Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Eccellenza Veneto: le retrocessioni non sono più escluse

Ruzza: "La situazione è cambiata, ora più società vorrebbero ripartire"

Contrariamente a quanto proposto una decina di giorni fa, il Comitato regionale Veneto potrebbe cambiare orientamento sul blocco delle retrocessioni e sulla facoltà di non partecipare al campionato di Eccellenza data alle società. A patto, ovviamente, che si possa ripartire. Lo ha affermato stasera il presidente del CRV Giuseppe Ruzza (nella foto) durante la trasmissione Lunedì in campo su Prima Free, sottolineando che è comunque un suo parere personale e che dovrà discuterne anche con il Consiglio direttivo.
"Quella delibera con il blocco delle retrocessioni è arrivata in un momento in cui le società erano divise a metà sulla ripartenza. Quindi, pur di ricominciare, avevamo proposto di garantire la categoria con il blocco delle retrocessioni e lasciare spazio alla corsa per la promozione in Serie D. Adesso però la situazione è leggermente cambiata, nel senso che ci sono più società che vorrebbero ripartire. Pertanto se si riuscirà a tornare in campo - e quindi se ci sarà un protocollo accessibile e i tamponi saranno a carico di altri enti e non delle società - credo che dovremmo rivedere quella delibera", ha dichiarato Ruzza. Delibera che tra l'altro era stata presa a modello dalla LND.
Nel precisare che ogni Comitato regionale sarà autonomo, il presidente ha accennato a una sola retrocessione, sia per dare un senso al campionato salvaguardando il merito/demerito sportivo, sia per non penalizzare troppo le società visto che si giocherebbe solo il girone di andata.

Sul ritardo del Coni in merito al riconoscimento del carattere nazionale dell'Eccellenza: "Non credevo che bisognasse aspettare le elezioni Figc del 22 febbraio. Sembra strano, ma a quanto pare il Coni non ne ha ancora discusso".

Secondo il presidente è improbabile la riapertura degli svincoli.

Ecco il link per il video della puntata integrale. L'intervento del presidente sui temi qui citati è iniziato esattamente dopo un'ora >>> Clicca qui

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 15/02/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,08950 secondi