Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Una Promo D...Marca. Academy TV, USO e Fontanelle sul podio?

Nella foto: Michele Bergamo ex Noventa di Piave.

E’ una Promozione D…Marca!

Con 10 club al via, il girone orientale si specchia nella folta presenza  trevigiana che, oltretutto, attira i favori del pronostico. L’asse veneziana chiamata a contrastare un annunciato crescendo “trevisan”sarà difesa da un lotto di outsider con occhi bene aperti sul playout. Il Noventa di mr. Tuis, il Marcon calcio, il Fossalta Piave e il Caorle La Salute di mister Maggio dovranno tirare dritto. L’Ambro/Trebaseleghe è “l’intrusa” del 2019-20, un sodalizio in grado di creare disturbo nel quadrilatero del playoff. L’area dolomitica vedrà la presenza del neopromosso Cavarzano, un club per anni in categoria. D’obbligo a bocce ferme indirizzare la curiosità e una valutazione tecnico-tattica a uno dei tecnici “esclusi” momentaneamente dal giro, Michele Bergamo, un mister di confine col trevigiano, ex trainer del Noventa di Piave.

Gli interrogativi si sprecano per una risposta scontata: Treviso su tutti?

“Io vedo una lotta più aperta e l’Opitegina non gli è seconda. L’Uso ha un organico esperto e di valore per la Promozione. Al termine delle 30 giornate vedremo chi primeggerà. L’Academy certamente non passeggerà in questo girone dove in periferia troverà campi da battaglia”.

Indica l’avversario che più saprà contrastare la cavalcata dell’Academy di “Checco” Feltrin?

Oltre aireds” di Conte, nutro fiducia e simpatica per il Fontanelle, squadra tosta,  compatta, esperta per la categoria e con punti fermi affidabili”.

Rispetto al passato, il torneo manifesta indicazioni di un appiattimento…

Questo è vero. Le società puntano a risparmiare, attingono in ogni categoria e sperano di pescare il jolly. Le scommesse non si vincono di frequenza. Questo è il segnale dello scadimento del torneo e del calcio in generale. Le categorie hanno il loro valore…”.

Si spende (bugie) sempre meno, i club non investono, c’è meno denaro e si cerca nei giovani, non sempre all’altezza, l’ancora di salvezza...

E’ la ciambella di un calcio impoverito a cui la gran parte dei club si aggrappano. I “fuori quota”,  capaci, però  sono sempre meno. I ragazzi più promettenti degli Juniores Nazionali e dell’Elite hanno un loro mercato, la serie D e l’Eccellenza. I “bravi” vanno in quella direzione e sulla piazza restano gli “scarti”, le seconde, terze scelte. E poi dicono convinti che sono bravi, senza vederli…”.

Tante società hanno atteso i “SALDI” e si sono affidate all’ usato sicuro…

“E’ di regola che questo accada con lo scemare del periodo bollente del mercato. A giugno-lo è da sempre- diventa impossibile avviare una trattativa perché le richieste sono autentiche “sparate”.  I giocatori che hanno tardato a sistemarsi, seppur validi, forse hanno capito di aver intrapreso la parabola discendente e si accontentano di molto meno. Solo però dopo un paio di mesi  subentra in loro il convincimento che il calcio non è solo guadagno…”.

Ridimensionamento. Fossalta Maggiore, Marcon, Villorba, Conegliano e Caorle L.S. hanno fatto di necessità con occhio al bilancio.

E’ la situazione generale che ha portato a questo. Pochi club hanno l’umiltà e la capacità di programmare. Tutto vogliono vincere. Vedi in difficoltà il Caorle, valido in due settori, ma davanti è poca cosa. Il Villorba non ha fatto pazzie, ma lo vedremo alla lunga come del resto il Marcon e lo stesso Fossalta di Piave che ha qualcosa in più nel motore. In questo gruppetto metterei pure il Vedelago. L’11 titolare è da prendere in considerazione”.

Matricole al vaglio... Ponzano, Godega, Marcon e Cavarzano, chi è meglio strutturato per guadagnare la salvezza?

“Senza ombra di dubbio il Godega. Il Ponzano è arrivato in ritardo e dovrà soffrire. Sarà indicativo l’inizio, l’entusiasmo sarà la forza dei ragazzi di Silboni. Il Marcon ha dovuto cedere alcuni pezzi importanti e lo vedo indebolito. Il Cavarzano lo conosco meno, ma il gruppo lo scorso anno si è fatto valere per l’intera stagione. E’ un segnale che Parteli a livello fisico ha lavorato con profitto”.

La novità è l’Ambrosiana Trebaseleghe distintasi nel battagliato girone C.

“E’ la classica formazione che le avversarie attenderanno con curiosità. Ha pescato nel girone D, un bel vantaggio con l’innesto di Zuccon (ex Sandonà e Conegliano), Fornasier dal Fossalta e Carbonetti dal Real Martellago”.

Affidiamoci alla lente d’ingrandimento: c’è una fascia “B”?

Questo lo determinerà il campo. La lista è allargata a 7/9 sodalizi. Per uscire da questo tunnel ogni mister dovrà trasmettere le giuste motivazioni  e poi con un pizzico di fortuna si potrà centrare l’obiettivo”.

Con Treviso e Opitergina una spanna sopra, potrebbe sfumare il playoff…

“E’ tutto da vedere perché, e mi ripeto, il Fontanelle h mezzi per riproporsi da “terzo incomodo”. Come due anni fa potrebbe fare da collante dopo un’annata di stenti. Non tralascerei il Conegliano che si è guadagnato i gol di Cattelan. Queste sono le squadre che hanno mantenuto il blocco della passata stagione, ma soprattutto i migliori solisti. Per Treviso e Opitergina ci sarà da soffrire, comunque…”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 19/08/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,19138 secondi