Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Promozione D. Il clou Fontanelle-Treviso finale al 46' st. 0-3...

Vai alla galleria

Il gol di testa di Tessari

Fontanelle-Treviso 0-3

Fontanelle: Onnivello, Tonetto, Galiazzo**, Brustolin, Grava, Toppan, Cattai, Basei** (18' st Denè), Rezzou*** (38' st Serigne**) , Grotto, Seye** (18' st Sylla)

In panchina: 12 Fontebasso***, 14 Santi Amantini, 15 Durollari, 16 Polo**

Allenatore: Maurizio De Pieri

Treviso: Tunno, Pegoraro**, Callegaro**, Carraro* (34' st Favero****), Nichele, Marchiori, De Marchi***, Tessari, Garbujo (28' st Cesa), Fuscello, Gurcilena (40' st Da Silva)

In panchina: 12 Niero, 13 Seno*, 15 Fantinato****, 17 Casarin***

Allenatore: Cristiano Graziano

Arbitro: Angelo Moretti sez. di Città di Castello

Assistente n° 1: Thomas Storgato sez. di Castelfranco V.to

Assistente n° 2: Alberto Callovi sez. di S. Donà di Piave

Reti: 41’ pt Tessari, 5' e 27' st Garbujo 

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 12 gradi, terreno in ottime condizioni, spettatori 600 circa con nutrito seguito dal capoluogo.

Ammoniti: Toppan e Garbujo

Recupero: pt 1' st 2'

(*) under della gara: *'97, **'98, ***'99, ****'2000

Fontanelle. Il primato, in ballo… Il Treviso, sornione, fisico, caparbio e cinico sulle dabbenaggini commesse dalla difesa di casa, si porta a casa i tre punti di un derby comandato per 70’. Il Fontanelle oggi contava di tenersi stretto il primato dall’ attacco del Portomansuè che invece cullava l’obiettivo del sorpasso. Metà coronata con il poker rifilato al Caerano. Il Treviso sceso nel piccolo comune sulle sponde del Monticano ha un unico riferimento, i tre punti. Nel riprendere il filone dell’anteprima, è stata una settimana in cui nell’abituale ritrovo “covo” dei mister della Promozione, il “Petit-Pouchet” di S. Fior si è dato sfogo all’aritmetica. Un modo per non accentuare la pressione di una sfida trevigiana di spessore, ma non decisiva per classifica, un faccia a faccia da giocare fino al 95’, indicativo per la spartizione dei 18 punti in palio. In primis si è cercato di individuare il “tetto” della classifica, a piramide, nei 64 punti finali. De Pieri mister del Fontanelle capolista con un + 2 sul Portomansuè, da ex giocatore del Treviso la butta sul ridere con un pizzico di ironia: “Se pareggio con il Treviso che può colpirci in ogni minuto della gara, perdo una gara e vinco le altre quattro, il campionato è nostro, a 64 punti, meta che il Treviso non raggiungerà. Il Treviso-continua il tecnico giallo nero-deve vincerle tutte e la stessa traccia la dovrà percorrerla il Portomansuè che potrebbe arrivare a 67. Visti gli alti e bassi mostrati nell’ultimo periodo sono convinto che non ci arriverà...” La rivalità incalza… E si è discusso parecchio sul ruolo e “ago della bilancia” del finale di stagione del Caorle/La Salute, squadra di rango con elementi i grado di rendere arduo ogni match e soprattutto i confronti con le tre “big”. “Io lo temo e sono sicuro che Cima e compagni daranno filo da torcere a chiunque”. Il pomeriggio di sole lucente apre sul Fontanelle-Treviso, il big-match regionale della Promozione. A referto il club giallo-nero non dispone dell’infortunato Greco, recupera al centro della difesa lo squalificato Toppan, mentre sulla linea difensiva è Tonetto ad arretrare con il compito di sprintare con Fuscello e raddoppiare nella zona del “furetto” Gurcilena segnalato tra i più in forma dell’undici di mr. Graziano e Galiazzo ricopre il ruolo sulla sinistra. Mister De Pieri manda in panca Durollari. Il tecnico del Treviso può attingere sull’intera rosa, ma nell’undici di partenza sacrifica Cesca e assegna la maglia n° 9 Garbujo. Retrovie e mediana trovano conferma dopo il rotondo successo sull’Union Sile. Rosina non è nemmeno a referto. Quattro gli under presenti nei due schieramenti. Il Treviso è chiamato a salire dal “pozzo” (Union), alla vetta della classifica e la caratura del match contro i giallo neri, sulla carta non si presenta come una passeggiata sul…Sile.

