Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Anteprima serie D. Nella morsa del play-out le venete del girone B...

Nella foto: mr. Spinale trainer del Legnago.

Serie D anteprima, la 5^ giornata

La scia tracciata nel girone C odora di bruciato… E’ tempo di sgommare, verso l’alto. Indicazioni per l’uso a quei sodalizi che nella programmazione estiva hanno investito quattrini. Lo testimoniano le ibride posizioni di Delta Porto Tolle, Trento, Clodiense/Chioggia e del Legnago in “avaria” con tre sconfitte sul groppone. Ritardi ripristinabili con un paio di vittorie, ma il campo finora ha evidenziato il ridimensionamento. Si attendono segnali di ripresa dalle regionali. Lo sarà già domenica nella 5^ di andata? Ci conta il Legnago nel girone B. I biancocelesti impigliati sul penultimo gradino della scala dei valori, recuperano l’esperto capitano Nicolò Zanetti, un puntello indispensabile e indicativa fonte offensiva. Ma c’è qualcosa in più, la tradizione, che spinge i ragazzi di mr. Spinale a cancellare le recenti disavventure: a Olginate, al Legnago nei precedenti è andata di lusso. Due i successi, un buon viatico, che hanno inchiodato l’undici varesino. Il 5 settembre ’10 con il 2-0 finale e il bis veronese l’8 settembre 2013 corredato da un tosto 1-0. Chi è chiamato a uscire allo scoperto è il Villafranca di Alberto Facci, in credito della vittoria: dopo il pareggio contro il Rezzato e il robusto rovescio contro il Seregno (2-4), in casa granata si punta ad agganciare il Caravaggio (pareggi a  Seregno e Boario Terme). L’Ambrosiana dopo il Como ospiterà al Montidon il Mantova. Un avversario di prestigio, tosto, con un binomio offensivo, Ferri Marini e Nicola Ferrari da raccomandare, artefice di due impennate esterne contro Virtus Bergamo e ScanzoRosciate.

Nel prendere visione il girone C, la classifica mette del pepe alla “zona rossa”. Al “Cavallari” di Porto Tolle si gioca la partita delle panchine. Quella del Trento di Rastelli è passata nelle mani dell’ex bresciano Luciano De Paola. In dubbio l’ex Enrico Gherardi (azzoppato da una leggera contrattura nella fase del riscaldamento a Cartigliano), che a Trento nel torneo di Eccellenza fece faville e gol a grappoli, 36 a fine stagione in 26 presenze. In coda va posto l’accento sulla prima uscita al “Ballarin” di Chioggia del St. Georgen, il viaggio in Trentino del Montebelluna che sulle sponde del lago di Caldonazzo, ospite del Levico Terme, cerca ossigeno... I “coreani” da quelle parti sono di “casa” avendo già fatto il pieno il 13 dicembre 2015 (2-1). Tutta da testare la sfida tra Chions e Belluno 1907. La matricola friulana, in trasferta ha sempre vinto: lo ha fatto tra le “mura domestiche” a Tamai e domenica è andato oltre sbancando il “Gabbiano” a Campodarsego. Il Belluno di Vecchiato sconfitto a Carlino, ritorna in terra friulana dove non vince dal 7 gennaio ’17, dal 2-1 imposto al Cordenons. Nello spazio di pochi mesi Union Feltre e Campodarsego si ritroveranno di fronte allo “Zugni Tauro” dopo il’1-1 della 34^. Da seguire il cresco dell’Este di Nicola Zanini. Ospite nella bassa padovana il Cartigliano dell’ ex Alessandro Ferronato. L’altra capolista, l’Adriese, riceverà al “Bettinazzi” il Tamai uscito indenne un anno fa, il 17 settembre (1-1). Chiude al “Dal Molin” l’impegno casalingo dell’ArziChiampo, ospite il Sandonà. Un “Arzi” che in casa ha subito 4 gol (in 180’) dei 7 complessivi.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 11/10/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,88897 secondi