Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Juniores Elite C. La Pro Venezia danza per un tempo e poi rischia...

Il verdetto segna la salvezza della Pro. Al V. V.to manca il punto della matematica

Vai alla galleria

Nella foto: la formazione Juniores Elite del Pro Venezia.

Vittorio Veneto SMC-Pro Venezia 2-3

Vittorio Veneto: Rosada, Galeja, Dario, Troyer, Piccoli, Saccon, Tamba (32’ st Tocchetti), Zambon (20’ st Camerin), Vivian, Ottone, Eleuteri (41’ st Pregnolato)

In panchina: 12 Antoniazzi, 13 Sarajlic, 17 Lazri

Allenatore: Dario Fadelli

Pro Venezia: Lazzarini, Sambo, Cimarosto, Righetti, Comin, Serramondi (37’ st Iovene), Fort (23’ st Alvise Ivon), Ragazzi, Conte, Dal Missiel (14’ st Marquez), Gerardini

In panchina: 12 Simone Ivon, 13 Alvise Ivon, 14 Gridelli, 15 Marquez

Allenatore: Roberto Caprioli

Arbitro: Federico Checchin sez. di Mestre

Reti: 11’ pt Ragazzi, 24’ e 27’ pt Conte, 8’ st Ottone, 13’ st Lenisa

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 14 gradi, terreno in fondo artificiale, spettatori 70 circa

Ammoniti: Comin, Righetti e Serramondi

Recupero: pt 0’ st 5’

Colle Umberto. E’ un Vittorio Veneto Jr. che in 45’ si è sciolto come neve al sole. Il pre-partita è di massima allerta … La Pro Venezia arrivata a Colle in tempi stretti, scende dal pullman concentrata e carica. Per i nero-verdi è la gara che conta, se ve ne fosse bisogno, per blindare la permanenza nel torneo. Il pericolo “out”, che la matematica non a sei turni dall’epilogo non esclude il Falmec Vittorio Veneto, è ancora vivo.  Le tre sconfitte filanti incasellate dai rossoblù nei test casalinghi contro  il Vedelago, lo Jesolo e il Ponzano, le dirette antagoniste, le ultime due per nulla irresistibili (11 gol al passivo), abbinate al flop di sette giorni fa a Cavarzano (penultimo in graduatoria) hanno fatto scivolare i ragazzi di mr. Fadelli al limite della trincea che toglie il respiro. A 31 punti, la posizione alla vigilia della gara contro la Pro Venezia (35) permette ai padroni di casa di monitorare la risalta delle dirette rivali, ma in casa rossoblù si punta a conservare il +1 sul Team Biancorossi e il +2 sullo Jesolo, impegni che valgono la scalata del Calvario... Proprio sul rettangolo in sintetico della collina di Colle Umberto, il terreno amico, l’undici della Vittoria Alata non la spunta da settimane. L’ultimo successo risale al 12 gennaio, al 4-1 inflitto al Treviso. Una sorta di liberazione nel claudicante cammino casalingo. E’ un Vittorio Veneto che si tiene a galla grazie alle affermazioni esterne a Salgareda e Cornuda. Sulla carta la gara contro la “Pro”, posizionata a quota 35, comporta ulteriori rischi. I lagunari nel trevigiano cercano di arraffare più punti possibile per rendere matematica la conferma nel torneo d’ Elite C. Un’iniezione dettata dalla discreta striscia (5 gare con 9 punti in tasca e un bilancio-gol di 10/8 a favore) che accompagna l’ undici di mr. Caprioli. L’ultimo scivolone nero-verde risale al 19 gennaio, il 4-1 incassato a Motta di Livenza.

