Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Coppa Italia Ecc. Per la finale al Mercante, in ballo Mazzer e Drigo

Perchè non puntare su una direzione in...rosa. La rodigina Pasquesi è pronta...

Vai alla galleria

Nella foto: Mattia Drigo, l'avversario del quotato Andrea Mazzer.

Aia, una decisione mirata... La designazione del fischietto della finale di Coppa Italia è top-secret, ma sulla carta parrebbe scontata a favore di Andrea Mazzer della sezione “Dino Battistella” di Conegliano Veneto. Da qualche giorno si sarebbe però attivato un ballottaggio a due, con (?) il portograuarese Mattia Drigo. Un giochetto già annusato lo scorso anno quando con largo anticipo indicammo in Michael Poto (sez. di Mestre) il designato ufficiale, prendendo poi al balzo, a pochi giorni dalla finale di Martellago, la soffiata di un potenziale sorpasso di Francesco “Checco” Zago della sez. di Conegliano V.to. Il Capodanno è alle porte e la svolta che spalanca l’orizzonte sul 2019 mette in chiaro il count-down, il  -7 che indirizza alla finale Tricolore dell’ Eccellenza. In attesa di descrivere l’esito dei 90’ (eventuale extra-time) tra Caldiero Terme e Mestre in campo al “Rino Mercante” di Bassano del Grappa, ci addentriamo nelle curiosità dell’ anteprima, partendo da manto erboso. Al corrente degli assi calati nella composizione del trio del Triveneto: il Dro Alto Garda di Stefano Manfioletti in Trentino Alto Adige (2-0 al Tramin/Termeno) e del S. Luigi Trieste di Luigino Sandrin (3-1 all’ Edomondo Brian Precenicco), l’attenzione ora è rivolta alla sfida in Veneto tra i gialloverdi di Cristian Soave e gli arancio-neri di Giampietro Zecchin. Per il mister veronese, ex centravanti di Arzignano e Pordenone, è la seconda finale del suo percorso tecnico. La  prima giocata a Tezze sul Brenta sei edizioni fa, mr. Soave al timone del Team S. L. Golosine la perse a favore dell’ Union Ripa la Fenadora di Max Parteli che sollevò il trofeo. Per Zecchin alla prima stagione da nocchiere è il picco più alto di una annata che al Mestre contano di rendere brillante nel playoff del girone B.

Mazzer & Drigo…Tornando alla designazione della Commissione regionale dell’ Aia, va annotato che i due fischietti nell’ultima di campionato, la 17^ del 23 dicembre, a scopo precauzionale, non sono scesi in campo. Una decisione che non fa una grinza, già vista nelle precedenti edizioni.

Mazzer & Drigo. Nel dare lustro all’escalation di Andrea Mazzer, arbitro razionale, che preferisce il dialogo (con il Capitano!) e dosa i “gialli” senza sbandierarli ai quattro venti, questi è all’apice nel punteggi regionali e lo scorso anno diresse la semifinale tra il Caldiero Terme e la Belfiorese. Nel voler mettere del pepe alla sua “neutra” designazione, va constatato che la sez. “Dino Battistella” di Conegliano V.to non è baciata dalla buona sorte o dall’attenzione che merita. Nelle ultime otto finali senza andare oltre, prevale la sezione di Bassano del Grappa che si è presa la vetrina a Mogliano Veneto con Francesca Campagnolo designata in Vittorio Veneto-Piovese e con Carlo Rinaldi quattro anni fa a Martellago, in Lia Piave-Pozzonovo.

Mattia Drigo sez. di Portogruaro. E’ proprio la provenienza (Venezia) che lascia aperto l’interrogativo sulla sua designazione. Il regolamento lo vieterebbe, ma uno strappo alla regola… Regole che chiamano in causa la sez. di appoggio ai capoluoghi: vedi Legnago per Verona, Schio per Vicenza o delle stesse Mestre e Chioggia per Venezia, Adria per Rovigo e Este per Padova. La considerazione per Drigo ha toccato picchi importanti nel corso della stagione, ma la decisione di puntare sul fischietto del Lemene offrirà spunto, a bocce ferme, per alimentare le polemiche visto che Michael Poto dodici mesi fa e Drigo sono “targati” Venezia. La rivalità in regione tra le sezioni di traino è viva e allora perché non pensare a una designazioni in…rosa. Assegnare la finale dopo otto anni a una nuova “lady”, l’emergente Greta Pasquesi della sez. di Rovigo. Un appiglio che ci permette di ricordare i fischietti delle ultime otto finali.

*Vittorio Veneto SMC-Piovese. Arbitro: Francesca Campagnolo sez. di Bassano del Grappa

*Real Vicenza-Vittorio V.to. Arbitro: Pistolin sez. di Rovigo

 *Union Ripa La Fenadora-Team S. Luc

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 29/12/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,66299 secondi