Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Il caso dei sensori gps: omologato il 2-0 di Giorgione-Garda

Ammenda di 200 euro per i trevigiani

Il giudice sportivo regionale ha omologato la vittoria per 2-0 del Giorgione contro il Garda, nel girone A di Eccellenza, multando però i castellani di 200 euro. La vicenda, che si protrae da quasi tre mesi, era scaturita dal reclamo della società veronese, che lamentava l'utilizzo, da parte dei giocatori del Giorgione, di scarpini dotati di sensori gps (clicca qui per ulteriori informazioni). Il Garda li riteneva pericolosi per l'incolumità, ma l'arbitro non è stato di questo avviso. A quanto pare la multa è dovuta al mancato rispetto delle prescrizioni regolamentari in merito all'omologazione e all'autorizzazione all'impiego. Il Giorgione da quella partita non ha più fatto uso di questi dispositivi, anche perché, come ha sostenuto lo staff rossostellato, era scaduto il periodo di prova con l'azienda fornitrice.

Ecco la delibera di oggi:

gara del 20/10/2019 GIORGIONE CALCIO 2000 - GARDA
A scioglimento della riserva assunta con C.U. n. 33 del 23.10.2019 e successivi differimenti. La società Garda ha proposto rituale reclamo avverso la regolarità della gara disputata il 20.10.2019 contro la società Giorgione. Lamenta la reclamante che i giocatori della reclamata portavano alla caviglia, durante la competizione, un dispositivo GPS di misurazione delle prestazioni, ritenuto pericoloso per l'incolumità dei propri giocatori, che aveva affrontato la partita intimoriti. Rilevava, per quanto occorra, aver richiesto all'A. di formalizzare riserva scritta all'inizio della competizione, che questi si riservava di effettuare a fine gara.
Sollecitato un supplemento di referto, il DdG riferiva che la riserva era stata presentata a fine gara e allegata al referto e che personalmente aveva ritenuto non pericoloso il dispositivo, ricoperto principalmente di gomma e collocato nella parte esterna della scarpa in prossimità del tallone. Aggiungeva di non aver potuto verificare se sui dispositivi ci fosse la sigla IMS e di non aver notato alcun segnale proveniente dalla panchina avversaria.
La reclamata inviava osservazioni, rilevando che i dispositivi erano contenuti in involucro di gomma morbida di un millimetro di spessore, che nulla faceva ritenere che l'infortunio al giocatore di Garda fosse da imputarsi al dispositivo, che il dirigente della reclamante si é accorto della presenza del dispositivo dopo l'inizio della gara, come da reclamo, il che esclude l'atteggiamento timoroso dei giocatori.
Il GS inviava gli atti al Procuratore 
Federale per accertare se il dispositivo adottato fosse corrispondente alle norme regolamentari per essere assistito dall'omologazione IMS e dell'autorizzazione federale o del CRV; inoltre se, per le sue caratteristiche, evidenziasse aspetti di pericolosità.
Effettuate le indagini, il P.F. le trasmetteva a quest'ufficio, che provvedeva a comunicarle alle parti, fissando per la decisione la data odierna. Le indagini svolte deponevano per il mancato rispetto delle prescrizioni regolamentari in merito all'omologazione e all'autorizzazione all'impiego. Per la pericolosità faceva riferimento alle valutazioni del DdG.
In questo quadro di riferimento, ritiene il GS che non sia possibile, da un lato, ritenere infondato il reclamo, perché il dispositivo non era impiegabile per le ragioni esposte; dall'altro di non poter accogliere le richieste della reclamante. In vero ritiene di valorizzare i dati oggettivi, risultati dai documenti di gara: la reclamante aveva rilevato la presenza dei dispositivi nel corso del primo tempo, conclusosi col risultato per sé negativo, ancorché i suoi giocatori non potessero avere ancora contezza dei rilievi (non omologazione e presunta pericolosità) condizionante la prestazione. Si può ritenere, quindi che la richiesta di presentare riserva alla fine del primo tempo avesse ragione cautelare nella prospettiva di esito negativo della competizione.
D'altro canto non si può non censurare il comportamento della reclamata, se effettivamente convinta del rischio per gli atleti, di ritirarli dalla gara indipendentemente dal risultato acquisito o conseguibile, eventualmente reclamando le decisioni conseguenti del GS. L'assenza di pericolosità dei dispositivi, apprezzata dall'A. non può, per altra via, considerarsi errore tecnico determinante per il risultato acquisito sul campo.

P.Q.M. il GS delibera:
-il reclamo della società Garda é formalmente ammissibile, ma non accoglibile nelle 
conclusioni esposte, con conseguente omologazione del risultato acquisito sul campo Giorgione - Garda 2 a 0 e restituzione della tassa di reclamo addebitata;

-di applicare alla società Giorgione Calcio l'ammenda di euro 200,00.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 15/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Promozione D. Alessandro Silboni lascia la panchina del Ponzano

In Promozione svolta sulla panchina del Ponzano. L’allenatore Alessandro Silboni (in foto) ha deciso di farsi da parte, e con lui lasciano anche il direttore sportivo Enrico Vanin e lo staff tecnico. Nei prossimi giorni la società ufficializzerà il nuovo mister.Red...leggi
27/02/2020

Rinviato il convegno di stasera a Conegliano con Renzo Ulivieri

Il Coronavirus ha fatto rinviare anche il convegno di stasera, lunedì, a Conegliano con Renzo Ulivieri (in foto). Il presidente dell’Associazione italiana allenatori di calcio era atteso alle 20.15 all’hotel Eurorest per discutere sul tema “Dove va il calcio di o...leggi
24/02/2020

S.Gaetano, stagione che profuma di riscatto. La parola a Luca Sagrillo

Partito con l’ambizione di un campionato da protagonista, il San Gaetano sta rispettando le aspettative della vigilia. I montebellunesi del presidente Sartor sono infatti al comando del girone Q di Seconda categoria, con 4 punti di vantaggio sul Loreggia, 8 sul Fossalunga e 9 sulla Valdospor...leggi
20/02/2020







Terza categoria di Treviso. Il punto dopo la 5. giornata di ritorno

Nella foto: Luca Nussio, presidente-allenatore del Ramon che si è aggiudicato il derby tutto loriese. Il pareggio della capolista Fregona a Resana, il Giavera che la raggiunge in vetta, il divario sempre più grande tra secondo e terzo posto (playoff a forte rischio) e il derb...leggi
17/02/2020







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08017 secondi