Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Dolomiti BL all'esame Arzignano nell'anticipo: "Sfida stimolante"

Domani a Feltre (ore 15) si apre la terza giornata di Serie D

Vai alla galleria

Se non è la principale favorita per il salto di categoria, poco ci manca: l’Arzignano Valchiampo è il prossimo avversario della SSD Dolomiti Bellunesi. Un avversario da affrontare domani (sabato 2 ottobre), in anticipo: il fischio d’inizio verrà dato alle ore 15, allo stadio Zugni Tauro di Feltre, mentre il fischietto designato per l’incontro è Gerardo Garofalo di Torre del Greco.

Dalla carta al campo - Per capire lo spessore della formazione guidata da Giuseppe Bianchini basterebbe scorrere i nomi in rosa. Anche se la carta, si sa, non sempre offre risposte veritiere. E allora l’Arzignano si è portato avanti col lavoro. E queste risposte le sta già dando sul campo: 2 partite giocate, 6 punti all’attivo, 3 reti rifilate all’Ambrosiana nel turno d’esordio e altre 3 al Montebelluna, nel confronto di domenica scorsa. Insomma, una signora squadra e con individualità di spicco: come Szymon Fyda, autore di un tris di centri nell’arco di soli 180’. Ma il gruppo di mister Lauria - al completo, dopo il recupero di Dario Teso - non vuole essere da meno. E, soprattutto, intende cancellare con una prova di spessore la recente sconfitta di San Martino di Lupari contro la Luparense: «Sarà una bella partita - afferma il direttore sportivo, Marco Conte - e molto stimolante. Perché affrontare una delle compagini più quotate del campionato non può che regalare ulteriori motivazioni».

Non solo difesa - Chiudere la porta, e di conseguenza subire meno gol, è prioritario: «Quando perdi 4-2 significa che più di qualcosa non ha funzionato, non solo la fase difensiva. Nel momento in cui si analizza una gara, è necessario prendere in considerazione tutti gli aspetti, a 360 gradi. Anche quelli positivi, che onestamente non sono mancati».

Serenità - Conte è sereno, come l’ambiente dolomitico: «Perché vedo all’opera la squadra ogni giorno. I ragazzi lavorano con intensità e attenzione». Inutile caricare il match di domani di troppi significati: «Nessun esame di maturità o di riparazione - frena il direttore sportivo -. La sfida con l’Arzignano sarà utile per farci capire a che punto siamo nel nostro percorso. A ogni modo, c’è desiderio di rivalsa. È sempre così, dopo una sconfitta. Anche perché le nostre idee di partenza non cambiano: vogliamo essere protagonisti di una stagione importante».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 01/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Giustizia sportiva del Veneto: ecco tutte le nomine

La Figc ha reso note le nomine dei Giudici sportivi territoriali, dei componenti dei Tribunali federali territoriali e delle Corti sportive di appello territoriali del Veneto. COMITATO REGIONALE VENETOGiudice sportivo: GIOVANNI MOLIN...leggi
26/11/2021


Anticipo in Promozione. Derby e primato all'Unione Limana Cavarzano

Nell'anticipo della nona giornata di campionato in Promozione, l'Unione Limana Cavarzano batte 3-0 a Limana i cugini del Fiori Barp Mas e li scavalca al primo posto in classifica nel girone E, ritrovando la vittoria dopo tre pareggi consecutivi. Per i ragazzi di Massimiliano Parteli (nella f...leggi
20/11/2021

Il Montebelluna per l'ex Marco Conte: "Non è una gara come le altre"

«No, per quanto mi riguarda non può essere una gara uguale alle altre. Anche se vale comunque tre punti». Marco Conte (nella foto) non si nasconde dietro a un dito: i prossimi 90’ li vivrà con un’emozione in più. Perché il direttore sportivo della Dolomiti Bellunesi si tro...leggi
20/11/2021



Dall'eurogol all'attualità: c'è l'Ambrosiana nel mirino del "Cobra"

È il 16 febbraio 2020: si gioca al polisportivo, l’avversario è l’Ambrosiana e un centravanti col 9 sulla schiena e la fascia da capitano al braccio estrae dal cilindro una prodezza destinata a diventare materiale da cineteca: avvitamento in aria, coordinazione perfetta, impatto con la sfera ad altezze ragguardevoli. Rovesc...leggi
14/11/2021






Serie D. Dolomiti BL all'esame Este nell'anticipo: "Diamo continuità"

C’è un’altra prima volta in questa stagione scandita dalle novità. Ovvero, la prima volta allo stadio polisportivo della SSD Dolomiti Bellunesi: domani (sabato 16, ore 15) i ragazzi di Renato Lauria se la vedranno con l’Este, una compagine che viaggia alla media di un punto a partita (4 in 4 turni). E...leggi
15/10/2021




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07396 secondi