Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


L'anticipo derby della 2. P. Il Refrontolo non s'incaglia alla "prima"

Un gol e due legni spostano l'ago della bilancia in favore del team di casa

Vai alla galleria

Nella foto: il Barbisano schierato nel pomeriggio.

Refrontolo-Barbisano 1-0

Refrontolo: De Min Toma, Brino, Rizzo (1’ st Arman), Villanova, Buogo, Pasin, Vettoretti (19’ st Dall’Arche), Bet 34’ st Zanin), Signorotto (37’ st Possamai), Alessio Gerlin, Lorenzon

In panchina: 12 Berna, 15 Casagrande, 17 Cedrin

Allenatore: Michele Cavecchia

Barbisano: Gallina, Bet, Lipovac (1’ st Spinazzè), Gallon (29’ st Marchesin), Damato, Breda, Persico, Menin, Stella, Dorigo, Prizzon

In panchina: 12 Dall’Antonia, 13 Zambon, 14 Marsuza, 16 Artico, 17 Spinazzè, 18 Sesini

Allenatore: Gonzalo Luque

Arbitro: Franco Ciprandi sez. di Treviso

Reti: 44’ pt Brino

Note. Pomeriggio caldo e soleggiato, temperatura di 28 gradi, terreno in perfette condizioni, spettatori 250 circa.

Ammoniti: Buogo, Lipovac, Brino

Recupero: pt 3’ st 4’

Refrontolo. Una conferma nel derby, vince, soffrendo il Refrontolo. La storia del derby, una lettura scandita dagli anni. Confronti che si specchiano nelle vicende della Terza categoria. Testa a testa di campanile dilatati, parecchi giocati nel vecchio e fangoso catino di Refrontolo, prima di scendere all’ “Antoniazzi”. Nel fare luce sul passato ricordiamo gli ultimi cinque disputati dal 2000 in poi, tutti ricchi di gol primaverili. E’ il Barbisano a dare il primo strappo al “fattore campo” il 25 Marzo 2001 con un bliz coniato dal 3-1 finale. L’anno seguente è il turno della “Pro” che rimette in sesto il dualismo vincendo 2-1, il 10 marzo 2002.  Eclatante è il 4-2 che il 30 Marzo 2003 trascinò alla vittoria-bis i padroni di casa. La rivalsa si concretizzò sei anni dopo con il successo esterno del Barbisano, un 3-2 scandito dalla “fuga” ospite con l’”uno-due” di Vidal e Ignetto; la rimonta timbrata da Cagnato e Girardi del 2-2 anticipò di pochi minuti il gol vittoria degli oranje con il sigillo di De Rossi. L’ultima impennata è di marca gialloblù: il derby disputato il 20 marzo 2001 mette in luce un 2-1 dell’ex “Pro” firmato dalla doppietta del cannoniere Di Girolamo. L’impatto con la nuova stagione ha un chiaro indirizzo: è conquistare dell’intera posta in palio. La forza della band di Michele Cavecchia è riconosciuta; sfumato pochi mesi fa l’aggancio alla volata playoff, il tecnico di Cison affida al proprio 11, potenziato e motivato, il compito di centrare l’obiettivo. Il Barbisano scivolato dal torneo di Prima mette sul piatto della bilancia una maggiore esperienza, ma deve adattarsi in fretta alla nuova categoria. Trevigiano è l’arbitro designato, Ciparandi, esordiente nel Cra Veneto.