Al pronti via dell’umbro Angelo Moretti la partita ha movenze da partita a scacchi. Il Treviso imposta, si apre spiragli sugli esterni, ma centralmente sbatte contro la robusta disposizione di Toppan e compagni. Solo al 19’ la gara prende quota con la proiezione centrale dei ragazzi di Graziano, sventata da una uscita kamikaze di Onnivello. Cresce l’intensità  ospite e il giro palla al 21 innesca al tiro Gabujo: il fendente è arginato a guantoni aperti da Onnivello. E’ un crescendo che il Treviso non riesce a tramutare in gol. Al 23’ sul traversone dalla sinistra di Tessari la girata mancina di De Marchi supera abbondantemente i pali di casa. La supremazia biancoceleste si arena in prossimità dell’area di rigore giallo-nera. Solo al 41’ il Treviso trova lo sbocco-gol: dall’angolo Fuscello arcua la traiettoria, Onnivello sbaglia l’intervento (uscita priva di slancio e precaria la lettura tecnica dell’intervento) in presa aerea e la capocciata in sospensione di Tessari non perdona. Il gol subito allo scadere fa saltare il banco e il Fontanelle ne fa ammenda.

Ripresa. Al 5’ il Treviso confeziona il bis. L’azione è preceduta da un insidioso diagonale di Gurcilena che 120” dopo agisce indisturbato in slalom al limite dei sedici metri. L’attaccante bergamasco si “beve” due avversari e serve su un piatto d’argento la palla del raddoppio a Garbujo che piazza il piattone. Con il 2-0, il Treviso mette nel freezer la vittoria e il Fontanelle capisce che la rimonta è improbabile. Al 19’ anche la capolista mostra le proprie virtù e il legno alla destra di Tonno nega il gol che potrebbe riaprire la contesa. Speranza vanificata al 27’ dal 3-0 che Garbujo realizza sul filo dell’offside con una palombella beffarda. Il finale di gara non ha più storia e Moretti nemmeno recupera il tempo previsto dai cambi e dagli interventi operati dai sanitari. Il Fontanelle con la sconfitta scende al secondo posto…

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 25/03/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


















Mareno Gialloblù. Torna in auge un club che ha fatto la storia...

Nella foto a sx: il "direttore" Ennio Bazzichetto e mister Camillo. Radici profonde… Affievolitosi l’eco sui trascorsi de La Marenese sodalizio che negli anni 80 sfiorò il salto in serie D nello spareggio contro il Montello, il calcio a Mareno da diverse stagioni non figura nell&rsquo...leggi
24/08/2018




Prima categoria. Il Sant'Elena riparte dopo la salvezza ai playout

Anno calcistico 2018/19, il Sant’Elena Calcio apre la nuova stagione per il 4° anno di seguito in Prima categoria con rinnovato cauto entusiasmo e molta fiducia nel futuro campionato.Naturalmente dopo un difficile e combattuto campionato terminato nella stagione precedente con la sofferta salvezza, ottenuta grazie alla vittoria ...leggi
30/07/2018


Campolongo Conegliano. In Seconda categoria, non da meteora...

Nella foto: il presidene Doimo e mister Alessandro Girotto. Un raduno alla spicciolata con qualche ritardatario (il segnale che parecchi ragazzi sono nel pieno del lavoro), ma alle 20,17 il Campolongo Calcio si è ritrovato compatto per il primo “assaggio” dell’annata sportiva. A ricevere vecchi e...leggi
24/07/2018

Promozione D. E' una Lovis Spresiano, matura per il poker...

Nella foto: il diesse Voltarel, il presidente Zanatta, mister Fornasier e il vice presidente Lucchetta. Outsider? C’è qualcosa di più ambizioso nei programmi della Lovis Spresiano al quarto anno (centrò il salto di categoria il 3 Maggio 2015 con il +2 sulla Plavis) ai nastri de...leggi
20/07/2018


Portomansuè. L'happening con il sorriso e tanta ambizione...

Nella foto: l'intero gruppo biancoverde 2018-19. Era 1968, cinquant’anni fa…Con la benedizione del campo del futuro Papa Luciani nasceva sulle sponde del Livenza il Portobuffolè calcio. 50 anni e non sentirli. Una freschezza sportiva, rigenerata, che sprizza adrenalina e ambizione da quando 16 anni f...leggi
05/07/2018







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,02342 secondi