Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Padova


Promozione. Monselice: operazione al ginocchio per Matteo Deinite

Il centrocampista parla anche del destino di questa stagione

In attesa delle sospirate notizie che continuano a non arrivare dai vertici federali, in casa Monselice (girone C di Promozione) c’è un giocatore che ha in ogni caso concluso la stagione: parliamo di Matteo Deinite (nella foto), colonna del centrocampo biancorosso, che mercoledì si è sottoposto ad un intervento chirurgico di osteotomia correttiva al ginocchio destro all’ospedale di Negrar, zona Verona Nord.

L'ufficio stampa del Monselice lo ha coinvolto in un’ampia disamina sulle tematiche di maggiore attualità: in primis, ovviamente, sul destino a cui andrà incontro l’attuale stagione sportiva.
«L’intervista del mister di pochi giorni fa mi trova d’accordo su tutta la linea – afferma Deinite, classe 1983 – Fino a qualche settimana fa ero molto più propenso all’idea di tornare in campo, ma più passa il tempo più mi rendo conto che diventa complicato, soprattutto se non si adotta un protocollo come quello della Serie D. Lì tanti giocatori vivono di calcio e un eventuale caso di positività non va ad inficiare aziende o posti di lavoro: per noi, invece, un ipotetico isolamento può creare problemi anche in ambito professionale. Per questo dico che riprendere in condizioni diverse dalla Serie D non avrebbe alcun senso: e resto dell’idea che bisognerebbe stabilire dei verdetti, magari in quantità minore, sia in chiave promozione che retrocessione, perché altrimenti il campionato rischia di non essere attendibile. Fosse per me, allargherei ad esempio la fascia-playoff e quella playout proprio per mantenere vivi l’interesse e gli stimoli fino all’ultima giornata. In ogni caso, giunti a questo punto, credo che la soluzione migliore sia sospendere tutto definitivamente e pensare ad un inizio anticipato della nuova stagione, proprio come suggerito dal mister. Non dimentichiamoci che siamo fermi da quasi cinque mesi e che ripartire potrebbe creare molti problemi di natura muscolare: se si aggiunge il rischio di contagio, le squadre rischierebbero di arrivare contate quasi ogni domenica».

L’analisi di Deinite si concentra su alcune proposte concrete da mettere sul tavolo.
«L’idea di anticipare la ripresa con un nuovo format per la Coppa Veneto è interessante e percorribile. In caso contrario si potrebbe iniziare il nuovo campionato già nei mesi più caldi e pianificare il calendario in modo diverso, allungando la sosta invernale ed estendendola almeno ai mesi di dicembre e gennaio: in tal modo si andrebbe a preservare i campi e a prevenire l’esposizione ai contagi Covid o ad altre sindromi influenzali che in inverno si fanno sentire con più insistenza. Personalmente spero che alla scadenza dell’attuale DPCM si arrivi finalmente ad una decisione, in un senso o nell’altro: continuare a tergiversare è inutile, almeno le società potrebbero sentirsi libere di prendere una strada definitiva».

In chiusura di analisi, un pensiero raccolto alla vigilia dell’operazione chirurgica.
«L’intervento consiste nell’inserimento di un cuneo osseo per ripristinare il carico corretto variandone l’asse. Mi aspettano trenta giorni con due stampelle e altri venti con una sola: dopo circa due mesi potrò tornare ad una vita “normale”, mentre per riprendere l’attività motoria servono circa 75 giorni. Con l’occasione faccio anche asportare una ciste dalla zona meniscale».

Ufficio stampa Monselice

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 20/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...




Campodarsego. Ballarin: "Venderemo carissima la pelle"

Anticipo di campionato per il Campodarsego, che oggi (sabato) alle 14.30 è atteso sul terreno della Luparense per il derby dell’Alta Padovana. Si gioca con 24 ore di anticipo, in apertura di una settimana importante e ricca di impegni: mercoledì biancorossi di nuovo in casa per il recupero del match col D...leggi
06/03/2021


In Eccellenza nasce l'United Borgoricco Campetra

Borgoricco (Eccellenza) e United Padova (Prima categoria) uniscono le forze per dare vita all’United Borgoricco Campetra. Un’idea condivisa dai due presidenti - rispettivamente Giovanni Tramarin e Massimo Poliero - che era partita dal settore...leggi
03/03/2021

Serie D. Cesare Pasqual è una nuova freccia offensiva dell'Este

Nuova freccia offensiva per l'Este del direttore generale Davide Sannazzaro. Approda infatti in giallorosso Cesare Pasqual, punta centrale classe 2001, all'occorrenza ala sinistra. E' cresciuto nel settore giovanile del Venezia e ha vestito la maglia del Caorle La Salute...leggi
03/03/2021




Serie D. La Luparense ritorna da Chions con un punto

Serie D, girone C, 4^ giornata di ritorno Un punto prezioso per continuare a scalare la classifica del girone. I Lupi, in trasferta sul campo di Chions, trovano il pareggio difendendo la propria area in dieci uomini per tutto il secondo tempo, dopo l’espulsione di Venitucci...leggi
01/03/2021








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09872 secondi