Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Padova


Il CastelbaldoMasi a Rovigo? Ne parliamo col "pres" Michele Ottoboni

"Si creerebbe un'alleanza tra più società. Ho voglia di fare calcio"

Da qualche settimana si parla dell’interessamento da parte di Michele Ottoboni (nella foto) verso la piazza di Rovigo. Il vulcanico presidente del Castelbaldo Masi ha già annunciato di voler lasciare i due piccoli paesi della Bassa Padovana, al termine di una favola calcistica che ha visto la squadra scalare le categorie fino all'Eccellenza.

Oggi i media locali rodigini sono tornati a scrivere del suo possibile trasferimento nel capoluogo polesano, prevedendo un’unione tra più società e la presenza di più squadre, di cui una in Eccellenza grazie al titolo del Castelbaldo Masi. Si giocherebbe eventualmente allo stadio “Gabrielli” di Rovigo (ci sarà un bando per aggiudicarselo).

In merito alla trattativa, abbiamo contattato il patron Ottoboni per capire a che punto è la situazione per questo 'matrimonio'.
“Siamo al primo fidanzamento, dobbiamo ancora conoscere i genitori”, esordisce scherzosamente, “Domani avremo un incontro dal commercialista, la prossima settimana un’altra riunione. Penso sia ancora prematuro parlarne. Da parta mia la voglia di fare calcio c’è, e di andare via da Castelbaldo Masi pure. A Rovigo si potrebbe creare un’alleanza tra diverse società locali, con squadre in categorie diverse: una in Eccellenza (nome da definire: forse Nuovo Rovigo o Rovigo 2021?), il Granzette in Prima categoria, il Duomo in Seconda, ma anche il calcio a 5 femminile e alcuni atleti disabili che hanno sposato il nostro progetto. In tutto si creerebbe un circolo di 400-500 tesserati”.

“Se l’operazione andasse in porto - prosegue Ottoboni - i primi giocatori che verranno contattati saranno quelli del luogo o dei paesi limitrofi. Sarebbe bello portarli a giocare in città. Siamo una cordata importante di imprenditori, che vuole riportare Rovigo in palcoscenici importanti come la Serie D e C. Quando una formazione viene costruita per vincere, anche il pubblico risponde 'presente', come è accaduto al Castelbaldo Masi. Ci tengo a ringraziare le altre società che farebbero parte dell’unione: dai Grandi Fiumi del presidente Cittante - che mi ha interpellato per propormi questa unione - al Granzette, passando per Duomo, San Bortolo e l’Associazione uguali diversamente”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 30/03/2021
 

Altri articoli dalla provincia...








Eccellenza. Loris Bodo sarà il nuovo DS dell'Albignasego

Loris Bodo (nella foto), sarà il nuovo direttore sportivo dell'Albignasego per la stagione 2021/2022 in Eccellenza. Non seguirà solo la prima squadra, ma anche la Juniores e il settore giovanile, inoltre sarà supervisore della Scuola calcio...leggi
11/05/2021





Villafranchese. Il capitano Enrico Bertan appende le scarpe al chiodo

Dopo molti anni con la maglia granata, il capitano Enrico Bertan (classe 1979) appende le scarpe al chiodo. Prima nella vecchia Villafranca 2010 e poi con la Villafranchese, ha sempre onorato i colori della propria squadra. Il suo atteggiamento, serio, professionale, dedito al lavoro e al gruppo ha insegnato e trasmesso mo...leggi
07/05/2021


Nuovi allenatori: Simone Ferlin a Loreggia, Giulio Gobbo a Villanova

Dopo la separazione con Dino Tonin, la Nuova Loreggia ha ufficializzato l'allenatore per la stagione 2021/2022 in Prima categoria: è Simone Ferlin (a sinistra nella foto, insieme al direttore sportivo Diego Pegorin), ex Vedelago e Quinto. Alle spalle ha pure tre stagioni con altrettante salvezze alla...leggi
05/05/2021




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06221 secondi