Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Caso Juve, duello Pecoraro-Esposito: "Agnelli? Offende la mia dignità". "Non si agiti procuratore"

Duello rusticano in commissione Antimafia tra il senatore Pd (di fede bianconera) Stefano Esposito e il procuratore federale Figc Giuseppe Pecoraro, richiamato in audizione per chiarire alcune sue affermazioni in merito ai rapporti tra la Juventus e la 'ndrangheta. "Conferma che il presidente Andrea Agnelli era consapevole di aver a che fare con la criminalità organizzata?", ha domandato Esposito. "Io non ho mai affiancato il nome di Agnelli alla 'ndrangheta - ha risposto Pecoraro - Io questo non glielo consento, perché è un'offesa alla mia carriera e alla mia dignità". "Da cittadino, sono preoccupato che si venga in Antimafia a dire una cosa per poi negarla. Prendo per buono che Pecoraro si sia sbagliato, ma resta un fatto di una gravità inaudita", ha poi aggiunto Esposito parlando a margine con i giornalisti di Francesco Giovannetti

Altri video correlati Sport