Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Ripartenza: il parere di Claudio Volpato, presidente del Vedelago

"Se si tornasse a giocare, lo si dovrebbe fare con un protocollo sostenibile e che consenta di proseguire senza fermarsi di nuovo"

Vai alla galleria

In merito all’eventuale ripresa dei campionati regionali 2020/2021, oggi ne abbiamo parlato con Claudio Volpato (nella foto), presidente del Vedelago nel girone D di Promozione.

“Ci troviamo in una fase nella quale è difficile riprendere, consapevoli però che sarebbe peggio non ricominciare. Tuttavia, riprendere per poi fermarsi sarebbe ancora peggio. Quindi se si torna a giocare, lo si deve fare con un protocollo sostenibile e che consenta di proseguire fino alla fine”.

Lei dunque sarebbe disponibile ricominciare ad aprile con determinate condizioni?
“Sì, però non la metterei troppo sul piano delle classifiche. Al massimo concederei una promozione e una retrocessione per girone. Niente playout, altrimenti sarebbe troppo penalizzante dovendo disputare una decina di partite fino al termine dell’andata. Uno rischia di retrocedere senza quasi accorgersene con così poche gare. Dopo 4 mesi di stop, ogni squadra dovrà rifare la preparazione in un periodo non ideale, poiché di sera, con temperature ancora basse e senza le ferie di agosto”.

Cosa la preoccupa maggiormente se si usasse un protocollo simile a quello della Serie D?
“Innanzitutto se un giocatore prende il Covid, deve rimanere fermo un mese per poi rifare le visite mediche. Un altro punto critico sono i tamponi: oltre al costo, non va dimenticato che la gente lavora e non è semplice rispettare l’obbligo di farli ogni settimana a 48-72 ore dalla partita. Inoltre più in generale c’è il problema delle sponsorizzazioni, con molti contratti che sono stati bloccati dopo la sospensione dell’attività. Noi siamo una società che dipende quasi esclusivamente dagli sponsor”.

Avete proseguito con gli allenamenti individuali?
“Prima squadra e Juniores élite sono fermi da ottobre. In quel momento è stata una scelta anche dei giocatori, non sentendosi sicuri con il lavoro. Qualche titolare infatti ha chiesto di fare una scelta: o il calcio, o il lavoro. Tranne a Natale, abbiamo invece sempre proseguito l’attività nel settore giovanile, con le dovute cautele e quindi con distanziamento, senza l’uso di docce e spogliatoi. Stiamo facendo i salti mortali per non lasciare fermi i ragazzi, pure su richiesta delle famiglie”.

D’altro canto avete annullato l’edizione 2021 del torneo 'Franco Dal Bello'.
“Decisione inevitabile. In aggiunta alla questione del protocollo, c’è infatti il problema dell’assenza del pubblico: senza il bar/cucina che lavora e senza i biglietti, per noi come società vuol dire rimetterci. E in un periodo di profonda crisi economica, purtroppo non possiamo permettercelo”.

Galleria fotografica
  • Claudio Volpato
Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 05/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...





La risposta dei genitori dopo la sentenza sul caso Montebelluna-Feltre

Due settimane fa il responsabile del settore giovanile del Montebelluna, due allenatori del vivaio e l'amministratore delegato della società sono stati inibiti/squalificati per tre mesi, mentre il club ha ricevuto una multa di 600 euro. Secondo la Procura federale, l'anno scorso sono stati in...leggi
08/04/2021


Il CareniPievigina diventa Centro tecnico di formazione del Pordenone

Il progetto affiliazioni del Pordenone Calcio WEPN si evolve ed entra in una nuova dimensione. Il club ha deciso di individuare delle società sul territorio – WEPN è già presente in 7 province fra Friuli Venezia Giulia e Veneto – a cui affidare l’incarico di diventare centri di formazione giovanile...leggi
01/04/2021

Montebelluna: c'è l'accordo con Cattelan. Si sta allenando Paladin

In Serie D c'è l'accordo tra la Prodeco Montebelluna e l'attaccante Alessandro Cattelan (a sinistra nella foto), ex Opitergina, Conegliano e Treviso fra le altre. Per lui, classe 1989, è un ritorno in via Biagi, dove aveva militato nel settore giovanile e un anno anche in prima squadra. La fir...leggi
25/03/2021

Opitergina. Il presidente Enrico Montenero spiega il 'no' alla ripresa

La scelta era tutt'altro che facile, gli interessi in campo erano molteplici e tutti importanti e condivisibili. Ma alla fine l'Opitergina, intesa come società, tecnico e giocatori, ha deciso di non partecipare alla parte finale della stagione del campionato di Eccellenza. Una decisione pr...leggi
20/03/2021


Serie D. Il Montebelluna non perdona nulla: Cjarlins Muzane ancora ko

Serie D, girone C, 4^ giornata di ritorno Secondo ko in pochi giorni per il Cjarlins Muzane che vede andare in fumo le certezze che aveva costruito appena sette giorni nel 4-0 rifilato al Feltre. Dopo la scoppola di Sedico Princivalli opera una piccola rivoluzione nell’undici di partenza. Complice le numerose ...leggi
28/02/2021

Eccellenza. Bonaldo: "Servirebbe almeno un mese di preparazione"

In attesa del Consiglio federale di venerdì 5 marzo, che potrebbe riaccendere i motori dell’Eccellenza, si ragiona sui tempi per la preparazione fisica e per disputare il resto del girone di andata nell'eventualità in cui si ripartisse.Ne parliamo con Enrico Bonaldo (ne...leggi
27/02/2021

Treviso. Campionato fermo, ma i lavori al "Tenni" continuano

Campionati fermi, ma i lavori vanno avanti per rendere sempre più funzionale lo stadio Omobono Tenni di Treviso. In queste ore la società Treviso Ac. ha iniziato la sostituzione delle reti di protezione della curva sud e della curva ospiti, la realizzazione del nuovo impianto di raccolta acque con cavitoie a norma bord...leggi
26/02/2021



Montebelluna. La panchina di Daniele Pasa torna in discussione

In seguito alla sconfitta odierna nello scontro salvezza di Bolzano, la terza consecutiva dopo quelle con Trento e Cartigliano, la Prodeco Montebelluna del presidente Alberto Catania fa sapere che domani mattina deciderà in merito alla posizione dell’allenatore Daniele Pasa (nella f...leggi
21/02/2021



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03870 secondi