Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Belluno


L'Union San Giorgio Sedico risponde alle dichiarazioni del DS Gementi

Per quanto detto riguardo il campo di gioco dal dirigente del Trento

Con un post sulla propria pagina Facebook ufficiale, l'Union San Giorgio Sedico ha risposto alle dichiarazioni del direttore sportivo Attilio Gementi del Trento (nella foto), rilasciate dopo la partita in una video-intervista realizzata dall'ufficio stampa gialloblù.

In particolare l'Union San Giorgio Sedico, vittorioso 2-1 contro la capolista, ha ritenuto opportuno replicare in merito a quanto detto sulla tipologia del campo di gioco.

Ecco il post della società bellunese:

Dell’intervista del D.S. dell’Ac Trento 1921, apparsa sul profilo Facebook della stessa Società, non stupisce tanto l’assoluta mancanza di capacità di analisi di quanto si è visto in campo (dal rigore con fallo fuori area che è stato assegnato all’Ac Trento, al fuorigioco altrettanto inesistente che è stato segnalato in occasione del rigore concesso e poi revocato all’Union San Giorgio Sedico poco prima del gol del pareggio, fino al conteggio delle occasioni da gol che l’Union San Giorgio Sedico ha avuto ed l’Ac Trento no) perché si può comprendere e accettare che la sconfitta bruci più del dovuto e, a caldo, non sempre sia facile dimostrare la lucidità di analisi necessaria.
Ciò che questa Società Union San Giorgio Sedico giudica inaccettabile è etichettare il campo da gioco come “campo non normale” e ciò solo per giustificare un’espulsione (tanto ingenua, quanto scontata, visto che è avvenuta, tra l’altro, per somma di ammonizioni) da parte del proprio giocatore.
In tal senso, vogliamo orgogliosamente rimarcare che, mentre ci sono alcune figure che operano nel mondo del calcio con i soldi dei Presidenti, ci sono gruppi Dirigenti, come il nostro, che hanno investito i proprio soldi sulle strutture sportive, le quali sono state assoggettate ad ogni tipologia di collaudo da parte delle autorità competenti e, pertanto, non dovrebbero essere oggetto di alcun commento sulla idoneità o meno, men che meno per giustificare fatti di campo.
Cogliamo l’occasione per far sapere che gli accertamenti clinici svolti in ospedale al termine della gara dal giocatore che è andato a sbattere contro il paletto della recinzione in occasione dell’espulsione sopracitata, hanno dato esito negativo. Qualora, quindi, ci fossero state nascoste preoccupazioni nel cuore del D.S. in questione, esse possono tranquillamente essere abbandonate

#forzaunionsangiorgiosedico
e anche #forzaactrento.

Questa invece l'intervista del DS Attilio Gementi del Trento:

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 13/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...
















Giuseppe Faso guiderà la prima squadra del Ponte nelle Alpi

Il Ponte nelle Alpi guarda oltre la pandemia e pianifica il futuro. In questo senso, la società ha deciso di affidare a Giuseppe Faso la guida tecnica della prima squadra, impegnata nel prossimo campionato di Seconda categoria: «La scelta dell’allenatore - affe...leggi
19/04/2021



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10276 secondi