Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Mauro Conte: "Opitergina? Gruppo prima di uomini e poi di giocatori"

Il tecnico biancorosso commenta il momento particolare. E racconta come è nata una squadra (capolista nel girone D di Promozione) che rimarrà negli annali della società

"Sono arrabbiato perché volevamo goderci il finale di stagione. Ma sono anche contento del nostro percorso e della bontà delle scelte in fase di allestimento della rosa".
Lo ha spiegato Mauro Conte (in foto), tecnico dell'Opitergina prima in classifica e a un passo dalla promozione, Lega Dilettanti permettendo. Infatti c'è attesa per le decisioni di Federazione prima (3 giugno) e Lega poi (il 5 giugno).
Domenica pomeriggio, in un'intervista in diretta Facebook condotta da Luca Lazzer, il tecnico biancorosso ha commentato il momento particolare post-lockdown.

Mister, come va in questo periodo?
"Sono molto arrabbiato (il termine utilizzato è più colorito, nda) perché una stagione come questa forse capita una volta nella carriera. E forse ci siamo persi il momento più gratificante del campionato. C'era solo da andare in campo e goderci un'annata fantastica sotto tutti gli aspetti. Ma se da una parte sono contrariato, dall'altra sono contento per l'ambiente ideale in cui abbiamo lavorato e per il nostro percorso. Lo dico sempre: alla fine vince una sola. E per vincere, ogni aspetto deve funzionare al meglio. Quest'anno all'Opitergina è successo proprio questo".

Guardando indietro, come è stata costruita la squadra?
"Abbiamo tenuto conto prima di tutto all'aspetto umano. Prima volevamo uomini e poi giocatori. E in questo modo abbiamo raggiunto gli obiettivi: all'inizio della stagione avevo espresso la mia approvazione verso questo gruppo che secondo me era in grado di andare in campo per vincere ogni domenica. In sede di mercato ci siamo confrontati e siamo riusciti ad allestire un gruppo di valore prima di tutto sotto il profilo umano e poi tecnico".

Dunque fondamentale la forza dello spogliatoio...
"Finito il mercato, sapevamo di avere a disposizione un gruppo importante. Il campo fin dalle prime amichevoli ha fatto intravedere che non ci eravamo sbagliati. Abbiamo cominciato subito a fare risultati, tant'è che nei sette mesi giocati abbiamo perso solamente una partita (al Tenni di Treviso, nda). Quindi siamo andati oltre alle aspettative".

E nel gruppo non sono mancate le sorprese...
"Tra i fuori quota abbiamo avuto diverse buone notizie. Tipo Andrea Daniel, classe 2002. Non avevo messo in preventivo che disputasse una stagione del genere ma è cresciuto molto, grazie alla grande voglia di imparare dai "vecchietti" che abbiamo nella rosa, i quali li considero allenatori aggiunti. Quindi io faccio poco (sorride, nda) perché ho i miei vecchietti e ho il mio preparatore atletico Guido Brescia. Devo solo guardarli lavorare e andare avanti. Pertanto ero sereno".

Ma la consapevolezza arriva dal campo...
"La mentalità vincente si ottiene con le vittorie. Man mano che vincevamo si creava la consapevolezza di essere la squadra da battere. Lo ripeto spesso ai miei: le vittorie portano vittorie. E di conseguenza le sconfitte portano sconfitte. Per questo pretendo il massimo dai miei, anche in amichevole. Vogliamo vincere anche le gare senza i tre punti perché vincere garantisce fiducia in sé stessi e crea la mentalità per vincere ancora. Questa squadra ha una mentalità di questo tipo anche negli allenamenti, per cui fin dall'inizio è stato abbastanza automatico".

E in Coppa?
"È stato il primo momento di difficoltà della stagione. Era una strada che pensavamo di poter percorrere a lungo. Dopo aver passato il primo turno, siamo usciti ai rigori a Conegliano. Una delusione cocente. Però siamo stati bravi a reagire subito e la società ci ha dato una mano a spronarci. L'altro momento difficile è stata la sconfitta di Treviso. Ma dopo quell'episodio abbiamo inanellato cinque vittorie consecutive. L'ho detto, sono annate che capitano solo una volta, il rammarico è che non ce l'abbiamo goduta fino in fondo. E ora attendiamo le decisioni".

Ufficio stampa Opitergina

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 28/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Il San Martino Colle fa sul serio: ingaggiato anche Rocco De Zotti

La rosa del San Martino Colle (Prima categoria) si arricchisce di un altro elemento. Vestirà infatti la maglia gialloviola Rocco De Zotti, giocatore poliedrico classe 2001, l'anno scorso in Eccellenza all'Eclisse Careni Pievigina. Ha alle spalle anche un'importante esperienza pluriennale...leggi
13/07/2020








Promozione. Primi 6 acquisti per il Lovispresiano di mister Boscolo

In Promozione si sblocca il mercato del Lovispresiano, con i primi 6 innesti effettuati dal direttore sportivo Michele Martini, che intende allestire una rosa competitiva con elementi anche di categoria superiore.Sono il portiere Nicolò Scandolin ex Luparense (classe 2003), il centrocam...leggi
11/07/2020


Treviso Academy: a centrocampo arriva Salifu Alimeyaw

Un altro colpo di mercato d'eccellenza per il Treviso Ac. Si tratta del centrocampista di origine ghanese Salifu Alimeyaw, classe 95, che in queste ore è stato tesserato per la squadra biancoceleste.Il giocatore, che proviene dal campionato di Eccellenza, dove militava nelle fila del Portomansuè...leggi
11/07/2020

Si è alzato il sipario sul Campigo, al 10° anno di fila in Promozione

In serata si è alzato il sipario sul Campigo 2020/2021, pronto a disputare il decimo campionato consecutivo in Promozione. Presso gli impianti sportivi di via Danelli - nel rispetto delle regole del distanziamento sociale - si è svolta la presentazione della squadra che sarà allenata dal riconfermato mister...leggi
10/07/2020

Eccellenza. Godigese: dal Montello arriva il terzino Davide Radu

L'ultimo acquisto in ordine di tempo della Godigese - in Eccellenza - è il terzino classe 2000 Davide Radu (in foto), cresciuto nel settore giovanile del Vedelago e nelle ultime due stagioni in forza al Montello.Prosegue dunque la campagna acquisti del direttore sportivo ...leggi
10/07/2020

Ufficializzati i ripescaggi di S. Lucia, Loreggia, Fellette e Resana

In giornata il Comitato regionale Veneto ha messo nero su bianco 4 ripescaggi, per i quali mancava solo l'ufficialità (ed altri ce ne saranno).Il Santa Lucia Susegana è ufficialmente ripescato dalla Prima categoria alla Promozione, in sostituzione dello Janus che ha già formalizzato l...leggi
10/07/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11816 secondi