Alle 16 in via. Tre sono le defezioni che tolgono al confronto e all’11 di casa il centrale l’esperto Pederiva e il bomber Gerlin; sulla sponda rivale, mr. Luque non può disporre del centrocampista Nicolasi. E’ un derby che nel primo quarto offre una parentesi d’attesa. Squadre contratte, nervose e il palleggio non ha un deflusso pratico. E’ un derby che si sviluppa a singhiozzo con qualche appoggio errato. Al 16’ un pallone veniale, catapultato dalle retrovie del Refrontolo è agganciato e girato a rete di prima intenzione da Alessio Gerlin che centra la parte superiore della trasversale. E’ la scossa che dà la sveglia al Barbisano. L’undici di Luque abbozza qualche trama, ma la squadra è troppo statica e non c’è partecipazione e movimento collettivo. Al 29’ i pali si pareggiano con il legno colpito da Dorigo dalla linea dei sedici metri. Il Barbisano ci crede. Sulla corsia di sinistra Dorigo suggerisce con efficacia e Prizzon è lesto ad attaccare gli spazi e fare pressing sulla difesa di casa. Al 36’ la caparbietà dell’estrema nell’inseguire il cuoio fino sulla linea di fondo, manda fuori giri Pasin che non copre di fisico; Prizzon lo aggira e l’aggancio è fatale. Rigore netto che Stella calcia (foto) sulla sinistra di De Min Tona reattivo nell’intuire il tiro. E’ un Barbisano che nella fase centrale della frazione manovra spigliato e l’azione di disturbo mette in gabbia i ragazzi di Cavecchia che manifestano qualche crea tattica. Al 39’altra occasione per gli oranje: gran legnata dai 25 meri di Dorigo, De Min Tona si oppone alla grande ma non trattiene, sul pallone si lancia in netto anticipo Prizzon che, con l’intera asse del corpo protegge il pallone, ma nel battere a rete subisce una vistosa carica a non più di 7/8 metri dal portiere. Il calcio di rigore ci sta tutto, ma Ciprandi non se la sente di penalizzare il difensore. Al 44’ il gol di casa. E’ un gran tiro da 35 metri di Brino che sorprende tutti e il portiere Gallina in ritardo nel volo a due mani (gesto tecnico da migliorare…) sul proiettile indirizzato sotto la traversa dal laterale di casa.

Ripresa. Il confronto col passare dei minuti smarrisce la lucidità, l’azione da ambo le parti si sviluppa affannosa e tanti sono gli errori di misura. Parte bene il Refrontolo. Al 2’ l’undici di Cavecchia la palla-gol per chiudere la contesa: Gerlin a campo aperto punta il portiere, lo salta e tocca a rete, ma la carambola rallenta la traiettoria che Vettoretti cerca di ribadire nel sacco, ma a protezione dei pali c’è un difensore ospite a fare da scudo. L’agonismo s’infiamma e scade lo spettacolo. Al 18’ il secondo palo dei padroni di casa: Stella defilato sulla destra, dalla linea di fondo campo alza il lungo lob per il piattone in entrata di Gerlin che incrocia in pieno sul legno. Dalla parte opposta è ancora Dorigo a creare il pericolo con un sinistro a filo d’erba che esce di mezzo metro alla sinistra di De Min Tona. Nel finale con le squadre provate dalla fatica si spazi si aprono al contropiede e al 43’  è Possamai a mangiarsi un quasi-gol nell’uno contro uno con l’ultimo difensore ospite.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 08/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Ennesima provocazione razzista in Terza Treviso. Kouassi nel mirino...

Nella foto di Venetogol, il promettente Kouassi Francis Amon sez. di Treviso. L'entrata in campo dei campioni d'Italia (con al petto lo scudetto) della Liventina e i rossoverdi dell' Union Feltre. Ma cosa si aspetta a declassare la Terza categoria in torneo "amateur"? L'ennesimo caso di volgarità sportiva e di...leggi
15/11/2018



















T.R. Veneto di 2.a categoria. Il SanVe vince in rimonta...

San Vendemiano-Union Gaia 2-1 San Vendemiano: Crocco, Dall’Anese (1’ st Doimo), Mongufer (38’ st Ruoso), Talamini, Faccin, Mattia Tintinaglia, Mavmudoski (44’ st Giacomini), Schifano, Denè, Aryeetey, Dalla Torre In panchina: 12 D...leggi
03/10/2018









Mareno Gialloblù. Torna in auge un club che ha fatto la storia...

Nella foto a sx: il "direttore" Ennio Bazzichetto e mister Camillo. Radici profonde… Affievolitosi l’eco sui trascorsi de La Marenese sodalizio che negli anni 80 sfiorò il salto in serie D nello spareggio contro il Montello, il calcio a Mareno da diverse stagioni non figura nell&rsquo...leggi
24/08/2018



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,94430 secondi