Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Padova


Serie D. Classe e cinismo per Rubbo e Boron: Lupi corsari in Romagna

Cattolica steso con tre reti nel primo tempo

Vai alla galleria

Serie D, girone C, 10^ giornata di campionato

Bastano di fatto trentotto giri di lancette alla truppa di Zanini per regolare la pratica Cattolica. I lupi mettono le cose in chiaro sin dalle prime battute di gioco: le incursioni di capitan Rubbo fruttano due reti, fa il resto la prelibata punizione di Boron. Pura accademia nel secondo tempo, pericolosi a più riprese nel finale Raimondi e Rivi. Tre gol e tre punti per i rossoblù in Romagna!

Cattolica-Luparense 0-3

Cattolica (3-5-1-1): Scotti; De Vito (64’ Nanni), D’Angelo, Landolfo; Mengucci, Sabba (46’ Docente), Strasser (77’ Nisi), De Angelis, Moricoli (46’ Zebli); Sakho (46’ Abubakar); Traini.
Allenatore: Lilli.

Luparense (3-4-1-2): Plechero; Cherubin, Ruggero, Zanella; Boron, Boscolo (73’ Chajari), Cavallini, Cucchisi (84’ Stringa); Rubbo (61’ Pilastro); Rabbas (63’ Raimondi), Cardellino (68’ Rivi).
Allenatore: Zanini

Arbitro: Romaniello di Napoli.

Reti: 15’ Rubbo, 31’ Boron, 38’ Rubbo.

Note. Ammoniti: 11’ Traini (C), 29’ D’Angelo (C), 53’ Landolfo (C).

Una sola missione quest’oggi per i lupi: accantonare ogni strascico dopo le due sconfitte con Adriese ed Arzignano ed ingranare nuovamente la marcia. Si riparte dalla bassa Romagna, di fatto al confine con la provincia di Pesaro Urbino, allo stadio Giorgio Calbi di Cattolica. Una trasferta a suo modo storica, essendo la prima al di fuori dei confini del Triveneto dal 1998 ad oggi per la Luparense Calcio a 11. Luparense sconfitta in quel caso a Faenza, Luparense pronta a prendersi la rivincita nel territorio romagnolo a distanza di ventott’anni. L’avversario odierno occupa i bassifondi della classifica ed è a tutti gli effetti impegnato in una serrata lotta salvezza con formazioni come San Martino Speme, Spinea ed Este. Una trasferta chiaramente da prendere con le pinze, vietati i cali di tensione!

La cronaca

Schieramenti pressoché speculari proposti dai due tecnici, la trama del match va a delinearsi in ogni caso nel giro di pochi minuti: un Cattolica il cui obiettivo è quello di fare schermo dinanzi alla propria area di rigore chiudendo specialmente le vie centrali, di fatto però non concedendo una mole di supporto elevata alle due punte. Una Luparense che invece passa in breve tempo al comando delle operazioni, specie per merito della qualità in cabina di regia fornita da Boscolo, oltre all’instancabile Boron sull’out di sinistra e ad un Rubbo onnipresente sulla trequarti avversaria. La scena, di fatto, è tutta per il capitano: al 12’ calcia dai venticinque metri con il destro e sibila il palo, tre minuti dopo sfrutta un rimpallo al limite dell’area per infilare il pallone alla sinistra di Scotti. Secondo centro consecutivo per il numero otto rossoblù.

I padroni di casa tentano di porre la testa quanto più possibile fuori dal guscio e spaventano la retroguardia ospite, grazie alla torsione poderosa di Traini il cui destro trova attento Plechero. Tentativi sporadici dei giallorossi, dal canto proprio la Luparense abbina il cinismo alla classe e viola nuovamente la porta avversaria: alla mezz’ora, infatti, Boron sfodera su punizione una traiettoria millimetrica, scavalca la barriera e non concede scampo a Scotti. Se contro l’Arzignano abnegazione e talento non erano bastati, quest’oggi l’esterno di Monselice ha modo di rifarsi con gli interessi!

Al 38’, poi, Cardellino è abilissimo ad addomesticare una palla vagante a metà campo, innesca in campo aperto Rubbo che si invola e batte Scotti con il destro. Palma di ‘man of the match’ quantomeno opzionata con più di un tempo d’anticipo, prestazione maiuscola e quinto sigillo in campionato del capitano rossoblù. Luparense, dunque, sul triplo vantaggio all’intervallo; la reazione c’è stata eccome!

Tutto lascia presagire ad un secondo tempo di pura accademia, in cui, perché no, concedere spazio ai più giovani della rosa. La Luparense, in ogni caso, continua a premere sull’acceleratore: al 55’ Rabbas scodella su punizione e Cardellino colpisce la traversa svettando di testa; successivamente va a caccia del gol anche Raimondi ma Scotti neutralizza il suo mancino. Sfiora la rete anche Rivi calciando a lato dal limite dopo un’ottima progressione. Dal canto proprio il Cattolica tenta di bussare alla porta di Plechero, l’inserimento del giovane Abubakar conferisce dinamismo e fantasia al reparto offensivo giallorosso, seppur i centrali rossoblù riescano in ogni circostanza a mettere una pezza. La chance più succulenta per i padroni di casa si materializza all’87’: conclusione da fuori area di De Angelis di fatto tramutatasi in assist, con Docente a frapporsi sulla traiettoria del pallone, calciando alto col sinistro.

