Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

19. "Gallini World Cup" Under 13. Partizan Belgrado trionfa 5-1...

Vai alla galleria

Nella foto: il 5° gol su punizione di Stjepanhovic (Partizan Belgrado U.13).

SSD Ausonia-Partizan Belgrado 1-2

SSD Ausonia: 1 Zaghini (1’ st Grillo), 2 Cilardi, 13 Marotta, 5 Legarda, 8 Castelli, 6 Vallesi, 10 Giannotti, 9 Astolfi, 11 Gadda, 17 Cetti

Nel st sono entrati: 3 Baronchelli, 14 Grispello, 15 Granata , 16 Conti, 4 Placanica, 7 Samaden, 18 Rizzo

Allenatore: Alberto Campelli

Partizan Belgrado: Grozicha, Kostic, Pekovic, Stojahovic, Stjepanovic,Kovacevic, Bazdar, Petkovic,  Vlahovic, Vasic, Lazarevic

In panchina: 1 Mihajlovic

Nel st sono entrati: 6 Zivrovic, 4 Acimovic, 15 Ugrinovic, 16 Polumpnta, 18 Cvetkovic, 17 Marinkovic

Coach: Zxohko Popovic

Arbitro: Alessandro Biscontin sez. di Pordenone

Reti: 10’ pt Giannotti, 17’ e 19’ pt Bazdar, 13’ e 14’st Vlahovic, 19’ st Stjepanhovic

Pordenone. Goleada del Partizan Belgrado nella finale del "Gallini World Cup" under 13.  La finale comandata in lungo e largo dai bianconeri  ha visto i “lumbard” dell’Ausonia resistere per una decina di minuti il tempo di cementare il vantaggio. Poi il match ha avuto un solo protagonista, i “campioni 2017” del Partizan in rete cinque volte e protagonisti in area di rigore con almeno altre 4 palle-gol rintuzzate da Zaghini e Grillo nella ripresa.  Al 10’ l’SSD Ausonia Milano passa in vantaggio su azione d’angolo: è capitan Castelli ad arcuare il taglio nell’area di porta dove svetta il tempismo di Giannotti che brucia sul tempo la difesa serba. La reazione dei bianconeri del Partizan è veemente e nel giro di 120” l’undici di mr. Popovic ribalta il punteggio con l’estrema destra Bazdar. Il Partizan domina il campo e nella ripresa è il capitano Vlahovic a imperversare nei sedici metri: al 13’ a conclusione di una sgroppata sulla corsia di sinistra, il capitano bianconero entra in area e con la punta del piede infila sotto il corpo il portiere Grillo. Passano 60” e la volè di Vlahovic dal dischetto del rigore porta a quattro le reti serbe. Al 19’ la 5^ rete su calcio piazzato di Stjepanhovic.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 17/04/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,64040 secondi