Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Padova


Insulti razzisti, il Tribano: "Solidarietà ai nostri tesserati"

La società ha emesso un comunicato dopo i fatti di domenica a Granze, dove i propri giocatori hanno abbandonato il campo in seguito alle offese arrivate dagli spalti

Vai alla galleria

In seguito a quanto accaduto domenica pomeriggio durante e dopo la partita di Seconda categoria con l'Atletico Granze, il direttivo della Polisportiva Tribano si stringe attorno ai propri ragazzi, condannando quanto accaduto, appoggiando e condividendo in pieno la presa di posizione della squadra che ha abbandonato il campo (clicca qui per approfondire).

Ecco il comunicato ufficiale del Direttivo dopo la riunione straordinaria indetta ieri sera.

Dopo quanto accaduto domenica nella partita di campionato della nostra prima squadra nel campo dell’ASD Atletico Granze, il Direttivo della PolisportivaTribano si è riunito per prendere una posizione forte nei confronti degli incresciosi episodi di cui molti di voi hanno sentito parlare.
Esprimiamo tutta la solidarietà ai nostri tesserati che ancora una volta hanno dovuto subire offese ed insulti, non per la loro prestazione in campo, ma per il semplice fatto di avere un colore della pelle diverso da chi è seduto sugli spalti.
La vicinanza è totale al gruppo che, unanime, ha deciso di lasciare il campo a pochi minuti dalla fine, dopo l’ennesimo episodio rivolto ad alcuni loro compagni di squadra, ad alcuni loro amici.

Siamo fieri ed orgogliosi che a rappresentare i nostri colori siano questi ragazzi, che non sono certo perfetti, ma incarnano in pieno lo spirito che da sempre contraddistingue la PolisportivaTribano.
Uno spirito che premia l’inclusione, la condivisione e la partecipazione ben prima del risultato sportivo.
Si potrebbe dire molto, ripercorrere quanto accaduto in uno stadio di provincia durante una partita di Seconda Categoria, ci sarebbe la sfida in campo, bella e vera, con due squadre che non si sono risparmiate, che hanno lottato per quel risultato che con tanta fatica e dedizione si cerca di raggiungere durante la settimana.
Ma oggi francamente tutto questo passa in secondo piano, oggi è giusto porre l’attenzione sull’ennesimo episodio di razzismo, sull’impossibilità di colpire con fermezza chi si ostina ad offendere in maniera becera il prossimo, di come la tribuna di un campo da calcio diventi il posto dove sfogare le proprie frustrazioni e la propria rabbia repressa, incuranti che davanti ci siano delle PERSONE.

Onore ai tesserati della squadra avversaria, a quei giocatori che sono venuti a scusarsi nello spogliatoio dei nostri ragazzi, a quelli che all’uscita dell’impianto si sono realmente dissociati da quanto avvenuto, sentendosi quasi in colpa.
E’ un peccato dover essere qua a raccontare questo, al termine di un fine settimana che doveva essere di sport e divertimento.

Passa anche in secondo piano la probabile sconfitta a tavolino che subiremo, perché il regolamento è chiaro ed i nostri ragazzi lo sapevano bene, nessuno può abbandonare il terreno di gioco se non è il direttore di gara a decretare la fine della competizione o la sospensione della stessa.
E forse in questi termini la protesta e l’indignazione dei nostri atleti assume una valenza maggiore, perché sportivamente parlando ne usciranno sconfitti, vedranno cancellato il punto conquistato sul campo in un momento in cui i risultati positivi faticano ad arrivare.
Ma umanamente escono vincitori a testa altissima, per una decisione presa con coraggio, fermezza, altruismo e senza alcuna esitazione, per difendere un ideale di correttezza che non può far altro che incontrare tutto il nostro sostegno.

Un ringraziamento particolare, infine, a quelle persone che in questi giorni hanno mandato un messaggio di sostegno ai nostri ragazzi, a quelle società, che come noi faticano ogni giorno per promuovere progetti che consentano a tutti di praticare sport, che ci hanno fatto sentire la loro vicinanza ed il loro supporto.
Oggi è successo a NOI, domani, speriamo, non capiti ad altri.

Il Direttivo della PolisportivaTribano

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 16/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Prima e Seconda: respinti i ricorsi di Ospedaletto e San Lazzaro

La Corte sportiva di appello territoriale ha respinto i ricorsi di Ospedaletto Eugeneo (Prima categoria girone E) e San Lazzaro Santa Croce (Seconda categoria girone H), confermando le sconfitte rispettivamente contro il Granzette (0-3 a tavolino con anche un punto di penalità all'Ospeda...leggi
19/01/2022




Abano. L'intervista al neo presidente Garon su obiettivi e prospettive

Nella foto: il nuovo presidente Claudio Garon (a destra) con il patron uscente Gildo Rizzato (a sinistra) e il direttore sportivo Franco Sartori (al centro). Sono già passate più di due settimane dalla svolta epocale che ha segnato il passaggio di consegne al timone dell’Abano, con il...leggi
12/01/2022

Azzurra Due Carrare: il bilancio a 360° del presidente Massimo Carraro

Un 2021 incredibilmente ricco di soddisfazioni e un 2022 da vivere tutto d’un fiato, nella speranza che questa maledetta pandemia se ne vada e ci permetta di tornare a vivere il calcio per le magìe che regala sul rettangolo verde. In casa Azzurra Due Carrare la parola va al presidente Massimo Carraro, che tra...leggi
10/01/2022



Campodarsego: definito il trasferimento di Mattia Cupani al Bologna

Il Campodarsego è lieto di comunicare che, a far data dalla giornata di domani, il giocatore Mattia Cupani sarà a tutti gli effetti un calciatore della società Bologna. L’accordo per la cessione del giovane attaccante classe 2004, raggiunto nella mattinata di oggi, ha preceduto di qualche ...leggi
04/01/2022

Pozzonovo, Cavazzana: "La priorità è tenere a distanza la zona calda"

Il Pozzonovo si affaccia al 2022 con entusiasmo e determinazione, pronto a lottare alla morte ogni domenica per raggiungere gli obiettivi prefissati.Al giro di boa di metà stagione la squadra occupa il settimo posto solitario del girone B di Eccellenza: il ruolino di marcia parla di quattro vittorie, ci...leggi
03/01/2022







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10820 secondi