Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Belluno


Coppa Dolomiti di 3.a. Lo Schiara mette i sigilli anche sulla coppa...

Vai alla galleria

Nella foto: lo Schiara vincitore della 19^ edizione della Coppa Dolomiti.

Schiara-Ponte Alpi 2-0

Schiara: Perin, Longo, Salvadego, Raveane, Cattaruzza, Viel, Sirena, De Francesco, Salome, Moro, Carlo Casagrande

In panchina: 12 Sasso

Nel st sono entrati: 13 Balcon 14 De Salvador, 15 Feltrin, 16 D’ Incà, 17 Candeago, 18 Urago

Allenatore: Stefano Sommavilla

Ponte Alpi: De Mio, Ojog, Maraga, Piovesan, De Cesaro, Alland, Vettorel, Cicvara (9’ st Lzzaretti), De Boni (31’ st Colombo), Manbretti, Capraro

In panchina: 12 Andrea Casagrande, 13 Bortoluzzi, 14 Hxeko, 16 Grelo, 17 Alberto Casagrande

Allenatore: Luca De Bona

Arbitro: Dimitri Stevano sez. aia di Belluno

Assistenti: Sbardella e Zulian sez. di Belluno

Reti: 17’ st Moro, 45’ st Salvadego

Note. Serata fresca, temperatura di 22 gradi, terreno in discrete condizioni, illuminazione sufficiente, spettatori 350 circa.

Recupero: pt 1’ st 5’

Castion (BL). Il prestigio di sfidarsi, in coppa… Con in mano il pass di sola andata che porta in Seconda categoria, Schiara e “Ponte” nella finale della 19^ edizione della Coppa Dolomiti  non hanno lesinato le energie per assicurarsi il prestigioso trofeo vinto lo scorso anno in quel di Auronzo, in una serata da “lupi dal Comelico. E’ il rettangolo del quartiere di Castion a ospitare l’evento. Il manto erboso mostra qualche lacuna in più parti del campo. Al fischio di Stevano è il Ponte Alpi a scandire l’offensiva e al 1’ la difesa giallo-nera vacilla: compressa in prossimità dell’area di porta sono Cattaruzza e Perin a chiudere il varco con il portiere che si allunga basso nella presa del cuoio Al 3’ la formazione granata sfrutta un’ampia corsia d’entrata sulla sinistra, ma il diagonale di Mabretti indirizzato sul palo lungo esce a fondo campo. Superata la fase di studio e di adattamento al terreno di gioco, il Schiara, alza il baricentro e presidia con costanza la metà campo pontalpina. E’ un finale gagliarda, ma il fraseggio mostra i limiti della categoria. Le due squadre cercano di far valere la prestanza fisica articolando un campo che predilige le ripartenze. Lo Schiara mette in mostra alcuni scambi e triangolazioni di prima di buona, ma in fase di finalizzazione puntualmente forza l’ultimo passaggio. Pochi i tiri in porta e per nulla irresistibili. Al 42’ a dimostrazione della propria capacità di aprire l’azione con le lunghe rimesse laterali, lo Schiara approfitta di una corto disimpegno della difesa granata, Moro addomestica il pallone in prossimità dei sedici, si coordina e sfodera una  sassata che centra il montante alla destra di De Mio. Il promo tempo si congeda con questa emozione. Ripresa. Sulla panchina del Ponte Alpi mister De Bona cerca le alternative tecniche per scrollare dal torpore la squadra. Lo Schiara però è squadra quadrata, armonica che si tiene il colpo in canna. Al 17’ il “Savaris” esplode di gioia per il vantaggio giallo nero: corner a uscire di Moro per l’ stacco di Reveane e la capocciata va a segno. Il Ponte accusa il colpo, smarrisce l’equilibrio tattico, la squadra di Luca De Bona si allunga troppo isolando le punte. L’undici granata punta sovente il fianco sinistro rivale, ma la barriera difensiva giallo nera e una serie di offside ben studiati, negano le conclusioni ai pontalpini. Lo Schiara quando ribalta l’azione mette a ferro e fuoco la difesa granata e sono i tagli degli esterni a mettere in ambasce De Mio e compagni. Nell’ultimo quarto di gara il Ponte Alpi le prova tutte, ma al 45’ è Salvadego con un magistrale piazzato dai 18 metri (pallone a fil di montante alla sinistra di De Mio) ha far crollare il sogno al Ponte di agganciare la lotteria dei calci di rigore.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 11/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...







Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019












Ore 10,44. Celarda imbiancato. Cavarzano-Fiori Barp al rinvio...

Cavarzano-Fiori Barp l'anticipo della 1^ categoria G volge al rinvio. Emblematica la foto che evidenzia lo stato del terreno di gioco richiesto dal club ggiallorosso per ovviare all'impraticabilità del Camp-de-Nogher. Vista la neve caduta ieri pomeriggio, il manto sintetico del rettangolo di Anzù di Feltre (foto scattata pochi minuti...leggi
02/02/2019













Il maltempo non frena l'Alpago Cup. Milan campione nel derby...

La mattinata piovosa e il rettangolo impraticabile di Chies d’ Alpago hanno costretto l’organizzazione dell’Alpago Cup Esordienti a dirottare le gare nel centro di Puos. In mattinata i verdetti degli ottavi hanno visto tre gare risolversi con i tiri dal dischetto Camp...leggi
02/09/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,84894 secondi