Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Padova


Luparense. Cunico: Serviva tranquillità, domenica sarà "battaglia"

Serie D. Le parole del mister alla vigilia della trasferta con il Cjarlins

A poche ore dal match domenicale contro il Cjarlins Muzane, ecco le dichiarazioni dell’allenatore della Luparense Enrico Cunico (in foto) rilasciate all'ufficio stampa del club.

La prima partita con te di nuovo alla guida dei Lupi è andata benissimo: vittoria 2-0 e prestazione convincente.
"L’ho detto anche ai ragazzi: considerato che si veniva da una settimana un po’ particolare e considerato il cambiamento di modulo, non mi aspettavo avremmo fatto così bene. Ho avuto una buona risposta dal gruppo, al di là del risultato ho visto una buona prestazione sotto diversi punti di vista, ho visto applicazione e ragazzi molto determinati e concentrati. Abbiamo fatto alcune cose che abbiamo provato in settimana e sono stato contento: hanno dato anche qualcosa in più rispetto a quello che mi aspettavo".

Quali sono le “corde” che hai toccato per motivare i giocatori?
"Più che motivare, ho cercato di dare tanta tranquillità ad un gruppo che magari, in un primo periodo, è stato messo un po’ in discussione, in più occasioni. Soprattutto ho cercato di creare un gruppo, perché con tutti questi cambiamenti, con tutto l’evolversi nel periodo pre campionato, non c’era un gruppo, non vedevo una squadra. Ho cercato di far capire a loro che prima di tutto dobbiamo essere una squadra e poi lavorare sulle altre cose. Se scendiamo in campo per portar a casa qualcosa singolarmente facciamo fatica, se lo facciamo da squadra qualcosa portiamo a casa. Questa è la cosa che ho visto bene domenica e questo input è quello che ho chiesto come prima partita ai ragazzi. Era fondamentale".

Alla luce dei primi allenamenti, a che punto sei con la fase di “conoscenza” del gruppo e delle caratteristiche dei tuoi giocatori?
"È chiaro che quando entri in un contesto nuovo e non hai molto tempo in cui provare, non ci sono amichevoli o partitelle, ma ci sono subito le gare ufficiali, non puoi mettere in discussione chissà cosa, devo capire durante la settimana com’è il gruppo come lavorarci. Ci vuole un po’ di pazienza: la domenica dobbiamo giocare, quindi non possiamo stravolgere tutto il lavoro settimanale. Un po’ alla volta cerchiamo di aumentare l’intensità dell’allenamento, però lo dobbiamo fare gradualmente, perché qualcuno potrebbe anche andare in sovraccarico. Li conosco tutti, ma più passerà il tempo, più approfondiremo, anche per quanto riguarda le loro caratteristiche. Lavoreremo sull’aspetto fisico, ma anche caratteriale, perché a me interessa anche capire chi ho di fronte".

Domenica giocherete in trasferta contro il Cjarlins Muzane: quali sono i punti di forza degli avversari e le difficoltà della partita?
"Ho visto il Cjarlins due domeniche fa contro l’Ambrosiana. Innanzitutto giochiamo in un campo piccolo, quindi sarà una battaglia dal punto di vista dell’intensità ci saranno pochi tempi morti. Dovremo stare molto attenti e concentrati per 95 minuti, la gara sarà intensa sotto tutti i punti di vista. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, li ho visti molto organizzati dal punto di vista tattico, ho visto una squadra che cerca di giocare a calcio. Inoltre, ha delle individualità importanti: Mehdi Kabine, che ho allenato anch’io, giocatore fondamentale davanti per i meccanismi di una squadra; poi c’è Massimo Bussi, attaccante che giocava al Mestre e ha vinto anche il campionato, quindi giocatore importante; in mezzo al campo hanno due giocatori, Nicola Tonizzo e Gianluca Migliorini, che hanno fatto molto bene in questi anni, poi c’è Ludovico Longato, che ho allenato anch’io, altro giocatore importante come qualità e dietro hanno Alessandro Fabbro, di grande esperienza e Federico Tobanelli, che secondo il mio punto di vista è uno dei centrali più forti di questo girone. Hanno, quindi, un’impronta importante come squadra e mi hanno fatto un’ottima impressione, sono sincero. Sicuramente sull’aspetto agonistico e dell’intensità sarà una partita molto difficile, dovremo prepararci a dare battaglia, perché non sarà solo un discorso di qualità, ma anche di intensità".

