Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Panchine. Nella Marca hanno cambiato allenatore 22 società su 95

Dalla Serie D alla Terza categoria considerando esoneri e dimissioni. La prima svolta ad Asolo alla vigilia del campionato, doppio cambio al Treviso, e c'è chi potrebbe non debuttare a causa del Coronavirus

Vai alla galleria

Tra esoneri e dimissioni, sono stati 22 i cambi di allenatore tra le 95 formazioni trevigiane dalla Serie D alla Terza categoria dopo tre quarti della stagione. La prima società ad aver cambiato mister è stata il Città di Asolo a inizio settembre, in Seconda categoria, con l'arrivo di Korado Kapaj al posto di Fausto Gasparini alla vigilia del campionato (si erano giocate solo due partite di Coppa). L'unica che ha registrato due cambi è invece il Treviso in Promozione: in avvio Francesco Feltrin, poi Gianfranco Bellotto e infine la gestione Andrea Da Rold (in foto). E c'è pure chi rischia di non poter debuttare: a fine febbraio, infatti, il Ponzano ha affidato la squadra a Simone Depoliti in sostituzione di Alessandro Silboni, che ha lasciato l'incarico insieme a tutto il suo staff. Tuttavia l'emergenza coronavirus ha fermato i campionati e l'esordio di Depoliti potrebbe saltare. Il numero delle svolte tecniche è omogeneo nel tempo: a fine andata si contavano 14 cambi, ai quali se ne sono aggiunti 8 nella prima metà del girone di ritorno. Dividendo per categoria, un cambio in Serie D (dove milita una sola trevigiana), due in Eccellenza (su 11 club), quattro in Promozione (su 11), tre in Prima (su 22), dieci in Seconda (su 36) e uno in Terza (su 14). Ecco nel dettaglio i mister che hanno lasciato l'incarico e i loro sostituti. Tra quest'ultimi, i più giovani sono Kapaj, Depoliti e Moraru, trentenni.
Serie D. A fine gennaio Daniele Pasa è stato chiamato in sostituzione di Loris Bodo, esonerato dalla Prodeco Montebelluna.
Eccellenza. Nel girone A a fine ottobre Antonio Paganin ha preso il posto di Manolo Destro, sollevato dall'incarico sulla panchina della Godigese. Nel girone B, invece, Cristiano Turchetto ha rassegnato le dimissioni da allenatore dell'Union Qdp a gennaio, venendo rimpiazzato dal suo vice Raffaele Buondonno.
Promozione. A inizio ottobre primo cambio al Treviso Academy, dove Gianfranco Bellotto è subentrato a Francesco Feltrin, mentre a gennaio lo stesso Bellotto ha lasciato l'incarico ed è stato sostituito da Andrea Da Rold. A fine gennaio Cristiano Cecchin ha sostituito Elio Comunello alla guida del Vedelago. A inizio febbraio Simone Piovanelli ha preso il posto di Francesco Szumski al Vazzola. Completa il quadro il Ponzano, con l'arrivo di Simone Depoliti in sostituzione di Alessandro Silboni a fine febbraio.
Prima categoria. Fra le 22 società trevigiane si sono verificati solo tre cambi. A fine novembre Amedeo Sottile è subentrato a Massimiliano De Silvestro sulla panchina della Condor Treviso, mentre Athos Dorigo ha rimpiazzato Christian Vendramini su quella del Team Biancorossi. Un mese e mezzo fa al San Michele Salsa c'è stato l'approdo di Walter Diana in sostituzione di Nicola Sacconi.
Seconda categoria. Tra esoneri e dimissioni, 10 cambi su 36 club della Marca. Arcade: Antonio Bordignon al posto di Massimiliano Beconi. Basalghelle: Edgar Moras al posto di Alberto Zaros. Campolongo: Pierantonio Tonon al posto di Alessandro Girotto. Casier Dosson: Loris Casagrande al posto di Franco Dal Bo. Città di Asolo: Korado Kapaj al posto di Fausto Gasparini. Eagles Pedemontana: Sergiu Moraru al posto di Piero Cusinato. Fanzolo: Guerrino Gazzola al posto di Emanuele Bonetto. San Biagio: Daniel Cappellazzo al posto di Gianni Grigni. Tarzo Revine Lago: Adriano Poser al posto di Enrico Bolzan. Uniongaia: Umberto Vettorel al posto di Andrea Cursio.
Terza categoria. Di fatto l'unico cambio di allenatore si è verificato al Parè, con l'arrivo di Dario Cadamuro in sostituzione di Daniele Chinazzi. Caso a parte il Loria, società neonata nella scorsa estate e che aveva programmato in anticipo un avvicendamento al timone della squadra: prima affidata a Valerio Stragliotto (tuttora in società) e poi a Lorenzo Pegorin.

