Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Scoglio isolamento: incontro tra CRV e Direzione regionale prevenzione

La speranza è di aumentare la fattibilità e la facilità dell’accertamento (test tamponi rapidi e test sulla saliva). Tali misure, unitamente alla riduzione dei tempi di isolamento in caso di riscontro di positività, permetterebbero la ripartenza e la continuazione non solo del calcio ma di tutto lo sport

Si è tenuto quest'oggi, giovedì 10 settembre, un incontro in videoconferenza tra la Direzione prevenzione della Regione Veneto, rappresentata dal dr. Michele Mongillo ed il Comitato regionale Veneto LND. In rappresentanza dell’assessorato allo sport della Regione, presente anche il dr. Sandro Perini.

In apertura il presidente del CRV Giuseppe Ruzza ha rappresentato la difficoltà del momento con particolare riferimento all’isolamento fiduciario. Il dr. Mongillo ha quindi evidenziato che, proprio in data odierna, vi sarebbe stato un incontro della Conferenza delle Regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Campania) di cui il Veneto è la Regione coordinatrice. Obiettivo quello di trovare soluzioni non differenziate tra un territorio regionale e l'altro, all'interno di un confronto che possa tenere in considerazione anche una rimodulazione dei tempi della “quarantena” oggi in essere. In tal senso, un metro importante per decidere verrà dagli esiti dell’apertura delle scuole previsto per lunedì 14 settembre.

Il dr. Mongillo ha tenuto a precisare, tuttavia, che non può raffigurarsi un completo parallelismo tra il mondo della scuola e il mondo dello sport. Nel primo vige un aspetto statico con il distanziamento, nel secondo, invece, il concetto di contatto. Da ciò deriva che gli automatismi non possono essere gli stessi. Gli interlocutori della Regione hanno fatto proprie le preoccupazioni di incertezza dello sport in questo periodo eccezionale che non sembra finire.

La speranza della Regione (che ha rappresentato alla Conferenza quanto discusso) è principalmente quella di aumentare la fattibilità e la facilità dell’accertamento (test tamponi rapidi e test sulla saliva). Tali misure, unitamente alla riduzione dei tempi di isolamento in caso di riscontro di positività, permetterebbero la ripartenza e la continuazione non solo del calcio ma di tutto lo sport.

La direzione è quella di semplificare minimizzando il più possibile gli impatti che altrimenti minerebbero tutte le attività dilettantistiche. La soddisfazione è quella di aver sentito questi concetti ripresi da professionisti impegnati in prima linea nel combattere la pandemia, fa sapere il Comitato regionale Veneto.

A tal proposito, si preannuncia interessante la puntata di stasera di "Sport in casa" alle ore 20 su Rete Veneta (canale 18), condotta da Alex Iuliano, che avrà ospite il vice presidente vicario del CRV Patrick Pitton. Ecco un'anteprima:

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 10/09/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,11503 secondi