Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Treviso


Juniores regionali. Nel girone F continua il sogno primato del Ponzano

Testa a testa con il Treviso per i gialloverdi di Daniele Salvadori

Nella foto: Daniele Salvadori, allenatore della juniores del Ponzano.

Stagione da protagonisti per gli juniores regionali del Ponzano. La formazione allenata da Daniele Salvadori guida il girone F a braccetto con il Treviso (a +7 sul Cornuda Crocetta): un testa a testa che sta durando da diversi turni e che potrebbe entusiasmare fino alla fine.

«A settembre siamo partiti un po’ lenti, pareggiando con la Fulgor Trevignano e perdendo con il Cornuda Crocetta, tuttora la nostra unica sconfitta. Pian piano ci siamo sistemati e le cose stanno andando bene», racconta mister Salvadori, che a livello di prime squadre ha guidato Fossalunga, Ospedaletto, Ramon e Campigo. Da difensore, invece, ha vestito per ben 8 stagioni la maglia del Ponzano, di cui è stato pure capitano. «La scorsa estate ho accettato volentieri di venire a Ponzano perché è una società a cui sono molto legato. L’obiettivo iniziale della juniores era di disputare un buon campionato, questo sicuramente, ma parlare di primo posto è sempre difficile. Insieme al direttore sportivo Enrico Vanin e al mister Mirco Miglioranza, puntiamo a promuovere giovani in prima squadra per farli crescere. Alcuni hanno già esordito in Prima categoria, ritagliandosi il loro spazio».

Vantate la retroguardia meno bucata del girone F, ma solo il settimo miglior attacco (Cattapan, Barzi, Gabrielli e Loshi i gialloverdi più prolifici). «La difesa è bella tosta, però va dato merito anche ai centrocampisti che in fase difensiva danno il loro contributo. Davanti abbiamo segnato il giusto, sbagliando comunque diversi gol: siamo equilibrati e compatti. La squadra è sia fisica, sia con elementi dotati di buona tecnica. Un plauso va dunque ai miei colleghi del settore giovanile per quanto seminato negli ultimi anni».

Domani per la quarta giornata di ritorno ospitate il Conegliano al “Pizzolon”, poi affronterete PortoMansuè e AltivoleseMaser. «Pur essendo in zona playout, il Conegliano non va sottovalutato. Il PortoMansuè ha il miglior attacco, quindi ogni partita nasconde le sue insidie. Ci aspettano 12 partite da qui al termine. Ora per noi arriva il bello ma anche il difficile: quando sei primo, tutti danno il massimo per farti lo sgambetto. Il Treviso, con cui abbiamo pareggiato 0-0 all’andata al “Tenni”, si sapeva che sarebbe stata la principale candidata per la vittoria. Dovremo lottare, considerato inoltre che tutti gli altri club dell’alta classifica hanno le prime squadre in Eccellenza e Promozione».

Immagine correlata

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 26/01/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,73711 secondi