Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Eccellenza Playoff e Playout. Occhio al temuto forestiero...

Azzurra, Godigese, S. Martino Speme e Godigese non temono il fattore campo!

Nella foto: il Treviso atteso al Tenni alla prova del "nove" da 1500 supporter...

Tutto playoff. La panoramica regionale in Eccellenza

Eccellenza girone A

Già promosso agli spareggi Nazionali, il Vigasio per un paio di settimane avrà modo rifiatare e ricaricare le pila in attesa di conoscere l’avversario che uscirà dal triangolo piemontese: Borgaro, Stresa e Città di Baveno. Il playout è un bell’intrigo. Pericolo in vista per il Team S. Lucia Golosine.  I veronesi  ospitano l’Azzurra Sandrigo di mr. Bernardi all’asciutto di gol da oltre 300’, ma nello scrigno delle “gioie” stagionali, luccica l’unica vittoria esterna, proprio in terra scaligera. Il team vicentino l’ha messa a segno proprio sul rettangolo del  S. Lucia (1-0) contro il quale nei 180’ non ha subito gol. Un messaggio di stimolo per conservare la categoria? L’Eccellenza conta di garantirsela l’ EuroMarosticense che in caso di successo sulla matricola S. Martino Speme per il terzo anno consecutivo raggiungerà lo scopo e la permanenza nel girone A. Occhio però perché lo Speme contro l’undici degli scacchi nel doppio confronto stagionale ha centrato due terni: 3-1 al “Maroso” il 22 novembre e la replica è maturata a inizio mese. Il 3 aprile il test casalingo segnò l’analogo verdetto.

Eccellenza B

In questo raggruppamento, livellato in basso (la Vigontina uscita misteriosamente dal playoff lo fotografa con i 14 punti incamerati in 15 gare del girone di ritorno…) e combattuto fino all’ultimo secondo (vedi il successo del Lia Piave allo “Zugni Tauro” di Feltre), il post-season è chiaro per effetto dei risultati emersi nella 30^ giornata. Ad aprire la rassegna sarà il derby di Marca in tinta biancoazzurra tra il Treviso e il Lia Piave in campo all’ “Omobono Tenni “di Treviso.  Curiosità. Gli ex: il portiere Schincariol, Alessandro Cattelan e Furlan (squalificato). E’ un playoff dove si resetta tutto e le sorprese sono dietro l’angolo: la favola Liventina partita dal 5° posto , insegna. Il “Lia” nel capoluogo ricorda il passo falso del 17 gennaio (1-0). Il Treviso di Claudio Ottoni entrerà in campo con alle spalle quattro successi, ma non potrà  cullarsi sugli allori  perché nei derby non sempre ha mai fatto faville due kappaò  casalinghi contro l’ union Pro MP e il Careni Pievigina sono avvisaglie da testare alla luce del sole…

Nel secondo playoff del pomeriggio  Sandonà -Real  Martellago non annuncia una partita di fioretto.  Lo dicono i risultati: all’andata l’undici di Andrea  fece il pieno sul terreno del Real, e domenica scorsa  è puntualmente arrivata la rivalsa. In coda Union QDP-Godigese assegnata alla “faccia di bronzo” di Thomas Alfieri (mascherato dalla tintarella, il fischietto trevigiano  nasconderà la tensione di un verdetto che peserà sul futuro dei due club), non sarà una partita tattica. Il temperamento trasmesso da “Nini” Pisani non lo si scopre adesso e la Godigese catechizzata dal “martello” castellano è ritornata in corsa.  Sulla corsa e sull’agilità conta di fare la partita l’ Union QDP che potrà avvalersi del doppio risultato e la posizione in classifica per  restare ancorato all’Eccellenza. Il bilancio annuale sposta l’ago della bilancia a favore del club di Castello di Godego  con un glaciale 6-0!. Nella gara di andata (2-0) concisa con il primo acuto stagionale della matricola affidata a Marco Fabbian, capitan Marchesan  e compagni cancellarono un inizio intermittente. La replica è maturata il 21 febbraio quando i castellani hanno fatto il pieno anche nel Quartier del Piave (3-1), tre punti che hanno ripristinato la distanza e la “forbice “ sulle dirette rivali.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 30/04/2016
Tempo esecuzione pagina: 0,07134 secondi