Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Promozione. I clou dalla 13. a Portogruaro, Salzano e Tezze Arz...

Vai alla galleria

Nella foto: patron Piacentini (Tezze Arz.) ex centravanti di Vicenza, Vittorio V.to e Conegliano.

La galleria: mr. Castaman (Tezze), il Portogruaro, mr. Valeriano Fiorin (U. Cadoneghe) e Michele Bergamo all. Noventa Piave.

Anteprima Promozione A-B-C e D, la 13^ di andata

La cadenza e il bottino mensile dei gol realizzati trova conferma nella prolificità degli attaccanti del girone A e D. Nel mese di Ottobre primeggiò il versante a Nord/Est, il girone D con 92 gol; a -1 il girone A.  81 i palloni che hanno folgorato i portieri di turno nel girone B; fanalino il girone C con bonus di 72 gol. Nel mese di novembre che ci saluta, sono 5 i turni da prendere a campione e il girone scaligero a primeggia con 120 palloni in fondo al sacco. In scia si colloca il girone B con 116 centri e con un gol in meno (115) si posiziona il girone D. La “maglia nera” con solo 108 gol conferma le difficoltà del girone C che da inizio stagione paga dazio. Gol attesi anche nella 13^ giornata, un turno che accende i riflettori sulla quotata sfida del “Mecchia” di Portogruaro tra i granata di Pino Vittore e la Prodeco M.llo di Marco Marchetti. Grande attrazione desta il derby mestrino, a Salzano tra la Rob.Salzano e lo Spinea. Il cast del weekend completa la panoramica con un manipolo di gare che alimentano le aspirazione al playoff e l’uscita dalla zona a rischio. Su tutte Tezze-Valdagno con il ritorno del “puntero” Bajramaj, artefice e goleador della promozione del team allenato da Paolo Castaman.

Girone A

Seraticense (22)-Aur. Cavalponica (18). E’ la gara che meglio interpreta la contesa con in palio i punti del supplementare. L’ undici di Sarego è in striscia a 5 gare e l’ultimo ko interno l’ha fatto registrare il 21 ottobre, 1-2 contro il Povegliano. L’Aurora Cavalponica di Flavio Carnovelli non è però avversario da prendere sottogamba è lo delucida lo score esterno: 3 pareggi e 2 successi, a Oppeano (1-0 e Cologna V.ta (2-0. Da rimarcare privi di gol al passivo. Lo scorso anno lo scontro diretto dell’8 aprile si congedò sull’1-0.

Badia Polesine (14)-Mozzecane (14). Badia in ripresa con due vittorie. Il Mozzecane dopo un folgorante inizio con 9 punti in 5 gare, si è arenato in un filotto negativo di sette turni.

Nogara (11)-Alba B. Roma (13). Parlano i confronti a Nogara. Alba favorito? I precedenti danno ragione ai giallo-granata: 1-0 il 17 marzo ’13; segue il 2-2 del 3 aprile ’16 e altro acuto esterno il 4 dicembre ’16 (1-0). Il rettangolo di casa è tabù al Nogara ’18-19.

Girone B

Trissino (18)-Camisano (27). E’ il test che il “Tris” rigenerato da due successi esterni (6/0 gol) conta di fare proprio e dare così il secondo dispiacere alla capolista. Due le vittorie a domicilio contro Marostica e Sarcedo. La risposta del Camisano di mr. Molinari e di sei acuti e tre pareggi: i biancocelesti non inciampano dal 3-1 di Longare del 23 settembre. Il precedente, lo 0-0 del 19 novembre ’17.

Tezze (1)-Valdagno (20). In una classifica che in 3 punti centrifuga sette team, il Tezze (5 punti in 270’) di patron Piacentini ha il dovere di osare. Gli fa eco il Valdagno formato esterno che schiererà l’ex Bajramaj. L’undici di Monfardini in questo scorcio di stagione l’ha fatta da padrone proprio in trasferta assicurandosi 13 punti nelle sei gare giocate (4 vittorie). Un pericolo in agguato per i ragazzi di Castaman?

Schio (16)-Summania (9). La classifica dei scledensi non si tinge d’azzurro, questo lo spera il Summania che punta a ripetere il verdetto finale, l’1-2 del marzo scorso.

Girone C

Spinea (23)-Rob.Salzano (20). Vincenti o piazzate? L’interrogativo lo svelerà lo scontro diretto. L’Albignasego (25) intanto cavalca verso il titolo d’inverno. Ma il torneo è tutto da giocare e le luci della ribalta autunnale, in Primavera illumineranno altri colori. A far brillare gli occhi di curiosità è il precedente, uno 0-5 (24 sett. ‘17’) che lo Spinea insaccò nella porta di Salzano.

Union Cadoneghe (14)-Torre (14). E’ dai tempi della Prima categoria che l’Union non riceve il Torre. Nei 90’ che garantiranno una boccata d’ossigeno, il Torre mette sul piatto della bilancia e si fa forza con lo 0-2 del 30 settembre 2012.

Graticolato (14)-Azzurra Due Carrare (15). Molto delicata è pure la gara che impegnerà il Graticolato (9 punti in casa) nel dare scacco e scavalcare i padovani. “Ocio” però che l’Azzurra conta di piazzare l’1 e il Due…Lo testimonia la prima visita che fece rumore: c’è infatti il 2-4 del 22 aprile a ricordare agli ottimisti l’impennata ospite.

Girone D

Portogruaro (30)-Prodeco M.llo (29). Il “Mecchia” è il fortino granata. Ma la solidità è stata sgretolata nel finale (2 aprile) della passata stagione dal Villorba (1-3). “Porto“ e Prodeco Montello non incrociano il loro destino da una quarantina di anni, ma questa è la gara che più fa parlare. La qualità e la presenza in campo trevigiano è garantita da Cavarzan e Furlanetto (ex Montebelluna e Sanremese (C/2), Giò Furlanetto (Milan, Spal, Sangiovannese, Porto Tolle), Paolo Zanardo (Fiorentina, Pordenone, Triestina, Bellaria C/2, Delta P. Tolle, Tamai). La presenza sulle sponde del Lemene conta sul ruolo di capitan Favret, ex Sacilese, Entella, Altovicentino e Sandonà; sull’airone Della Bianca (caterve di gol in serie D, 22 e 24 al Tamai, 19 al Città di Concordia), Cervesato, De Cecco (ex Venezia), oltre a un gran numero di solisti che hanno calcato i terreni d’Eccellenza di Veneto e FVG. Una testimonianza che la sfida riempirà il Mecchia con almeno un migliaio di presenze curiose di valutare due “fuoriserie” della categoria.

Caorle L. S. (20)-Noventa (20). Si gioca in anticipo (sabato). Il derby veneziano lo scorso 24 settembre si arenò sull’ 1-1. Squadre in ritardo sulla tabella di marcia. Chi perde rischia di finire nel groviglio dei precari e della concorrenza al supplementare…

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 29/11/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,70075 secondi