Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Belluno


Eccellenza B. Nell'anticipo di Gron un pari e patta tra S.G.S e Calvi

Nel secondo tempo più confusione che finalizzazione verso i pali, invisibili...

Vai alla galleria

Nella foto: il rigore di Minio dell'1-1.

San Giorgio/Sedico-Calvi Noale 1-1

San Giorgio/Sedico: Della Colletta ***, Vogli*** (12’ st Vallata***), Malacarne, Dassiè, Loat (19’ pt Moretti), Pradebon, Pilotti (38’ st Lazzari***), Scroccaro, Bez, Radrezza, Marcolin

In panchina: 12 Gasparello**, 13 De Col**, 16 Doriguzzi*, 18 Salvador***, Brustolon, 20 Balzan*****

Allenatore: Bruno Gava

Calvi Noale: Noè, Fiorica*, De Bortoli***, Minio, Donè (19’ pt Frison) Cassandro, Franceschi** ( 35’ st Bagarotto****), Bellemo, Furlan (26’ st Boscolo)  Dell’Andrea, De Poli

In panchina: 12 Titomanlio***, 13 Soffia***,15 Taddia, 16 Spolaore***, 19 Sbrogiò****, 20 Dordit*

Allenatore: Matteo “Teo” Vianello

Arbitro: Simone Moser sez. di Trento

Assistente n° 1: Alessandro Fassina sez. di Bassano del Grappa

Assistente n° 1: Diego Matteo Bruno sez. di Castelfranco V.to

Reti: 22’ pt Marcolin 29’ pt Minio su rigore

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 29 gradi,terreno in discrete condizioni, spettatori 300 circa con sparuta presenza veneziana

Ammoniti: Dassiè, Moretti, Radrezza, Pilotti, Scroccaro, Fiorica.

Recupero: pt 3’ st 4’

(*) under della gara: *’98, **’99, ***’00, ****’01, *****’02

Gron di Sospirolo. 45’ godibili, 45’ da cancellare…Partita dai due volti, caratterizzata da parecchi contatti, errori di misura nel rilanciare l’azione in verticale e nei suggerimenti filtranti tra le linee. Il pareggio alla fine ripaga il coraggio, ma lo scontento del pubblico al 94’ era evidente. Nel fare luce sulle vicende passate, lo 0-0 dell’unico match disputato il 15 febbraio 2015, contrasta con i spumeggiati verdetti, due fiammate con gol, che hanno reso elettrico il confronto sulle panchine rispettivamente occupate da Brunetto Gava e “Teo” Vianello, lo scorso anno subentratogli alla conduzione tecnica del Nervesa. Nel richiamare la sfida tra i due mister, questa risale a un paio di stagioni fa. Mister Gava al timone del Nervesa espugnò Martellago per 2-0; riscatto del “Teo” al Gipo Viani con il Real… corsaro in una concitata affermazione per 3-2. E’ una gara (fischia Moser di Trento) che al 90’ potrebbe valere il primato in solitario. Una sfida carica di ricordi per l’ex bomber dolomitico Matteo Furlan, utilissimo nelle funzioni tattiche, che in casacca bianco-rosso-azzurra subì un grave infortunio (rottura del tendine d’Achille), oggi schierato in casacca biancoceleste. Nel prendere in visione il referto gara, il S. Giorgio/Sedico conferma la propria disposizione offensiva con Bez vertice alto con Radrezza, Pilotti e Marcolin a rimorchio. Nelle retrovie c’è la conferma del forfait di Brustolon ancora dolorante al ginocchio operato nell’infortunio subito nei suoi trascorsi al Tamai. La Calvi Noale si presenta con lo stesso schieramento che si è imposto alla “prima” di campionato sull’Istrana.