Nei minuti conclusivi Rivi e Raimondi tentano in ogni modo di lasciare il segno, tra un palo e un intervento di Scotti, però, il risultato non subisce variazioni. Il signor Romaniello, al termine dei 4’ di recupero, manda dunque agli archivi il match del Giorgio Calbi. Torna dunque al successo la squadra di mister Zanini, lo fa con una prestazione autoritaria e necessaria per ribadire le proprie ambizioni, oltre ovviamente a mantenere il passo di Adriese e Clodiense. In fondo si sa, le sorti dei campionati passano anche per sfide di tale caratura. Si fa dunque ritorno a San Martino con tre punti e svariati spunti con cui guardare con ottimismo al prosieguo della stagione, cominciando dal derby con l’Este in programma domenica prossima. L’Arzignano capolista dista cinque punti, i lupi sono più vivi che mai e pronti a scalare le vette più ripide per inseguire i propri obiettivi!

Ufficio stampa Luparense

Galleria fotografica
  • Luparense
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 22/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Campodarsego a Mestre, Masitto: "Nelle sconfitte siamo cresciuti"

Undicesima giornata nel girone C di serie D: domani, con calcio d’inizio alle 14.30, il Campodarsego è chiamato all’impresa sul difficile terreno del “Baracca” di Mestre. Una sfida tra due formazioni sicuramente in salute: i biancorossi arrivano a questo appuntamento reduci da un solo punto nelle ultim...leggi
27/11/2021

Giustizia sportiva del Veneto: ecco tutte le nomine

La Figc ha reso note le nomine dei Giudici sportivi territoriali, dei componenti dei Tribunali federali territoriali e delle Corti sportive di appello territoriali del Veneto. COMITATO REGIONALE VENETOGiudice sportivo: GIOVANNI MOLIN...leggi
26/11/2021

Prima categoria. Nel girone D Grantorto-Thiene 3-0 a tavolino

Nel girone D di Prima categoria cambia il risultato di Grantorto-Thiene (0-1 sul campo), con la vittoria a tavolino per il Grantorto.Al 31' del secondo tempo i rossoneri hanno sostituito l'unico nato dopo il 1° gennaio 2000, senza inserire un altro giocatore fuoriquota.Grantorto ora ...leggi
25/11/2021



Serie D. Partita pazza tra Campodarsego e Caldiero Terme

Serie D, girone C, 10^ giornata di campionato Una partita pazza, tra mille emozioni e gol, che il Campodarsego avrebbe potuto vincere e che invece è riuscito a recuperare solo in extremis. Finisce 2-2 tra Campodarsego e Caldiero, una sfida per nulla banale e ricca di occasioni da ...leggi
22/11/2021

Luparense, Zanini: "Mi aspetto una grande reazione della squadra"

Avversario di turno dei Lupi in questa decima giornata, il Cattolica di mister Simone Lilli, ripescata in estate in Serie D e quindi “matricola” di questo campionato. Un sodalizio, quello romagnolo, con una certa storia alle spalle, avendo disputato ben cinque stagioni in C2. La partenza...leggi
21/11/2021


Seconda: San Fidenzio Polverara-San Martino Saonara da ripetere

San Fidenzio Polverara - San Martino Saonara del girone O di Seconda categoria (1-1 sul campo) si dovrà ripetere a causa di un errore tecnico dell'arbitro. Recupero fissato per l'8 dicembre. Il direttore, nel suo supplemento allegato al referto, ha precisato di avere erroneamente ...leggi
19/11/2021


Tribano sconfitto a tavolino, una gara a porte chiuse per il Granze

Puntuali sono arrivate le decisioni del giudice sportivo di Padova dopo i fatti di Atletico Granze - Polisportiva Tribano, partita di Seconda categoria (girone N) sospesa nei minuti finali sul 3-3 per la scelta del Tribano di abbandonare il campo, in seguito a un insulto di stampo razzista proveniente da una persona sugli spalti e r...leggi
17/11/2021

Insulti razzisti, il Tribano: "Solidarietà ai nostri tesserati"

In seguito a quanto accaduto domenica pomeriggio durante e dopo la partita di Seconda categoria con l'Atletico Granze, il direttivo della Polisportiva Tribano si stringe attorno ai propri ragazzi, condannando quanto accaduto, appoggiando e condividendo in pieno la presa di posizione della squadra che ha...leggi
16/11/2021



Promozione. Valbrenta-Trebaseleghe rinviata per campo impraticabile

Football Valbrenta - Ambrosiana Trebaseleghe dell'ottava giornata di Promozione (girone D) oggi non è stata disputata poiché l'arbitro, Giovanni Costa della sezione di Castelfranco, ha ritenuto il campo impraticabile in seguito alle precipitazioni delle ultime ore a San Nazario.C...leggi
14/11/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10621 secondi