Si parte in leggero ritardo al fischio del mestrino Federico Checchin che all’ultimo sostituisce il  trevigiano Nicola Stocco. Eccellente la prestazione atletica e precisa la direzione nel valutare ogni contatto  e nella distribuzione del “gialli”, sanzioni motivate da un finale di gare più energico. E’ la “Pro” pratica e pungente a scandire i tempi. Al 3’ bello spunto di Conte: il centravanti rientra da sinistra e dalla lunetta scocca il destro basso a giro che scheggia il palo alla sinistra di Rosada. Nel dare fondo ai ribaltamenti del gioco, al 7’ l’indecisione della difesa nero verde e il ritardo in uscita di Lazzarini spalancano la porta al timoroso lob di Eleuteri che non affonda il contatto sul portiere. L’azione snella e ficcante della Pro Venezia predilige il fianco mancino di casa. All’ 1l’ il match prende una piega a favore dei nero-verdi: allungo-cross di Gerardini che catapulta il traversone sul dischetto del rigore, al centro dell’area si fa largo Ragazzi che in ottima scelta di tempo evita le tenaglie dei centrali di casa e la capocciata supera Rosada. Il crescendo veneziano non dà respiro alla sonnolenta disposizione di casa. E’ un Vittorio Veneto compassato, lezioso, elementare nell’iniziativa oltre la linea mediana. I rossoblù insistono troppo nel palleggio sul corto e il pressing lagunare puntualmente ha la meglio nel contatto fisico.  Al 24’ i ragazzi di mr. Caprioli raddoppiano: capitan Conte ai 18 metri apre il compasso e il certosino collo destro a scendere “uccella” l’avanzato Rosada. La frittata è completa e guarnita al 2’ dal rigore che Checchin assegna per una carica subita da Geradini; capitan Conte dagli undici metri trasforma di precisione. Sullo 0-3 esce la componente balistica ospite che al 30’ esalta la volè di Fort: Comin con un taglio da destra a sinistra, pennella il pallone sul mancino di Fort, l’ala non ci pensa su due volte e al volo con un esemplare gesto tecnico (esterno collo sinistro) scarica il proiettile a incrociate a una spanna dalla base del palo. Gioca sul velluto la Pro Venezia e al 33’ potrebbe scapparci il poker: cavalcata palla al piede di Gerardini che entra in area, ma l’ultimo controllo sul sintetico lo tradisce e Rosada in uscita ribatte di piede. Nell’ultimo giro di lancette è Eleuteri a cercare fortuna da fuori.

La ripresa suona la carica rossoblù. La ramanzina e i rimbrotti di mister Fadelli hanno fatto presa. La squadra gioca con un piglio differente, l’aggressività chiude ogni spiraglio ai nero-verdi che si adagiano davanti al solido vantaggio. La partita si riapre all’8’ sul destro dal limite di Ottone. Scocca la scintilla nell’11 rossoblù che detta i tempi del pressing e chiude nella propria metà campo i ragazzi di mr. Caprioli. Il tecnico veneziano non approva le leggerezze che affiorano a contrasto e nel ribaltare l’azione. E’ un Vittorio Veneto che mette in vetrina un discreta sostanza e un  palleggio più determinato. Cerca di frenarlo al 10’ bella iniziativa di Ragazzi: rapida giravolta ai sedici metri e tiro che esce di un metro con Rosada in netto ritardo. Al 13’ il bis di casa di Lenisa tempestivo nel cacciarla destro in mischia. La partita è riaperta, ma la complicità  della difesa lagunare è ben visibile. L’appagamento gioca un brutto scherzo ai nero-verdi e il finale è tutto in trincea. Al 35’ è ancora Lenisa a fiondare il cuoio sul tronco del portiere ospite. Al 43’ l’ultima emozione e per poco ci scappa l’autogol del 3-3: gran fendente dai 25 metri di Ottone, il pallone con Lazzarini sulla traiettoria centra la base del palo, sbatte sulle gambe del n° 1 veneziano e scivola sul fondo tra l’imprecazione di casa. Nel finale il pallone del pareggio l’ha sul destro a non più di 7/8 metri dalla porta Pregnolato, ma l’attaccante cincischia troppo nell’ esercitarsi al tiro (il puntone, classico del Futsal a 5 forse non fa parte del DNA del calciatore a 11), la difesa lo assale e spazza.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 02/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




















Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019





Seconda R. L' anticipo TRL Tarzo-Sarmede finale 0-1...

TRL Tarzo-Sarmede 0-1 TRL Tarzo: Dieme, Bottega (1’ st Er-Rachdi), Traore, Pam (25’ st Badji), Giole Bernardi, Sanogo, Tela, Alberto Bernardi (43’ st Sakho), Diedhou (30’ st Mera), Dal Favero, El-Habib; 16’ st Alessandro Marinello) ...leggi
16/02/2019





Promozione D. Dodicesimo esonero. Al capolinea anche Nando Fornasier

Club con l’arte sartoriale… E’ quanto emerge nel girone D della Promozione veneta che in poche ore ha troncato il feeling con la 12^ panchina. Annotato il distacco avvenuto domenica sera alla Juliasagittaria tra il tecnico Fabio Piva (in bilico già nel mese di novembre) e il club neroazzurro, è la volta della Lo...leggi
04/02/2019




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,03212 secondi