. E' il pezzo forte del mercato di mezzodì. Il possente centravanti del Levico Terme (ex Lecco) Vincenzo Calì, è il nuovo centravanti dell\...leggi
30/05/2017




Terza BL. E' volata serrata nella conquista delle posizioni playoff...

Nella foto: il Longarone leader e arbitro del playoff dolomitico. Con Cortina e Comelico con la testa alle vacanze e il pass della Seconda categoria in tasca, è il playoff a infiammare l’ultima fatica del torneo di Terza dolomitico. Sarà una domenica del congedo assai vibrante. Campi “caldi&rdqu...leggi
18/05/2017




18.a Coppa Dolomiti. A Auronzo l'atto finale Cortina-Comelico

Nella foto: mister Denis De Bettin. Il suo Comelico non teme la forza del Cortina... Felici e festanti… Come non dovrebbe esserlo alla vigilia della finale della 18^ edizione della Coppa Dolomiti riservata alle formazioni della Terza categoria bellunese. In campo giovedì sera (calcio d’avvio alle ore ...leggi
10/05/2017


Promozione D. Spareggio salvezza Fregona-Plavis a Longarone..

Sarà lo stadio di Longarone (nella foto di V/G), la sede alternativa dello spareggio al "niet" dell'ultima ora di Ponte... La semina del fine settimana ha costretto il CR. Veneto a cambiare la sede nel bellunese... Plavis e Fregona, ora arriva il bello...leggi
30/04/2017



T.R. di 1.a categoria. Per la supremazia, Cavarzano o Juve...

Una ambita coppa, ma a chi tocca? La finale del Trofeo Regione Veneto di 1^ categoria prende casa nella Perla del Veneto, a Conegliano. Giovedi sera (calcio d’inizio alle ore 20.30), i lux del “Narciso Soldan” (manto erboso impeccabile) illumineranno la sfida tra i bellunesi del Cavarzano...leggi
17/04/2017

Coppa Dolomiti. Longarone e Comelico, vanno in bianco...

Longarone-Comelico 0-0 Longarone: Anzolut, Rossi, Teza, Maravai, De Bon, De Bona, Nora, Dassiè, Bosak, Simone De Bona (34’ st Riccobon), Reolon (21’ st Palushi) In panchina: 12 De Cesaro, 13 Dal Farra 14 Samuele De Bona, 15 Feltrin, 16 Mazuc...leggi
15/04/2017


Coppa Dolomiti 2016-17. Un trofeo a quattro, punte...

Nella foto: il trionfo della Sospirolese 2015-16 al Polisportivo di Belluno. La galleria: il presidente Zannin alla consegna del Trofeo Dolomiti alla Sospirolese schierata. E’ una vigilia di Pasqua all’ingegna dell’agonismo puro…E’ la Coppa Dolo...leggi
14/04/2017





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,03639 secondi