Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Padova


Pozzonovo: il film della stagione nelle parole di mister Sabbadin

Biancazzurri coinvolti nella corsa salvezza nel girone A di Eccellenza

In attesa di eventuali provvedimenti ufficiali da parte della Federcalcio, l'ufficio stampa del Pozzonovo ha coinvolto mister Massimiliano Sabbadin (in foto) in un’interessante «botta e risposta» di cinque domande. Una mini-intervista con cui si sono toccati tutti gli aspetti più rilevanti della stagione biancazzurra.
Ne è uscita una disamina sincera e profonda, in cui l'allenatore ha ricostruito per filo e per segno la sofferta avventura degli ultimi mesi.

1. Traccia un giudizio a 360 gradi sul campionato della tua squadra.
«Sarei un bugiardo se dicessi che mi aspettavo un campionato del genere. Forse siamo stati abbagliati dall’esaltante rush finale di dodici mesi fa, quando siamo approdati ai playoff nazionali per salire in serie D. Può essere che questo ci abbia fatto iniziare la stagione con un pizzico di presunzione, a cui si sono presto aggiunti una serie di problemi in fase di preparazione che abbiamo pagato a carissimo prezzo, con una partenza a dir poco paurosa. Con il passare del tempo siamo migliorati, ma evidentemente non abbastanza. Il nostro peggior difetto? I troppi gol incassati».

2. Al momento della sospensione la classifica rispecchiava bene gli effettivi valori in campo?
«Dopo ventidue giornate la classifica è sempre abbastanza realistica. Quando ti ritrovi coinvolto in un campionato sofferto, magari hai più episodi negativi da raccontare: questi però ti possono privare di tre o quattro punti, non di dieci o dodici. In ogni caso, se avessimo tre o quattro punti in più nessuno dovrebbe gridare allo scandalo, specie ripensando a certe partite».

3. Qual è la squadra più forte che hai affrontato? E quali sono i migliori giocatori che hai potuto ammirare?
«Per la qualità dei giocatori, le squadre più attrezzate erano Montecchio Maggiore e CastelbaldoMasi. La sorpresa è indubbiamente il Sona, che per essere al comando ha evidentemente fatto qualcosina in più degli altri. Non dimenticherei tuttavia il Borgoricco, una compagine sempre molto organizzata e guidata da un bravo allenatore come Sandro Bertan. Quanto ai singoli, volutamente non cito ragazzi della mia squadra. Tra i portieri voto quindi Berto del CastelbaldoMasi e Cecchini del Valgatara, mentre come difensori scelgo Caco dell’Arcella e Buson del Borgoricco. A centrocampo Giordani del CastelbaldoMasi e Tresoldi dell’Abano e in avanti Casarotto del Montecchio Maggiore e Cappella del Borgoricco».

4. In sede di mercato, dove e come bisognerà intervenire per rinforzare la squadra?
«È prematuro rispondere adesso. Diciamo che mi sarebbe piaciuto disputare il rush finale della stagione con l’organico al completo».

5. Cos’è mancato al Pozzonovo per disputare un campionato sulla scia di quello dello scorso anno?
«Sono mancate diverse cose, in primis il non aver mai avuto a disposizione l’intera rosa. Siamo stati falcidiati da infortuni di ogni genere e da parte nostra abbiamo peccato di poca cattiveria, soprattutto all’inizio. A tutto ciò va aggiunta una buona dose di sfortuna, che in certi momenti di difficoltà rende tutto più difficile. Come già detto prima, abbiamo subìto veramente tanti gol: un dato per cui non si deve incolpare solo il reparto difensivo, perché è stato come collettivo che abbiamo fatto fatica a chiudere bene gli spazi e subire meno gli avversari nelle varie fasi di una gara. Troppi episodi negativi, troppe partite che sembravano chiuse e ci hanno lasciato con un pugno di mosche: basti pensare alle sfide di andata con Abano e Valgatara o al rigore del pareggio fallito al 94’ nello scontro diretto di ritorno con la Godigese».

Ufficio stampa Pozzonovo

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 17/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...





Presentato il nuovo progetto United Padova CSA 1924

Il progetto che vi stiamo raccontando è il progetto di una fusione, tra una prima squadra con una storia locale importante - La Campetra, nata nel lontano 1924 - ed un settore giovanile... giovane, certo, ma già in crescita continua da 5 anni in qua.A condurre a ...leggi
13/07/2020

Prima. Zoccolo duro confermato: sta nascendo la Solesinese che verrà

La Solesinese che verrà ha già contorni piuttosto definiti, inizia a prendere forma. Dopo aver scelto il mister, con l’annuncio della conferma del condottiero della scorsa stagione Alessandro Belloni (in foto) ancora alla guida dei nostri colori, e Michele Stefanin come preparatore dei p...leggi
13/07/2020


Ufficializzati i ripescaggi di S. Lucia, Loreggia, Fellette e Resana

In giornata il Comitato regionale Veneto ha messo nero su bianco 4 ripescaggi, per i quali mancava solo l'ufficialità (ed altri ce ne saranno).Il Santa Lucia Susegana è ufficialmente ripescato dalla Prima categoria alla Promozione, in sostituzione dello Janus che ha già formalizzato l...leggi
10/07/2020


Operazioni in entrata per Aurora Legnaro, Loreggia e Venezia 1907

L'Aurora Legnaro, in Promozione, ha ufficializzato l'arrivo del portiere classe 2000 Alessandro Ballin, ex Albignasego.Il Loreggia del direttore sportivo Diego Pegorin, ormai certo del ripescaggio in Prima categoria, registra il ritorno in biancorosso del centrocampista Mattia Mel...leggi
09/07/2020


Campodarsego: al via i lavori per il nuovo campo in erba sintetica

Ruspe in azione al Gabbiano di Campodarsego: sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo campo in erba sintetica. "Un ringraziamento va all'Amministrazione Comunale per la collaborazione e l'interesse mostrati nei confronti di questo investimento, che punta a migliorare i servizi soprattutto in favore del nostro settore gi...leggi
09/07/2020


Alessandro Peruzzo torna all'Abano, Andrea Bellamio al Monselice

Due ritorni da segnalare. All'Abano di mister Lunardon, in Eccellenza, rientra dall'Azzurra Due Carrare il jolly difensivo classe 2002 Alessandro Peruzzo (foto a lato).Al Monselice di mister Simonato, neopromosso in Promozione, c'è invece il gradito ritorno del...leggi
08/07/2020

L'Arcella si assicura Luigi Raffaelli, Davide Toso e Alex Dal Molin

Nella foto, da sinistra: l'allenatore Davide Tentoni, il presidente Gabriele Favero e il direttore generale Massimo Ceccato. Triplo colpo in entrata per l’Arcella: tre nuovi innesti vanno ad aggiungersi ai sei già concretizzati la scorsa settimana, e definiscono sempre di più la rosa ...leggi
08/07/2020


Si sblocca il mercato dell'Este: Farinazzo e Loutsis in giallorosso

In Serie D si sblocca il calciomercato dell'Este. Dopo aver individuato in Massimiliano De Mozzi il nuovo allenatore, i giallorossi del presidente Lucchiari e del neo direttore generale Sannazzaro hanno annunciato i primi due acquisti: sono l'attaccante classe 1996 Marco Farinazzo (...leggi
06/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,28199 secondi