Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Treviso


Giovanissimi Elite B. La Liventina regola il Montebelluna, 2-0...

Evidente la superiorità territoriale dei ragazzi di mister De Nardi...

Vai alla galleria

Nella foto: la Liventina Giovanissimi Elite capolista del girone B.

Liventina-Montebelluna 2-0

Liventina: Da Re (35’ st Del Ben), Cia, De Villa (22’ st Camolese), Pasian, Fin, Zecchin, Fabris (17’ st Serafin), Tesolat, Hyka, Bortolin (32’ st Cassin), Sarr (18’ st Drame)

In panchina: 15 Lazzer, 16 Akafou

Allenatore: Alberto De Nardi

Montebelluna: Pizzolato, De Nittis (26’ st Zanin), Zago, Russo (27’ st Pozzobon), Barea (29’ st Granello), Perinot, Mason ( 18’ st Hammadi), Poloni (7’ st Benedetti), Gheller, Galli, Appocher (17’ st Dervishi)

In panchina: 12 Travan

Allenatore: Mirco Da Riva

Arbitro: Fabio Camporeale sez. di Treviso

Reti: 18’ pt Fabris, 13’ st Zecchin

Note. Mattinata soleggiata, temperatura di 22 gradi, terreno in buone condizioni, spettatori 180 circa.

Motta di Livenza. Nel primo test clou dell’annata, la Liventina vince con una chiara supremazia il duello contro il Montebelluna che retrocede a -5 dalla vetta. I bianco verdi ora dovranno temere la sola Union Feltre a -2, vittoriosa sabato nell’anticipo a Belluno (2-1). E’ una Liventina propositiva, che nei primi minuti dà un saggio della propria forza. La capolista (due successi al “Samassa”) nelle prime battute cerca sovente il colpo balistico, tiri dalla media distanza che mettono in risalto il colpo d’occhio e la tecnica di base del portiere Pizzolato. Al 2’ è il mediano Zecchin a scoccare  il primo tiro verso i pali montelliani. Pizzolato in scivolata si allunga sul montante di sinistra e blocca facile. Insiste la formazione di mr. De Nardi.  Al 9’ la Liventina ripropone la conclusione da fuori con Bortolin che l’estremo ospite, in bello stile, blocca allungandosi sul palo alla propria sinistra. Il Montebelluna in questo periodo nel dare fondo alla fase di rilancio sfrutta i pochi spazi che i bianco verdi concedono. Al 14’ un centro dalla destra di Mason è “spizzato” dalla fronte di Gheller che non trova la porta. Scampato il pericolo sulla giocata aerea dei ragazzi di mr. Da Riva, la Liventina al quarto assalto fa centro. L’azione prende il via da un fallo laterale, l’avanzata bianco verde conquista campo fin sulla linea di fondo, Bortolin alza un lob a scendere nei 5.50 e mette in seria crisi il disimpegno ospite che Fabbris piazzato sulla linea dei sedici metri finalizza con un millimetrico shot radente indirizzato nell’angolino alla destra dell’immobile Pizzolato. Il vantaggio ampiamente meritato per il volume di gioco espresso, non appaga la capolista che presidia la mediana ospite con energia fisica e rapidità nel palleggio. Al 31’ una fiondata dalla media distanza di Bortolin è arginata dal corpo di un difensore; il pericolo per la porta biancoceleste arriva però sul successivo corner con la mancata presa in sospensione di Pizzolato che alimenta una mischia all’altezza del dischetto; lo stesso portiere risolve i tutto recuperando la palla sfuggita dalle mani. A pochi secondi dal riposo l’ennesima conclusione dalla distanza (il pallone rimbalza davanti alla porta) chiama Pizzolato allo stacco e la deviazione procura l’ennesimo corner.

Ripresa. Al 3’ i bianco-verdi sfiorano il raddoppio con una capocciata di Fabris che supera di pochi centimetri la trasversale. Al 13’ il raddoppio con la conclusone di Zecchin che scarica il fendente e lascia di sale Pizzolato. Superato il quarto di gioco con il verdetto in netto favore, mister De Nardi attiva la girandola di cambi a cui si allinea il collega Da Riva. La gara perde però parte dell’inerzia e solo a sprazzi l’azione da ambo le parti porta a una efficace conclusione. La Liventina amministra e si gode il primato e la supremazia sui rivali di sempre.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 15/10/2017
 

Altri articoli dalla provincia...







Promo D. Il clou segna il sorpasso del Fontanelle, 2-4...

Portomansuè-Fontanelle 2-4 Portomansuè: Nutta, Pederiva, Talamini**** (10’ st Seferovski****), Hagan (10’ st Rigutto), Santarossa* (45' st Biasi Manolache, Perissinotto, Cardin,  Del Papa (6’ st Sakajeva), Bounafaa, Gnago, Agyapong** (3’ st Rizk**) ...leggi
05/11/2017
























Jr. Elite semifinali. L'anteprima di Fenegrò-Giorgione 2000...

Meglio fuori…porta, di mercoledì. Nella trasferta (l’ intermezzo settimanale è cadenzato a 10 giorni dalla finale a Centro Federale “Buozzi” di Firenze) a Erba, sul Lago di Como, una tratta di 283 chilometri, il Giorgione 2000 Juniors Elite nella gara di ritorno delle semifinali scudetto conta di far valere la ...leggi
05/06/2017



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,97527 secondi