Galleria fotografica
  • Andrea Da Rold
Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 24/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









Eccellenza. Giorgione: operazione riuscita per Andrea Nobile

Operazione riuscita per Andrea Nobile (in foto). Nei giorni scorsi l’attaccante del Giorgione - girone A di Eccellenza - si è sottoposto a un intervento chirurgico per la ricostruzione del crociato sinistro, presso il policlinico San Marco di Mestre con il Dr. Manuel Sa...leggi
23/03/2020

Il Vittorio Veneto piange la scomparsa di Renzo Dalla Cia

Ha destato profondo cordoglio l’improvvisa scomparsa di Renzo Dalla Cia, per un decennio, difensore del calcio Vittorio Veneto negli anni ’70. Cresciuto nel vivaio rossoblù, Dalla Cia è approdato in pianta stabile in prima squadra agli ordini di Isaia Petrin nella stagione ’70/’71 in serie D. Ha...leggi
20/03/2020

Sergiu Moraru racconta l'esperienza negli Usa con il club di Del Piero

Con i suoi 29 anni, Sergiu Moraru è uno degli allenatori più giovani nella Marca a livello di prime squadre. All’inizio di gennaio è subentrato sulla panchina dell’Eagles Pedemontana, formazione di Crespano che milita nel girone G di Seconda categoria, ma ha alle spalle anche una sug...leggi
20/03/2020

Futuro dei campionati: il parere di Angelo Cesca e Luca Collodel

Prosegue la rubrica quotidiana dedicata a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Va precisato che tutti coloro che sono stati interpellati hanno premesso che la cosa più importante è la salute. Trattandosi di uno spazio calcis...leggi
17/03/2020

Futuro dei campionati: il parere di Mauro Tossani e Gaetano Destito

Prosegue la rubrica quotidiana dedicata a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Va precisato che tutti coloro che sono stati interpellati hanno premesso che la cosa più importante è la salute. Trattandosi di uno spazio calcis...leggi
16/03/2020

Futuro campionati: il parere di Riccardo Ceolin e Fabio Gobbo

Prosegue la rubrica quotidiana dedicata a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Va precisato che tutti coloro che sono stati interpellati hanno premesso che la cosa più importante è la salute. Trattandosi di uno spazio calcistico, proviamo comu...leggi
15/03/2020


Futuro campionati: il parere di Claudio Sella e Christian Gobbato

Prosegue la rubrica quotidiana dedicata a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Va precisato che tutti coloro che sono stati interpellati hanno premesso che la cosa più importante è la salute. Trattandosi di uno spazio calcistico, proviamo comunque a parlare di sp...leggi
14/03/2020

Futuro campionati: il parere di Luigino Bortolotto e Stefano Bisetto

Prosegue la rubrica quotidiana dedicata a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Va precisato che tutti coloro che sono stati interpellati hanno premesso che la cosa più importante è la salute. Trattandosi di uno spazio calcistico, proviamo comunque a parlare di sp...leggi
14/03/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08208 secondi