Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Eccellenza B. Al Viani la 'prima' Nervesa-Giorgione archivia l' 'ics'

Vai alla galleria

Nella foto: il rigore di Rey Volpato (Giorgione 2000) che spiazza Villanova.

Nervesa-Giorgione 2000 1-1

Nervesa (4-3-1-2): Villanova, Battistella* (20’ st Bressan), Boldrin****, Sandri, Ton; Matteo Visentin (26’ st D’ Incà), Pinarello****, Rossi, Martini; Tartalo; Marco Vianello (15’ st Rey Luna)

In panchina: 12 Andrea Visentin***, 13 Dametto***, 14 Salvadori**, 17 Pellizzari

Allenatore: Matteo Vianello

Giorgione 2000 (4-3-1-2): Bevilacqua, Bortoluzzi (14)*, Mioni, Bianchi (5), Behiratche (19)**** ; Velardi (4)** (26’ st Gerotto**), Peron**** ( 13’ st Mancon), Paganin* (34’ st Cisotto**); Podvorica (37’ st Vio**);  Rey Volpato, Cendron* (38’ st Cecchin***)

In panchina: 12 Mason***, 18 Tomasi**

Allenatore: Antonio Paganin

Arbitro: Simone Gauzolino sez. aia di Torino

Assistente n° 1: Gobbo sez. di Padova

Assistente n° 2: Bettello sez. di S. Donà di Piave

Reti: 32’ pt Marco Vianello, 30’ st Rey Volpato su rigore

Note. Pomeriggio soleggiato e afoso, temperatura di 27 gradi, terreno in discrete condizioni, spettatori 280 circa con una nutrita schiera di mister e addetti ai lavori

Ammoniti: Podvorica, Rossi, Mancon

Espulso: al 39’ st Macon “giallo/rosso”

Recupero: pt 0’ st 5’

(**) under a referto gara: *’97, **’98, ***’99, ****2000

Nervesa. La prima vetrina d’Eccellenza della stagione apre “al Gipo Viani”, di sabato e chiude sul pari. Il primo derby di Marca, in anticipo rispetto al cartellone domenicale è già un buon test. Il biglietto da visita per entrare nel gotha delle papabili alla vittoria finale, il Nervesa lo mostra fiero: i ragazzi di “Teo” Vianello, imbattuti in Coppa Italia, tra due settimane contenderanno, in casa, il passaggio del turno alla capolista S. Giorgio Sedico. Pure il Giorgione 2000 mostra il petto l’orgoglio dei risultati ottenuti nella prime due uscite ufficiali, successi che gli hanno garantito l’accesso ai quarti di finale di coppa alla band di mister “Tony” Paganin. In campo la sfida più attesa mette a confronto Rey Volpato (trascorsi in A alla Juve e al Livorno) e Marco Vianello, i due centravanti. Nei due undici c’è una buona qualità che fa lievitare il torneo 2017-18. In casa Nervesa con Villanova (Cittadella e Careni/Pieve) tra i pali,  Ton (Pisa e Treviso) e M. Vianello (Milan s.g., Melfi e Compensorio). La controparte fa valere il passato e l’esperienza del bomber Volpato, conta sul centrale Bianchi (Pordenone, Fontanafredda e Paceco in Eccellenza Sicilia, dove qualche mese fa ha raggiunto la D) oltre a Podvoriva (Union Feltre) e il manipolo di giovani che hanno esordito nelle scorse stagioni in serie D. Al “Viani” l’attesa è ben motivata e la discreta cornice di pubblico lo testimonia. Nel ricamare l’ultimo e unico verdetto sulle sponde del Piave, c’è da sottolineare il successo castellano del 5 marzo scorso, l’1-0 finale. Al fischio del piemontese Guazzolino sono 4 i giocatori castellani a indossare la “diabolica” numerazione che manda in tilt le segreterie e fa spendere un sacco di tempo nella compilazione del referto gara. E poi rende nevrotica allo speaker dello stadio la lettura delle formazioni dovendo fare attenzione al ruolo ricoperto e al numero di maglia indossato un autentico rebus a cui il calcio degli “amateur” poteva fare a meno.

