Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Special-One. Mason del Rosà e il n.1 del Veneto ancora immacolato...

La piramide si sgretola… Sette estremi difensori nella 5^ di campionato hanno piegato la schiena. Molte le new-entry settimanali, portieri che nelle ultime giornate hanno retto l’urto agli assalti degli attaccanti rivali. Sul podio svetta il solidissimo Mason n° 1 del Rosà invalicabile (450’) dall’inizio di stagione. Il secondo gradino se lo merita Cogo del Berton Bolzano Vicentino con una resistenza di 430’. La forbice si allarga sotto i 400’. Nell’attaccare i piani superiori, il primo a scandire il passo è Cucinato “giaguarodel Tezze Brenta, imbattuto da 394’. Con una performance che sfiora i 400’ sale in cattedra Dalle Carbonare del Lakota Perlena. Di rilievo il bonus di 378’ infilato da Rossi del Mussolente. Scandisce il tempo (sono 302’) anche il crescendo di Agostini dello Janus Nova.  Un altro vicentino che chiede strada è Erba del Le Torri Bertesina baluardo con quasi 300’. Nelle posizioni di rincalzo citiamo Sinigaglia della Cevarese con quasi 300’;  Loso dell’ Aurora Cavalponica con 275’, seguito da Zenti dell’ Alpo Club con 270’.

Pollice verso

Amara la domenica di Motti: l’estremo dell’Adriese è capitolato dopo 469’. Analoga sorte ha penalizzato Bordignon del Castion di Loria piegatosi nel sacco dopo 415’. Non l’ha scampata nemmeno  Peretti del Tregnago impallinato dopo 453’. Pure D’Alessandro del Campocroce Mirano saluta la compagnia con oltre 400’. Si è fermata a 383’ l’ascesa di Fantin del Mestrino . Ha ammainato bandiera anche  Cavarzan dell’Istrana. Il n° 1 degli “avieri” ha subito il gol dopo 342’’. La coppia di baby dell’Union Feltre, Borrelli-Zannin ha raccolto il pallone nel sacco dopo 287’.

No-gol…

La negatività sottoporta contagia più formazioni. E’ il Città di Mira a tirare la volata con un no-gol di 306’. Sulla stessa linea il Valgatara e il Sant’ Ignazio da 304’. L’ Isola Castelnuovo non scuote la rete da quasi 300’; l’Istrana non lo fa da 295’; Il Vittorio Veneto latita da 220’.

Gol & gol

FinalmenteSi sono sbloccati il Crespino dopo 379’, l’ S.P.F. dopo 400’ e Thermal Teolo ha coronato la domenica con il gol dopo 384’.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 10/10/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,68044 secondi