Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Eccellenza A. I "top 11" secondo Carlo Marzola e uno sguardo a domani

Un commento dopo la terza giornata da parte del DS del Pozzonovo

Vai alla galleria

In Eccellenza è andata in archivio la terza giornata di campionato. Sulla base degli highlights, delle cronache e dei commenti tra gli addetti ai lavori, abbiamo chiesto una “Top 11” del girone A a Carlo Marzola, direttore sportivo del Pozzonovo. La sua società ha deciso di non proseguire l’attività 2020/2021, ma Marzola sta continuando a seguire attentamente la stagione (vedi immagine in galleria).

“Come immaginavo, la nuova Eccellenza è molto particolare. Se fosse stato un campionato su 30 turni, non c’è dubbio che sarebbero arrivate in alto squadre come Bassano e Vigasio, costruite con giocatori top. Questo invece mi dà l’idea di essere un torneo notturno, dove viene premiato chi sta meglio al momento. Vedo più brillanti i giovani, che magari hanno più gamba e corsa rispetto a giocatori di esperienza e qualità più attempati. Il periodo di inattività è stato lungo”.
“Sembrano partite di fine agosto o di Coppa Italia, con risultati spesso sorprendenti - prosegue Marzola - Forse sarebbero stati utili i playoff: il rischio è che nelle prossime settimane alcune squadre, anche molto competitive in avvio, possano tirare i remi in barca qualora vedessero che il primo posto è ormai irraggiungibile”.

Domani si giocano Vigasio-Bassano, San Martino Speme-Montecchio, Camisano-Arcella e Villafranca-Valgatara; riposa lo Schio.
Bassano-Vigasio vede opposte due formazioni sicuramente attrezzate, ma reduci da un avvio claudicante: un pareggio potrebbe tagliare entrambe dalla corsa al vertice. Da capire le condizioni di Antenucci.
San Martino Speme-Montecchio Maggiore vuol dire prima contro seconda in classifica. Il San Martino peraltro ha già riposato, quindi è a punteggio pieno con due vittorie su due. Hanno diversi ragazzi con gamba, ma anche elementi di qualità come Faedo e Ferrarese. Vediamo se sono stati un fuoco di paglia: la sfida col Montecchio rappresenta la prova del nove. I vicentini infatti sono una compagine quadrata, la più solida con due centrali molto forti dietro (zero gol subiti in tre gare, ndr), completa anche negli altri reparti. Sulla carta possono ambire almeno al terzo posto.
Del Camisano mi parlano bene, hanno un bravissimo allenatore come Federico Molinari, con il quale ho giocato insieme: gruppo giovane, che pratica un bel calcio. L’Arcella domenica scorsa ha disputato un’ottima partita, la settimana prima invece meno bene: vediamo se i bianconeri hanno trovato la quadratura dopo luci e ombre. Partita da tripla a Camisano.
Infine il derby veronese: occhio al Villafranca, secondo me è tra le candidate ad arrivare in fondo, grazie a giovani con voglia e corsa”.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 08/05/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,05557 secondi