Partita comandata dai padroni di casa con il Giorgione disegnato sulla difensiva e il baricentro molto basso. Bianchi da ultimo uomo fa valere esperienza posizione, ma i giovanissimi compagni di linea sono sovente sovrastati negli inserimenti da dietro della mediana di casa e soprattutto vanno nel “pallone” quando l’azione dei bianco-azzurri si fa avvolgente e compre l’intero arco avanzato. Non cìè filtro della mediana e il Nervesa trova sbocchi ovunque. Nel primo quarto di gioco, maschio e ringhioso (Guazzolino lascia fare anche nei takle più energici) la spinta di casa è visibile agli occhi dei presenti, ma Bevilacqua non ha grandi occasioni per mettersi in luce. Superata la metà della prima frazione il Nervesa comincia a incidere con maggiore vigore dopo un paio di tentativi sfumati in prossimità dei sedici metri. Al 23’ il Nervesa fa capolino nell’area castellana: è Marco Rossi ad alternarsi a Tartalo nella proiezione sulla corsia di sinistra; il mediano fronteggiato da Bevilacqua in uscita bassa si vede respingere il rasoterra dall’intervento di piede dell’estremo biancorosso. Al 24’ palla-gol per Tartalo: la mezzala a campo aperto s’invola tutto solo verso Bevilacqua, lo supera di slancio, ma nel finalizzare il diagonale da posizione angolata (sulla sinistra) nella rete sguarnita, è la scivolata in extremis di Bianchi (ex Paceco) a sradicare il pallone dal primo palo. La spinta favorita dalle incertezze in uscita dei rosso stellati, al 32’ si tramuta in gol. La pressante iniziativa sviluppata nella metà campo castellana, innesca l’azione del vantaggio che premia il Nervesa: sulla trequarti in posizione centrale Matteo Visentin con l’esterno del piede allarga il raggio dell’azione, su Marco Vianello, il centravanti sulla corsa corregge la traiettoria del cuoio, punta la linea dei sedici metri e in un batter baleno scarica il diagonale sul secondo palo, un pallone imprendibile per Bevilacqua. Subito il gol il Giorgione 2000 non manifesta alcuna reazione. C’è un fallo (evitabile e davanti alla panchina del Giorgione) di Podvoria a indurre Guazzolino a estrarre il primo “giallo” del campionato. I ragazzi di Antonio Paganin fino al riposo mai riescono a servire l’imbeccata a Rey Luna che nell’occasione in cui si divincola da Ton (un corpo a corpo energico) è pescato in fallo dal fischietto torinese.

Ripresa. Al 12’ dal cross su palla inattiva di Rossi, il grappolo di uomini e l’alleggerimento dell’azione nasce la veloce ripartenza dei castellani: Bianchi avvia la fase del rilancio, Behiratche a grandi falcare si sciroppa mezzo campo, taglia su Velardi appostato al centro dell’area, sponda dell’avanti per l’entrata sulla sinistra del difensore centrale e la volè impegna Villanova in una prodezza ad effetto sul primo palo. E qui cambia l’inerzia del match. Il Giorgione 2000 si fa più intraprendente, guadagna metri, il Nervesa smarrisce la vitalità e l’ardore agonistico e i castellani con un buon crescendo al 30’ guadagnano il penalty con una ficcante puntata di Cendron abbattuto da Ton nei sedici metri. Per Gazzolino che segue a “vista” l’azione è facile variare la corsa e indicare il dischetto del rigore. Dagli undici metri Rey Volpato spiazzata Simone Villanova. 1-1. Ottenuta la parità il Giorgione provvede ad avvicendare la panchina, spezzetta i tempi della partita interrompendo la prevista reazione di casa. Al 39’ brutta entrata da “rosso” di Mancon che si prende la doppia ammonizione e l’anticipata doccia. Squadre stanche prive di lucidità e il finale vede il Giorgione ancora sprintare e alleggerire le puntate di casa. L’inferiorità numerica non si nota perché la gambe dei ragazzi di Vianello mostra i segni della fatica. Nei 5’ concessi al recupero da Guazzolino il gol resta un miraggio a il derby va in archivio sul pareggio.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 09/09/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,70191 secondi