E’ un S. Giorgio/Sedico che esce alla scoperto da subito, ma la parziale supremazia territoriale non allarma la difesa veneziana. E’ invece la Calvi a rendersi pericolosa al 16’: su corner corto indirizzato su De Poli che si stacca dal primo palo, la girata a rete dell’estrema sinistra è arginata da Della Coletta. Al 19’ si registra un doppio cambio. Una capocciata in sospensione mette fuori causa Loat e Rocco Donè. Il gioco espresso non incanta. La Calvi cerca di velocizzare l’avanzata in rapidità occupando le corsie esterne: i ragazzi di Gava, nell’alternarsi al suggerimento e al tiro, fanno parecchia confusione. L’appiattimento della mediana, troppo lontano dal quadrilatero offensivo facilità le uscite e l’impostazione della Calvi. Al 22’ dopo alcuni tentativi al tiro, frutto dei solisti, matura il vantaggio di casa. E’ capitan Pilotti a sfoderare la caparbiertà del gladiatore, l’ estrema destra all’altezza del bandierina sradica i pallone all’incerto Fiorica, pennella la giocata d’astuzia dalla linea di fondo per l’entrata sul primo palo di Marcolin che si avvita e incorna il cuoio alle spalle di Noè. La reazione rabbiosa della Calvi al 24’ scatena il contropiede e l’allungo a campo aperto di De Poli, ma il rasoterra esce di pochi centimetri sul palo alla destra di Della Colletta. Non ci sta a soccombere la band di “Teo” Vianello che accentua la pressione con continui raddoppi di marcatura. Il baricentro basso del S. Giorgio/Sedico facilità l’avanzata dei biancocelesti che presidiano con ostinazione i venti metri finali. Al 29’ sfruttando il tambureggiante forcing alla linea dei sedici metri,  un fallo di Dassiè è sanzionato da Moser con il calcio dagli 11 metri. Capitan Minio aggiusta il cuoio sul dischetto e di interno destro spiazza il portiere di casa. E’ un gol che pesa sul morale dei padroni di casa. Al 33’ il S. Giorgio reclama il rigore per un contatto di corpo su Marcolin (troppo individualista il mancino), ma sul ribaltamento dell’azione è il lob di De Poli con Della Colletta alto dai pali a dare l’illusione del gol (36’). E’ una prima frazione giocata a viso aperto, un po’ concitata, che al 38’ vede esibirsi in una bella giocata capitan Pilotti: il tiro a incrociare dai sedici metri taglia l’intero specchio della porta.

Ripresa. Tutto da cancellare. La gara smarrisce l’inerzia, in campo sfumano le ideee, si corre molto a vuoto e ogni passaggio è un terno al lotto, da annotare un paio di conclusioni (alte) da ambo le parti, in tiro centrale di Bez (12’) e tante ripartenze della Calvi arenatesi in prossimità della linea di tiro e per l’offside. Lo scadimento della prestazione dei 22 ha forzato i contatti e Moser è stato costretto a estrarre il cartellino di frequente. Alla fine il pareggio è il migliore flash dell’incontro per due formazioni da registrare…

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 15/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...







Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019












Ore 10,44. Celarda imbiancato. Cavarzano-Fiori Barp al rinvio...

Cavarzano-Fiori Barp l'anticipo della 1^ categoria G volge al rinvio. Emblematica la foto che evidenzia lo stato del terreno di gioco richiesto dal club ggiallorosso per ovviare all'impraticabilità del Camp-de-Nogher. Vista la neve caduta ieri pomeriggio, il manto sintetico del rettangolo di Anzù di Feltre (foto scattata pochi minuti...leggi
02/02/2019












Il maltempo non frena l'Alpago Cup. Milan campione nel derby...

La mattinata piovosa e il rettangolo impraticabile di Chies d’ Alpago hanno costretto l’organizzazione dell’Alpago Cup Esordienti a dirottare le gare nel centro di Puos. In mattinata i verdetti degli ottavi hanno visto tre gare risolversi con i tiri dal dischetto Camp...leggi
02/09/2018



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,93222 secondi