Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Treviso


Liventina in doppia cifra: quest'anno 11 cessioni nei professionisti

Mattia Tomasella, Davide Barbera, Edoardo Dalla Nora, Giammaria Fiorin, Nicolò Saramin, Leonardo Scarpa, Lorenzo Busicchia, Enkel Hyka, Davide Casagrande, Francesco Lo Castro e Tommaso Maritan

Vai alla galleria

Nella foto a lato: il responsabile scouting Bruno Cover. In galleria: il direttore tecnico Fabrizio Toniutto.

La Liventina del presidente Bruno Foscan è andata in doppia cifra per numero di trasferimenti a società professionistiche nel 2021. Sono infatti 11 le cessioni dal settore giovanile biancoverde, che si conferma ancora una volta una fucina di talenti.

Partiamo da Mattia Tomasella, portiere classe 2007 di Codognè, che si è accasato alla Sampdoria.
Ben 5 sono approdati al Venezia: Davide Barbera (attaccante 2007 di Casale), Edoardo Dalla Nora (centrocampista 2007 di Oderzo), Giammaria Fiorin (centrocampista 2006 di Jesolo), Nicolò Saramin (difensore 2006 di Jesolo) e Leonardo Scarpa (difensore 2006 di Venezia).
Il difensore Lorenzo Busicchia (2006 di Caorle) si è trasferito alla Virtus Entella, l’attaccante Enkel Hyka (2003 di Ceggia) alla Viterbese, mentre il difensore Davide Casagrande (2005 di San Michele al Tagliamento) e l’attaccante Francesco Lo Castro (2006 di Godega) vanno al Cittadella.
L’undicesimo trasferimento nei professionisti riguarda il difensore Tommaso Maritan, nato nel 2004 ed ora al Padova.

Ne abbiamo parliamo con Bruno Cover, responsabile scouting della Liventina e figura storica del vivaio biancoverde.

Undici cessioni nei professionisti nel 2021 è un bilancio che vi soddisfa?
“Sicuramente va oltre le aspettative. Alcuni contatti con i club erano iniziati già due anni fa. L’anno scorso le società professionistiche avevano investito poco nelle acquisizioni, guardando meglio in casa propria prima di scartare qualcuno: pensavo che nel 2021 sarebbe stato lo stesso, invece sono tornate ad acquistare. Di solito le partenze importanti si fanno a 14 anni, mentre ora qualcuno è partito avendone 15”.

Come siete riusciti a valutare i giovani con poche partite disputate?
“In passato visionavo dalla categoria Esordienti, ora invece mi muovo già in età Pulcini e Piccoli amici, quindi si tratta di giocatori già monitorati. Al termine della scorsa stagione erano stati d’aiuto alcuni allenamenti, importante anche il percorso svolto nel camp. Quest’anno le nostre acquisizioni da società affiliate e limitrofe si sono ridotte del 60%, per non rischiare. Non prendo mai qualcuno per tenerlo solo un anno e poi lasciarlo a casa, a meno che non sia richiesto dai professionisti. Cerco di portare a Motta solo chi può fare un percorso di 2-3 stagioni”.

Qual è il rapporto tra il settore giovanile e la prima squadra della Liventina?
“Da 5-6 anni c’è una maggior collaborazione, ho notato anche alcuni rientri da parte di chi magari non ha sfondato nei professionisti. In passato c’era un salto notevole tra prima squadra e settore giovanile, adesso invece i nostri giovani riescono ad inserirsi, grazie anche alla società che crede in loro e gli dà spazio”.

Complice la pandemia, percepisce un calo di entusiasmo tra i tesserati del vostro settore giovanile?
“Direi di no. I nostri ragazzi hanno tanta voglia di calcio e di divertirsi. Ad esempio abbiamo allestito una squadra Allievi in più. C’è da augurarsi di non cadere in nuove restrizioni a causa del Covid. L’ultimo periodo è stato difficile per i ragazzi. I 2004 sono passati direttamente dagli Allievi alla prima squadra. I 2008 invece dal giocare a 7 al giocare a 11, senza il passaggio intermedio a 9. Speriamo quindi che si possa lavorare regolarmente per un percorso di formazione”.

Galleria fotografica
  • Fabrizio Toniutto
Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 16/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...




Pagotto: "Il Vazzola dei giovani ci sta regalando soddisfazioni"

C’è soddisfazione in casa Vazzola per questo avvio di stagione. L’unica sconfitta nel girone E di Promozione è maturata contro la capolista Unione Limana Cavarzano, mentre tre giorni fa i gialloverdi hanno conquistato la qualificazione agli ottavi di finale del Trofeo Veneto. ...leggi
16/10/2021



Sconfitta a tavolino al San Michele Salsa per aver lasciato il campo

Come era nell'aria, il giudice sportivo regionale ha inflitto la sconfitta a tavolino al San Michele Salsa, la squadra di Prima categoria (girone I) che domenica scorsa ha lasciato il campo dopo un insulto razzista proveniente dagli spalti e rivolto a un proprio giocatore di colore, Ousseynou Diedhiou. ...leggi
13/10/2021

Eccellenza. Il Treviso rinforza il reparto offensivo con Kabine

In Eccellenza il Treviso puntella il reparto avanzato con Mehdi Kabine (nella foto). Il giocatore classe 1984 sarà a disposizione del tecnico Gianni Migliorini già stasera per l'ottavo di finale di Coppa Italia, alle 20.30 al Tenni contro l'Opitergina.Kabine arriva dal Team Altam...leggi
13/10/2021


Eccellenza. L'Opitergina scivola in casa con l'Istrana

Eccellenza, girone C, 4^ giornata di campionato Ko interno per l'Opitergina che con l'Istrana riesce a costruire buone trame di gioco e colpisce pure una traversa: i tre punti però vanno agli ospiti. In settimana c'è stato il cambio di g...leggi
11/10/2021





Juniores. Cisonese e FC Conegliano in finale al "memorial Sior Perin"

Nella foto a lato, lo staff dirigenziale della manifestazione: da sinistra Vittorino Allegritti (dirigente), Mirco Modolo (responsabile organizzatore / direttore generale) e Lorenzo Canzian (presidente). Sarà Cisonese-Football Club Conegliano la finalissima del 3° memorial "Sior Perin"...leggi
01/10/2021




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03301 secondi