Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Seconda cat. Al Picchi di Jesolo e San Peretto le gare più elettriche

Nella foto: mister Vettorel. Il tecnico del Basalghelle sfida il passato...

Anteprima Seconda categoria, la 17^ giornata

Il “17” un sortilegio da sfatare per gli scaramantici? Nelle due gare di cartello della Seconda categoria regionale non c’è motivo di aggrapparsi a amuleti ecc... Si va in campo e si gioca. Il campo, da sempre, è il giudice di ogni prestazione. L’appetito vien mangiando con il super-derby del litorale veneziano in calendario al “Picchi” tra lo Jesolo (31)di Mirco Geretto e il Treporti (31) di “Ste” Cavarzeran. La seconda gara che l’intensità della classifica dilata a  margini di respiro è San Peretto (40)-Cavaion (30) con i padroni di casa decisi a timbrare la 40^ gara utile di fila. “Ocio al Cav…”

Nel prendere visione l’attualità, il Treporti si porta in dote già 5 ko, ma con 32 gol all’attivo divide il primato del girone O con il Musile Mille. Lo Jesolo invece mette sul piatto in numeri della seconda difesa meno perforata (14 gol), un punto sopra la granitica retroguardia del Musile. La curiosità la destano i precedenti tra i due sodalizi dell’alto Adriatico. L’asticella nei 5 test giocati in casa neroazzurra pende a favore degli jesolani: fa rumore il 5-0 del 2 ottobre 2000. Seguono il 3-0 del 14 febbraio 2005, 1-2 del 1° febbraio 2015, l’1-1 dl 15 novembre ’15 e il verdetto a reti bianche del 20 ottobre ’16. Più recenti i duelli nel derby scaligero dove il S. Peretto di Franco Tomasi è chiamato a rovesciare la tradizione avversa. I rossoneri nei confronti del Cavaion pagano dazio in tre match casalinghi. Le prime due impennate ospiti ricordano lo 0-1 del 2 aprile ’15, la replica il 2-3 del 17 aprile ’16, riscattate dal pareggio di 1-1 il 12 marzo ’17.

In seconda battuta da porre l’accento sulle sfide veronesi: Olimpia Ponte Crencano (31)-Caselle (32) nel girone B e Scaligera (36)-Atletico Vigasio (30) nel girone C.

Da non perdere nel girone F Arcugnano (32)-Borgo Soave (31) a un passo dalla vetta (Alte Ceccato 33).

Nel girone H spicca il test off, Salara (30)-Cavarzere (33).

Ultima gara d’effetto la mette in risalto anche il trevigiano: a Falzè test verifica per la capolista Fulgor Trevignano (36), ospite la terza forza del girone, il Fossalunga Vedelago (30).

La carrellata nel girone A prende in esame l’area “out”. Corbiolo (15)-Sant’ Anna d’Alfaedo (13) potrebbe creare una parziale spaccatura nel fondo. La gara di andata ha visto il Corbiolo espugnare Sant’ Anna per 4-3.

Nel girone B l’Olimpia P. Crencano non vince tra e mura domestiche dal 21 ottobre (3-2 all’Avesa); l’Alpo Lepanto (ospita l’Illasi 34) non cede i tre punti a domicilio dal 14 ottobre (0-2 Intrepida). L’Illasi fa registrare l’ultimo ko casalingo il 18 novembre (5-3 Sommacustoza).

Nel girone C, Arcugnano 32 (ospita il Borgo Soave (31), mattatore con un filotto di 11 gare utili e 29 punti nel carniere. La vice-capolista non inciampa dal 7 ottobre, il 4-1 dal Montecchio S. Pietro.

Nel girone D lo Scaligera (36) cercherà di mantenere la rotta nel confronto casalingo contro l’Atl. Vigasio (30). I padroni di casa non incappano nella sconfitta dal 3-0 casalingo (G.S.) incassato dalla Susistenza. Out serrato in questo gruppo con Raldon (19)-Marchesino (17) e in Gips Salizzole (33)-Bonavigo (19). Il Cà degli Oppi a quota 12 potrebbe approfittarne per ricucie lo strappo.

Nel girone E la forbice dell’ out è molto ampia e potrebbe interessare Quinto Vicentino (14)-Cervarese (20). La gara perno sarà però S.F.P.-Bassan Motta. La vetta degli eventuali spareggi tiene in scacco pure il Pianezze (21) che riceverà il Giavenale (15).

Nel girone F la sfida più viva vedrà incrociarsi S. Vito Cà Trenta (18) e Costa Fara (13).

Nel girone G la gara più a rischio metterà di fronte il Colceresa (18) e il Castion (21).

Nel girone H spazio sulla disputa off tra il Salara (30) e la vice capilista Cavarzere (33). In coda il Real Pontecchio (9) cercherà di affondare l’ultimo sforzo per ridurre il gap spareggi sul Cà Emo (18). Difficile è l’impegno in cui il Canalbianco (9) dovrà sostenere al cospetto della capolista Pettorazza.

Nel girone I ultima chiamata anche in Perarolo (17)-S. Precario (8). Usma Caselle, Due Monti Abano (13) e Murialdina (14) tengono viva la fiammella del supplementare.  

Nel girone L sono gli alti e bassi dei club invischiati a mettere del pepe a S. Fidenzio Polverara (21)-Anguillara (11). Pellestrina (11) e S. Martino (13) sono a portata di mano, ma l’11 ospite deve fare bottino.

Nel girone M la sfida sofferenza è Pernumia (12)-Santanelese (20). I padroni di casa però non vanno in gol da oltre 300’.

Nel girone N due gare “in” nobilitano il weekend. Nettuno Lido (32) attende al varco il Juve Marghera (31); la capolista Sant’Erasmo (34) proverà ad allontanare la minaccia del Campocroce (30). In coda 90’ caldissimi lì offrirà lo “spareggio” Pro Athletic (18)-Salese (15). Occhi puntati anche su Altino (12)-S. Benedetto (19) per nulla fuori dalla mischia.

Nel girone O oltre al test del “Picchi” la “zona rossa” anticipa (sabato) con Lugugnana (9)-Gruaro (13).

Nel girone P la gara di maggiore pathos la vivranno il Basalghelle (13) dell’ ex mister Vettorel e i coneglianesi del Campolongo (20) collocati al limite del pericolo.

Nel girone Q F. Trevignano (36)-Fossalunga (30) mette in risalto il filotto rossonero (6 turni): la risposta ospite evidenzia la solidità esterna e l’ultima sconfitta risale al 7 ottobre 2-1 (Agredo).

Anche in coda c’è grande ressa: Nuova Loreggia (13)-Cogitana (9) e Caminese (16)-Città di Asolo 12) potrebbero compattare la fascia pericolo.

Chiude il girone R e l’area “out” è davvero bollente. Sospirolese (16)-Agordina (13) e Furlgor Farra (12) Castion (18) non concedono margini di respiro e la presenza del Ponte Alpi (14).

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 10/01/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,71742 secondi