Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Puro Settore. Domani ore 12,30 la Diretta dei sorteggi della Final-six

Archiviata la prima fase nazionale, il Puro Settore Scolastico Allievi e Giovanissimi attende i sorteggi (Venetogol alle ore 12,30 darà in DIRETTA il sorteggio) e la composizione dei 4 gironi che dal 23, il giorno dell’arrivo delle comitive in Romagna a cui farà seguito il saluto del Comitato organizzatore della Figc (si parte il 24 con le prime gare dei triangolari) al 28 giugno, daranno vita alla final-six scudetto. I campi dell’ hinterland di Forli/Cesena assegneranno il Tricolore per un paio di settimane ancora cucito al petto del Forlì vincitore nella categoria Allievi e della Liventina (TV) campione uscente nella categoria Giovanissimi. La curiosità è massima e il Montebelluna di Luca Bressan sulla propria strada incrocerà l’Enotria Milano (vice campione d’Italia 2016, sconfitto al “Morgani” dal Forlì), la Virtus Cattolica S. Michele Firenze, la Vigor Perconti Roma, il Renato Curi Angolana e l’Accademy Lamezia.

Sulla carta sono quattro le antagoniste quotate, club habitué della rassegna Tricolore. L’Enotria Milano ha superato il turno tra le polemiche. I rossoblù dopo il successo sudato (1-0) contro il Pinerolo, nella gara giocata domenica mattina in Sardegna, ospiti del Sigma Cagliari, l’esito della sfida decisiva ha mandato su tutte le furie la dirigenza isolana che si è vista negare un sacrosanto penalty (arbitro di Carbonia) e la possibilità di agganciare il pareggio che sanciva la qualificazione. Enotria un gradino sotto? Allora chi il “Monte dovrà evitare è l’R.C. Angolana. L’undici abruzzese dopo l’8-1 all’Agnonese si è concesso il bis piegando il temutissimo Mariano Keller Napoli (2-1). Il terzo ostacolo sarà rappresentato dai rossoblù della Vigor Perconti Roma. Club che in ogni edizione del Puro Settore ci mette lo zampino. I romani dopo il 2-2 di Sinigallia hanno sconfitto i perugini del Campitello. Le incognite e prevedibili outsider sono la Virtus Cattolica S. Michele, il club dove ha mosso i primi passi Paolo “Plablito” Rossi. L’undici toscano con uno score immacolato, 7/0 la differenza reti, si candida al podio in uno dei due gruppi. L’interrogativo porta alla ribalta l’ Accademy Lamezia. I calabresi inseriti in un gruppo assai equilibrato hanno superato il turno assicurandosi il successo nello scontro diretto contro i rosanero del Calcio Sicilia Palermo.

Nella categoria Giovanissimi, il Chisola Torino (lezione all’Enotria) e la Scuola Calcio Fabrizio Miccoli, stante la forza fisica e il talento dei giovani che scenderanno in campo godono del favore del pronostico. Il Pantanelli Siracusa (una stagione giocata su campi sterrati e sul sintetico) potrebbe rivelarsi la vera mina vagante sul “verde” romagnolo. Il Triveneto sarà presente con il Cjarlins Muzane neofita di queste manifestazioni dove la Virtus Cattolica è il club che in passato ha maturato l’esperienza Tricolore. Tutta da scoprire l’Urbetevere che ha chiuso la doppia sfida con un bonus gol di 7/0. L’undici laziale è compagine tosta e muscolare.

Archiviata la prima fase nazionale, il Puro Settore Scolastico Allievi e Giovanissimi attende i sorteggi (Venetogol alle ore 12,30 darà in DIRETTA il sorteggio) e la composizione dei 4 gironi che dal 23, il giorno dell’arrivo delle comitive in Romagna e il saluto del Comitato organizzatore della Figc (si parte il 24 con le prime gare dei triangolari) al 28 giugno, daranno vita alla final-six scudetto. I campi dell’ hinterland di Forli/Cesena assegneranno il tricolore per un paio di settimane ancora cucito al petto del Forlì vincitore nella categoria Allievi e della Liventina (TV) nella categoria Giovanissimi. La curiosità è massima e il Montebelluna di Luca Bressan sulla propria strada incrocerà l’Enotria Milano (vice campione d’Italia 2016, sconfitto al “Morgani” dal Forlì), la Virtus Cattolica S. Michele Firenze, la Vigor Perconti Roma, il Renato Curi Angolana e l’Accademy Lamezia.

Sulla carta sono quattro le antagoniste quotate, club habitué della rassegna Tricolore. L’Enotria Milano ha superato il turno tra le polemiche. I rossoblù dopo il successo sudato (1-0) contro il Pinerolo, nella gara giocata domenica mattina in Sardegna, ospiti del Sigma Cagliari, l’esito della sfida decisiva ha mandato su tutte le furie la dirigenza isolana che si è vista negare un sacrosanto penalty (arbitro di Carbonia) e la possibilità di agganciare il pareggio che sanciva la qualificazione. Enotria un gradino sotto? Allora chi il “Monte dovrà evitare è l’R.C. Angolana. L’undici abruzzese dopo l’8-1 all’Agnonese si è concesso il bis piegando il temutissimo Mariano Keller Napoli (2-1). Il terzo ostacolo sarà rappresentato dai rossoblù della Vigor Perconti Roma. Club che in ogni edizione del Puro Settore ci mette lo zampino. I romani dopo il 2-2 di Sinigallia hanno sconfitto i perugini del Campitello. Le incognite e prevedibili outsider sono la Virtus Cattolica S. Michele, il club dove ha mosso i primi passi Paolo “Plablito” Rossi. L’undici toscano con uno score immacolato, 7/0 la differenza reti, si candida al podio in uno dei due gruppi. L’interrogativo porta alla ribalta l’ Accademy Lamezia. I calabresi inseriti in un gruppo assai equilibrato hanno superato il turno assicurandosi il successo nello scontro diretto contro i rosanero del Calcio Sicilia Palermo.

Nella categoria Giovanissimi, il Chisola Torino (lezione all’Enotria) e la Scuola Calcio Fabrizio Miccoli, stante la forza fisica e il talento dei giovani che scenderanno in campo godono del favore del pronostico. Il Pantanelli Siracusa (una stagione giocata su campi sterrati e sul sintetico) potrebbe rivelarsi la vera mina vagante sul “verde” romagnolo. Il Triveneto sarà presente con il Cjarlins Muzane neofita di queste manifestazioni dove la Virtus Cattolica è il club che in passato ha maturato l’esperienza Tricolore. Tutta da scoprire l’Urbetevere che ha chiuso la doppia sfida con un bonus gol di 7/0. L’undici laziale è compagine tosta e muscolare.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 12/06/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,69119 secondi