Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Artioli e l'ex Pasqualino: la Dolomiti BL fa tremare l'Arzignano

L'amichevole di Feltre si chiude sul risultato di 2-3

Vai alla galleria

Dolomiti Bellunesi - Arzignano Valchiampo 2-3

Reti: pt 8’ Grandolfo, 9’ Artioli, 34’ Tardivo, 42’ Parigi; st 33’ Pasqualino.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas, Pasqualino (st 39’ Cucchisi), Toniolo (st 1’ Conti), Casella (st 39’ Arcopinto), Sommacal (st 45’ Nwoke), Alari (st 45’ De Carli), Faraon (st 24’ Macchioni), Artioli (st 39’ Onescu), Svidercoschi (st 39’ Corbanese), A. Cossalter (st 24’ Estévez), Vinciguerra (st 1’ De Paoli).
Allenatore: Brando.

Arzignano Valchiampo: Volpe (st 24’ Pigozzo), Casini (st 24’ Nchama), Molnar (st 24’ Grosso), Bordo (st 24’ Cester), Grandolfo (st 24’ Fyda), Cariolato, Barba (st 24’ Tremolada), Parigi, Bonetto, Davi (st 1’ Antoniazzi), Tardivo.
Allenatore: Bianchini.

Arbitro: Andrea Dal Col di Belluno.
Assistenti: Stefano Collazuol e Viviana De Rocco di Belluno.

Note. Spettatori 150 circa. Ammoniti: Pasqualino, A. Cossalter, Antoniazzi. Angoli: 6-5 per l’Arzignano. Recupero: pt 3’; st 5’.

A 24 ore di distanza dal passivo maturato con il St. Georgen, cambiano gli avversari (Arzignano Valchiampo), il livello di difficoltà (da una compagine di Eccellenza a una neopromossa di C), lo scenario (da Rasai allo Zugni Tauro di Feltre). E a cambiare è anche il profilo della prestazione offerta dalla SSD Dolomiti Bellunesi, nonostante il risultato non sorrida. Perché il collettivo di Lucio Brando (rivoluzionato per nove undicesimi rispetto al test di sabato) gioca per larghi tratti alla pari con l’Arzignano, trova due volte il bersaglio (grazie ad Artioli, terzo centro nel pre-campionato, e all’ex Pasqualino), tiene a lungo il pallino del gioco e crea diverse occasioni da rete. Insomma, il bicchiere è decisamente mezzo pieno.

Inizio pirotecnico - Fuochi d’artificio in avvio, rispecchiati dai due gol nello spazio di 60 secondi: Grandolfo, liberato da una sponda di Parigi, porta avanti i giallo-celesti con una precisa deviazione a pochi passi da Virvilas. Ma i padroni di casa non si scompongono: rimettono la palla sul cerchio di metà campo, si riversano in avanti e timbrano immediatamente il pari, grazie a un sinistro del solito Artioli, sporcato da Bonetto in maniera tanto leggera, quanto decisiva. Poi Virvilas è provvidenziale sul bolide di Parigi, ma nulla può, poco oltre la mezz’ora, sul diagonale di Tardivo, abile a sfruttare un rimpallo e a indirizzare la sfera in buca d’angolo. I dolomitici avrebbero due opportunità per riequilibrare l’incontro, con Alex Cossalter (Volpe ribatte di piede) e Svidercoschi (alto di testa). Tuttavia, sono costretti a capitolare per la terza volta, in seguito all’incornata di Parigi, imbeccato da Grandolfo.

Remake - Ma la SSD Dolomiti Bellunesi non vuole indossare i panni di semplice sparring partner. E, nella ripresa, ha la forza di tenere il campo, reggere l’urto e la fisicità dei vicentini, e soprattutto di accorciare le distanze con un beffardo tiro cross di Pasqualino, autore del classico gol dell’ex. Allo Zugni Tauro, finisce 2-3 e segna il terzino di origine calabrese: sembra il remake della sfida di campionato, andata in scena lo scorso ottobre. Solo che, nel frattempo, Pasqualino ha un’altra maglia, l’Arzignano è in C. E la Dolomiti Bellunesi cresce e pensa in grande. Anche perché manca una settimana esatta all’esordio ufficiale: domenica prossima, nel primo turno di Coppa Italia, l’avversario sarà il Levico Terme, che ha superato 2-0 la Virtus Bolzano nel turno preliminare.

Il verbo di Brando - «Meglio oggi? Sì, ma non avevo dubbi - è l’analisi di mister Lucio Brando -. I ragazzi sono forti, intelligenti, lavorano parecchio e molto, molto bene: rappresentano un gruppo fantastico. La buona prestazione non mi stupisce affatto, però vogliamo e dobbiamo essere sempre questi. È un processo di crescita continuo, puntiamo a migliorare in ogni aspetto: dall’intensità alla qualità tecnica, passando per l’approccio, l’organizzazione tattica e la condizione fisica. Sappiamo che incontreremo ancora delle difficoltà, sono passaggi fisiologici: anche stavolta, infatti, ci portiamo a casa degli errori, sui quali lavoreremo. Ma fa tutto parte di un percorso».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Foto di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
  • Il tiro cross di Pasqualino
  • Alex Cossalter sgambettato
  • Artioli accerchiato
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 21/08/2022
 

Altri articoli dalla provincia...







Dolomiti BL. Vinciguerra dopo l'operazione: 'Concentrato sul recupero'

È la “sua” partita. Inutile girarci troppo attorno: “sua”, di Filippo Vinciguerra. Perché in quel primo turno di Coppa Italia, datato 28 agosto, la SSD Dolomiti Bellunesi è opposta al Levico Terme. E “Vinci” è il grande ex. In più, parte titolare ed è un’autentica spina nel fianco pe...leggi
11/11/2022




Promozione: inversione per Ponzano-Longarone. Dolo-Miranese a Caltana

Due variazioni di campo per l'ottava giornata di campionato in Promozione, in programma domenica 6 novembre alle 14.30.Nel girone D la partita Dolo Pianiga-Miranese si disputa a Caltana di Santa Maria di Sala.Nel girone E inversione di campo per Ponzano-Longarone Alpina, che dunque non s...leggi
04/11/2022


Prima categoria. Termina in pareggio il recupero Arsiè-Fregona

Nella foto: Roberto Pauletti, allenatore dell'Arsiè. Termina in parità con un gol per tempo il recupero Arsiè-Fregona nel girone I di Prima categoria (quinta giornata).Entrambe le squadre salgono a 5 punti e restano in coda alla classifica, ora in compagnia del...leggi
01/11/2022




Coppe regionali: squadre veronesi sugli scudi, Marca sottotono

Un quarto delle squadre venete ancora in corsa nelle Coppe regionali è veronese. Il dato emerge analizzando le formazioni qualificate agli ottavi di finale della Coppa Italia di Eccellenza e del Trofeo Veneto di Promozione, e ai sedicesimi del Trofeo di Prim...leggi
19/10/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03504 secondi