Pubblico e tifosi, anche sui social, ti hanno accolto con grande entusiasmo: te l’aspettavi?
"Ogni tanto spio i social, ma non spesso, perché a volte si leggono cose che sotto il profilo mentale ti colpiscono e creano nervosismo. Mi fa tanto piacere che ci siano stati molti commenti positivi: significa che qualcuno mi conosce e apprezza il lavoro che ho fatto. Sinceramente l’accoglienza che ho avuto agli allenamenti, dalla gente, dai tifosi e da tutti gli addetti ai lavori, anche del settore giovanile, mi ha dato molta forza, non pensavo di rientrare accolto da questo entusiasmo. Mi ha fatto molto piacere e mi ha dato la convinzione che ho fatto bene a ritornare e che non è stata solo la Società ad avermi voluto, ma un po’ tutto l’ambiente. Quando ti dicono “Mister, sapevamo già che saresti ritornato!”, vuol dire che qualcosa di buono hai fatto. Dopo due campionati vinti, abbondare il progetto era stato un dispiacere, ma da quando sono ritornato ho recepito un grande entusiasmo e credo l’abbia recepito anche la squadra. Non abbiamo fatto ancora niente, abbiamo vinto solo una partita, ma c’è tanto da pedalare!".

Fonte: sito ufficiale Luparense.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 29/09/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




Presentato il nuovo progetto United Padova CSA 1924

Il progetto che vi stiamo raccontando è il progetto di una fusione, tra una prima squadra con una storia locale importante - La Campetra, nata nel lontano 1924 - ed un settore giovanile... giovane, certo, ma già in crescita continua da 5 anni in qua.A condurre a ...leggi
13/07/2020

Prima. Zoccolo duro confermato: sta nascendo la Solesinese che verrà

La Solesinese che verrà ha già contorni piuttosto definiti, inizia a prendere forma. Dopo aver scelto il mister, con l’annuncio della conferma del condottiero della scorsa stagione Alessandro Belloni (in foto) ancora alla guida dei nostri colori, e Michele Stefanin come preparatore dei p...leggi
13/07/2020


Ufficializzati i ripescaggi di S. Lucia, Loreggia, Fellette e Resana

In giornata il Comitato regionale Veneto ha messo nero su bianco 4 ripescaggi, per i quali mancava solo l'ufficialità (ed altri ce ne saranno).Il Santa Lucia Susegana è ufficialmente ripescato dalla Prima categoria alla Promozione, in sostituzione dello Janus che ha già formalizzato l...leggi
10/07/2020


Operazioni in entrata per Aurora Legnaro, Loreggia e Venezia 1907

L'Aurora Legnaro, in Promozione, ha ufficializzato l'arrivo del portiere classe 2000 Alessandro Ballin, ex Albignasego.Il Loreggia del direttore sportivo Diego Pegorin, ormai certo del ripescaggio in Prima categoria, registra il ritorno in biancorosso del centrocampista Mattia Mel...leggi
09/07/2020


Campodarsego: al via i lavori per il nuovo campo in erba sintetica

Ruspe in azione al Gabbiano di Campodarsego: sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo campo in erba sintetica. "Un ringraziamento va all'Amministrazione Comunale per la collaborazione e l'interesse mostrati nei confronti di questo investimento, che punta a migliorare i servizi soprattutto in favore del nostro settore gi...leggi
09/07/2020



L'Arcella si assicura Luigi Raffaelli, Davide Toso e Alex Dal Molin

Nella foto, da sinistra: l'allenatore Davide Tentoni, il presidente Gabriele Favero e il direttore generale Massimo Ceccato. Triplo colpo in entrata per l’Arcella: tre nuovi innesti vanno ad aggiungersi ai sei già concretizzati la scorsa settimana, e definiscono sempre di più la rosa ...leggi
08/07/2020


Si sblocca il mercato dell'Este: Farinazzo e Loutsis in giallorosso

In Serie D si sblocca il calciomercato dell'Este. Dopo aver individuato in Massimiliano De Mozzi il nuovo allenatore, i giallorossi del presidente Lucchiari e del neo direttore generale Sannazzaro hanno annunciato i primi due acquisti: sono l'attaccante classe 1996 Marco Farinazzo (...leggi
06/07/2020

Janus Nova: formalizzata la richiesta di "autoretrocessione" in Prima

Dalla possibilità (seppur remota) di ripescaggio in Eccellenza, alla domanda di "autoretrocessione" in Prima categoria. La società Janus Nova 2017 ha inoltrato ufficialmente al Comitato regionale Veneto la richiesta di iscrizione in Prima nella stagione 2020/2021.Nell'ultimo campionato i padovani di Selva...leggi
06/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06403 secondi