Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Treviso


Il comunicato del Treviso in merito alla presunta fusione con il Monte

"La proposta presentata oggi dal Montebelluna non è percorribile ed è irrealizzabile", afferma il presidente Luigi Sandri

Pochi minuti fa il Treviso ha emesso un comunicato ufficiale, attraverso il quale intende chiarire alcuni aspetti dopo le notizie circolate negli ultimi giorni riguardo la presunta fusione con il Montebelluna.

Questo il comunicato:

La società Treviso Fbc 1993 rende noto che solo oggi vi è stato il primo contatto con i rappresentanti del calcio Montebelluna. In merito alle notizie diffuse nei giorni scorsi, le stesse non trovano nessun riscontro nella sede di Via Ugo Foscolo.

“Oggi ho avuto il primo contatto con la dirigenza del Montebelluna e ci tengo a sottolineare che in queste settimane non ho avuto né incontri e nemmeno una telefonata con alcuno in merito alle fantomatiche progettualità legate alla nostra società – sottolinea Luigi Sandri (foto), presidente di Treviso Fbc 1993 – era necessario questo incontro, che ho fortemente voluto per chiarire e comprendere il motivo di queste voci.

La costruzione mediatica avvenuta in questi giorni risulta architettata come azione di disturbo nei confronti di una squadra e una società che stava lottando per raggiungere l’ambito salto di categoria. Chi vuole bene al calcio Treviso di certo non avrebbe aperto questo dibattito nel bel mezzo dei playoff per la promozione in serie D”.

Solo oggi, quindi, il presidente Sandri ha potuto ascoltare le proposte per comprendere se ci fossero dei motivi di interesse per il futuro della società biancoceleste: “La proposta presentata oggi dal Montebelluna non è percorribile ed è irrealizzabile - aggiunge - Finché sarò io presidente la nostra società si chiamerà Treviso Fbc 1993. In questo triennio abbiamo investito sul dare un’identità precisa ai nostri colori. Senza contare che abbiamo voluto mettere in campo un settore giovanile di grande qualità grazie al coinvolgimento e all’impegno che abbiamo preso con professionisti di valore. La nuova scuola calcio in tal senso è un progetto che parla da solo”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 24/05/2022
 

Altri articoli dalla provincia...










Il Casier Dosson si rifà il look in vista della prossima stagione

Dopo la sofferta stagione sportiva 2021/2022, il Casier Dosson ha deciso di cambiare marcia, cambiando tutta la direzione tecnica della società e dando vita a nuovi programmi per tutto il suo settore giovanile. Ringraziando il direttore sportivo della stagione 2021/2022 ...leggi
02/07/2022









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13884 secondi