Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Dolomiti BL, una rimonta tira l'altra: De Paoli riprende l'Este al 97'

L'anticipo di Serie D finisce 2-2

Vai alla galleria

Serie D, girone C, anticipo 5^ giornata di campionato

Dolomiti Bellunesi - Este 2-2 

Reti: pt 25’ Olonisakin, 34’ Zanetti, 36’ Petdji; st 52’ De Paoli.

Dolomiti Bellunesi: Lombardi, Petdji, Mosca, De Leo (st 13’ De Paoli), Teso, Sommacal, Tibolla, De Carli, Corbanese, Cossalter (st 22’ Toffoli), Onescu (st 30’ Gjoshi).
A disposizione: Masut, Rubbi, Toniolo, Trevisan, Fremiotti, Vodopivec.
Allenatore: R. Lauria.

Este: Peixoto, Munaretto, Pilotto (st 22’ Piccardi), Hoxha, Marchiori, Altuna, Mourelo, Zanetti, Garcia Boix (st 45’ Said), Espinar (st 22’ Caccin), Olonisakin (st 35’ Tescaro).
A disposizione: Anomerianakis, Tozzo, Bordi, L. De Mozzi, Lucci.
Allenatore: M. De Mozzi.

Arbitro: Arianna Bazzo di Bolzano.
Assistenti: Marco Munitello di Gradisca d’Isonzo e Badreddine Mamouni di Tolmezzo.

Note. Ammoniti Tibolla, Teso, Lauria, Zanetti, Peixoto, Marchiori, Sommacal, M. De Mozzi, Garcia Boix, Gjoshi, Said. Angoli 5-4. Recupero: pt 1’; st 5’. Spettatori 480.

Un’altra rimonta. Ed è la terza di fila per la SSD Dolomiti Bellunesi: la prima, con l’Arzignano, non aveva portato punti. La seconda, a Cattolica, era sfociata in un successo. E questa, contro l’Este, regala ai “blancos” un pareggio: il primo in campionato, acciuffato all’ultimissimo respiro. Il merito è di De Paoli, che risolve una mischia in area. E permette ai dolomitici di completare la risalita dallo 0-2. Sotto gli occhi dei quasi 500 accorsi in un polisportivo rimesso a nuovo.

Le scelte - Dopo il turno di squalifica, Petdji e Onescu ritrovano una maglia da titolare: il camerunese agisce da terzino destro in una retroguardia a 4 che comprende pure Teso, Sommacal e Mosca, mentre il 28enne di origini rumene opera da trequartista in un centrocampo a rombo con De Leo vertice basso e Tibolla e De Carli ai lati: il tandem d’attacco è formato da Corbanese e Cossalter.

Padroni del campo - Capitan Cobra e compagni non sono solo padroni di casa, ma del campo. E creano almeno un paio di buone situazioni in area. Tuttavia, il paradosso è dietro l’angolo: a passare beffardamente in vantaggio, infatti, è l’Este, sugli sviluppi di un corner. Decisiva l’incornata di Olonisakin. Non trascorrono nemmeno 10’ e Garcia Boix scalda le mani di Lombardi su punizione. Solo che la respinta termina sui piedi di Zanetti: tap-in vincente e in un amen è 0-2. Una doppia mazzata, dalla quale la SSD Dolomiti Bellunesi prova subito a riemergere grazie a Petdji, abile a staccare e a infilare di testa: 1-2.

L'urlo di "Depa" - Nella ripresa, mister Lauria vara una squadra a trazione anteriore, alla luce dell’inserimento di De Paoli e, a seguire, di Toffoli, ma i giallorossi si confermano organizzati, poco propensi a concedere spazi e pericolosi in fase di ripartenza. Così Olonisakin sfiora palo con un tiro a giro, mentre Lombardi è super sul colpo di testa di Zanetti. E la SSD Dolomiti Bellunesi? È protagonista di un finale all’arma bianca: Petdji si vede negare la doppietta da un salvataggio nei pressi della linea di porta, Corbanese ha una doppia occasione (bravo Peixoto nella circostanza iniziale, poi il tiro è alto) e nel settimo minuto di recupero è De Paoli a trovare il varco giusto e a urlare tutta la sua gioia per un pareggio tanto sofferto, quanto meritato.

L'analisi di Lauria - «Abbiamo concesso due gol e francamente dobbiamo smetterla - è l’analisi di mister Renato Lauria nell’immediato post gara -. Non è possibile essere sempre costretti a rincorrere. Entrambe le reti erano evitabili. “Bravi”, ai ragazzi, oggi non lo dico perché avremmo dovuto raccogliere molto di più. Gli episodi? Aggiungo solo che la terna arbitrale ha perso totalmente il controllo della partita. In campo è emerso un certo nervosismo e in questi casi chi è un po’ più lucido deve calmare le acque, anziché agitarle. A cominciare dagli allenatori: tutti e due».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Galleria fotografica
  • Petdji gol
  • Dolomiti Bellunesi schierata
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 16/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Dolomiti Bellunesi, Lauria: "Adriese costruita per stare al vertice"

Un avversario d’alta quota. E d’alto profilo: la SSD Dolomiti Bellunesi è chiamata ad affrontare la seconda forza del campionato. Ovvero, l’Adriese: una formazione con individualità di rilievo (da Sasa Cicarevic e Bryan Gioè, entrambi a quota 4 nella classifica dei marcatori), ma soprattutto una difesa difficile da perforare. N...leggi
27/11/2021


La storia dell'Associazione degli allenatori del Veneto in un libro

Nella foto: Luciano Genovese, presidente dell'Aiac Veneto (a destra), insieme a Patrick Pitton, vicepresidente vicario della Figc Veneto (a sinistra). “Noi allenatori veneti”, è il titolo della recente pubblicazione (edita da Mazzanti Libri), che parla della storia dell’A...leggi
19/11/2021

Dolomiti Bellunesi ad alta intensità: il prof Carazzai detta la rotta

È più giovane di una parte dei calciatori in rosa. Eppure insegna. Sì, insegna a curare e “ascoltare” il corpo. E imposta un itinerario di varie tappe, da seguire per arrivare al traguardo di primavera con il serbatoio di energie ancora pieno. Ha solo 27 anni, vanta un passato da difensore fra Terza e Prima categoria nelle file di Pl...leggi
18/11/2021





Un Cobra nella tana dei lupi: "Avversario forte, ma nessuna paura"

"Cinica, fredda e lucida: servirà questa SDD Dolomiti Bellunesi per fare risultato". Con tre aggettivi, Simone Corbanese fotografa in maniera efficace la versione dolomitica che dovrà andare in scena nel big match di domani (domenica 26). All’orizzonte, infatti, c’è la prima trasferta ufficiale nella...leggi
25/09/2021








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03789 secondi