Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Cavriè stellare. La serata regala gol a grappoli. Barbon mattatore...

Vai alla galleria

Nella foto: il Futura serramenti trascinata da Barbon, 4 reti.

La galleria: Futura Serramenti, Araba Fenice, Vivai Tomasi e Europiave.

Porte aperte sul “Cavriè” under 21. Il canicolare organizzato G.G.C. Cavriè in serata ha mosso i primi passi dopo un solo, ma doveroso anno sabbatico. Tante le facce nuove allo stand e nell’apparato organizzatore che nel corso della Primavera si è fatto in quattro per rimettere in piedi un “classico” del periodo post-campionato che attrae dirigenti, allenatori e addetti ai lavori, curiosi di vedere in azione i ragazzi che nel corso della stagione agonistica vedono di rado. Il torneo a “nove” è una passerella che in passato ha visto transitare parecchi ragazzi poi saliti alla ribalta nei tornei professionistici e un gran numero di loro sono i soggetti che si fanno onore in serie D e l’Eccellenza Veneto e Friuli V.G. Il Caviè è quindi l’occasione per una verifica tecnica da parte dei “capi” dei tanti club della marca Trevigiana che sul parrocchiale sanbiagiese potranno gustare frammenti di un buon calcio e magari scoprire l’elemento ad hoc. La serata inaugurale è partita con il match tra la Futura e l’ Araba Fenice. Il simbolico calcio d’inizio è stato dato da Don Edi Savietto, il parroco del paese e dal sindaco di S. Biagio di Callalta, Alberto Cappelletto  Una sfida vibrante, agonisticamente accesa e ricca di gol.

Alle ore 22.10 i lux del “Cavriè” hanno illuminato il secondo confronto tra il Vivai Tmasi e l’Europiave Cimadolmo.

Futura Serramenti-Abara Fenice 9-0

Futura Serramenti: Bigolin, Zanin, Durante, Marchesin, Behiratche, Biondo, Rezzou, Tonolo, Barbon, Pinarello, Cazzaro

Coach: Alberto Tocanne

Araba Fenice: Bonato, Stecchini, Cecchinato, Tagliapietra, Vegliamiti, Ervaz, Peron, Tiepolo, Gasparin, Ruggio, Meggiato, Yabre, Pasqualato

Coach:

Arbitro: Germano Raccagna sez. Trevigiana arbitri

Reti. 3’ pt, 7’, 12’ e 14’ st Barbon, 16’ e 24’ pt Sangare, 4’ st Marchesin, 11’ st aut., 21’ st Zanin

Note. Serata temperata, terreno in buone condizioni, illuminazione buona, spettatori oltre 300

Partita subito viva e al primo assalto il Futura va a segno con la zampata (piattone) da sotto di Barbon (Montebelluna). La reazione dell’Araba fenice è ben controllata dal biancocelesti che nelle retrovie si avvalgono della prestanza fisica di Behiratche (Giorgione 2000).  Un timido tentativo dei bianconeri al 14’ è neutralizzato da Bigolin (Prodeco), ma 2’ dopo è Sangare (Montebelluna) pescato in prossimità dell’ area di porta a trafiggere sul l’intervento a terra di Bonato. La partita per l'Araba Feniceche in prossimità dei sedici metri stena a finalizzare l’azione, si fa tutta in salita al 1’ dal fischio di Raccagna. E’ il 3-0 firmato da Sangare (lob sull’uscita di Bonato) a stabilire il divario nel primi 25’ di gioco. Ripresa e al 4’ il punteggio assume proporzioni inattese con il gol di Marchesin rapido nel girarsi a rete e fiondare nel sacco bianconero il pallone del poker. Dilaga il Futura con la doppietta di Barbon e per l’Araba Fenice (tutti 2001 ad eccezione di Yabre) deve arrendersi alla melina articolata già dopo 10’ della ripresa da biancocelesti. All’11’ anche la sfortuna si accanisce contro l’Araba che incassa pure l’autogol. 1’ dopo Barbon davanti alla desolata disposizione bianconera porta a tre il conto dei gol personali per il netto 7-0. Insiste Barbon. L’attaccante del Montebelluna al 14’ firma l’8-0 e la partita visto il tempo che rimane al triplice fischio vola verso un esordio in doppia cifra. Nel marcatore al 21’ entra a referto anche Zanin. L’Araba non si arrende e cerca il gol della bandiera che al 25’ Bigolin sventa a guantoni aperti con un interveto di destrezza sul primo palo.

 

Vivai Tomasi-Europiave 1-5

Vivai Tomasi: Zuliani, Marangon, Bianchin, Strippoli, Shala, Carniato, Riccardo Sartori, Buso, H. Behiratche, Nicola Sartori

Europiave: Martorel, Pizzolato, Granziera, Colli, Vanzan, Zavan, Scroccaro, Roma, Bance, Rode, Djoulou Franck.

Coach: Carniato

Arbitro: Giotto sez. Trevigiana arbitri

Reti: 3’ pt Granziera, 24’ pt Rizzato 25’ pt Vanzan, 12’ st Rode, 17’ st Bance, 23’ st Carniato

Note. Serata fresca, terreno in buone condizioni, spettatori 300 circa.

Cavrè. Partita di ben altra caratura la seconda esibizione della serata. Ma al termine dei 50’ di gioco la supremazia tattica dell’Europiave non ha dato scampo. L’impatto del match mostra due squadre toste, fisiche e ben disposte a copertura degli spazi. Il confronto si sblocca al 3’ sul primo corner della serata che Granziera in sospensione incorna alle spalle di Zuliani. La reazione della Vivai Tomasi cozza contro la robusta retroguardia guidata da Colli (Cordenons), Granziera e Pizzolato, mentre sulla linea mediana Scroccaro “S. Giorgio Sedico ) e Roma si cimentato da primo sbarramento e rilancio per il movimento di Frank e Rode (Marcon). L’undici granata in più occasioni si avvicina al tiro, ma Martorel (Luparense) di rado mostra le proprie capacità. Nel finale della prima frazione la doppia fiammata dell’ Europiave. Il gol del raddoppio matura sullo sviluppo di un corner che Pizzolato gira a rete dai 5,50. Al 24’ il tris di Vanzan: pescato tra le linee il mediano del Lia Piave sull’uscita di Zuliani piazza la palombella che gonfia la rete per il terno che chiude il primo tempo. Ripresa. Ci si attende la reazione dei granata del Vivai Tomasi, ma al 12’ è la quarta rete di Rode a chiudere la pratica. Anche il Tomasi nel finale di gara cerca il gol dell’onore, ma al 17’ il contropiede piazzato da Djoulou (Bisceglie)centra il palo alla destra di Zuliani e Bance (Vazzola) salito a rimorchio ribadisce in rete per la “manita”. Il gol della bandiera si concretizza al 23’ sul piazzato di Carniato che Martorel lanciato sul palo di sinistra non riesce a toccare.

*** Giovedì sera la seconda tornata del “Cavriè”. Alle ore 21 scenderanno in campo: Supernastri Cavriè-Laipe; alle ore 22.10 la seconda sfida apporrà il  Breda all’ Ittieffe Padernello.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 10/06/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,68673 secondi