Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Tris d'autore per la Dolomiti Bellunesi contro il Levico

I ragazzi di mister Brando accedono ai trentaduesimi di Coppa Italia

Vai alla galleria

DOLOMITI BELLUNESI-LEVICO TERME 3-0

Reti: pt 13’ Svidercoschi, 28’ Pasqualino; st 8’ A. Cossalter.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas, Pasqualino (st 40’ Sommacal), Macchioni, Alari, Pettinà, Toniolo, A. Cossalter (st 27’ Onescu), Casella (st 33’ De Carli), Svidercoschi (st 27’ Corbanese), Artioli, Vinciguerra (st 1’ De Paoli).
A disposizione: Saccon, Conti, Arcopinto, Faraon.
Allenatore: Brando.

Levico Terme: Amoroso, Marini, Scandilori, N. Santuari, Marchesan, Masetti, Orsega (st 1’ Gasperotti), Forestan (st 34’ Compaore), Moraschi (st 11’ Preknicaj), Fracaro (st 1’ Gubellini), G. Santuari (st 20’ Rinaldo).
A disposizione: Segantini, Bortolotti, Dalla Bernardina, Zamboni.
Allenatore: Rastelli.

Arbitro: Esposito di Napoli.
Assistenti: Lembo di Valdarno e Mansutti del Basso Friuli.

Note. Spettatori 250 circa (179 paganti). Ammoniti: Casella, Preknicaj, Gasperotti. Angoli: 8-2 per la SSD Dolomiti Bellunesi. Recupero: pt 2’; st 3’.

Vittoria, bel gioco, qualificazione al secondo turno di Coppa Italia: il piatto è ricco. Ricchissimo. La SSD Dolomiti Bellunesi si accomoda al tavolo del calcio che conta con la giusta predisposizione: i “blancos”, infatti, vincono e convincono nel debutto ufficiale della nuova annata. E nobilitano il 3-0 al Levico Terme con reti di pregevolissima fattura: come il colpo di testa da autentico rapace d’area di Svidercoschi, il colpo da biliardo di Alex Cossalter, ma soprattutto come il destro al volo di Pasqualino. Un esterno che segna solo gol impossibili: dal tiro-cross all’Arzignano, passando per la doppietta col Venezia Under 19, nel pre-campionato. Quattro perle in una settimana magica. L’unica ombra del pomeriggio? È legata al problema al ginocchio che ha costretto Filippo Vinciguerra - uno dei due ex, l’altro era Pettinà - ad alzare bandiera bianca all’intervallo.

Assolo - Il primo tempo è un assolo dolomitico. Virvilas deve mettere i guantoni soltanto sul colpo di testa di Forestan e su una punizione, mentre il collega Amoroso è provvidenziale in almeno tre circostanze: in uscita bassa su Macchioni, che sfonda per vie centrali, e sulle stoccate di Svidercoschi e Artioli. Ma nulla può sullo stesso centravanti romano, invitato a nozze da un cross al bacio di Casella, e sul bolide di Pasqualino, imbeccato direttamente dalla bandierina del corner: un concentrato di potenza e precisione per il 2-0.

Capitano - Padroni di casa sazi? Nossignore. Men che meno Alex Cossalter, che con la fascia da capitano al braccio regala alla platea dello Zugni Tauro il terzo gioiellino di giornata: sinistro chirurgico e pallone nell’angolino basso. E a proposito di feltrini, ci prova pure il neo entrato De Paoli, che esalta i riflessi di Amoroso. Il tris è confezionato. La qualificazione pure. E domenica prossima scatta il campionato: sempre allo stadio di Feltre, dove arriveranno i neopromossi del Villafranca.

L'analisi del mister - Soddisfatto, e non potrebbe essere altrimenti, mister Lucio Brando: «I ragazzi meritano grandissimi complimenti, hanno approcciato la partita nel modo giusto, come era stato loro richiesto. Siamo riusciti a segnare, a creare tante occasioni, a difendere bene. Ci godiamo la prestazione, le giocate individuali, il fatto di festeggiare nello spogliatoio. È giusto che i ragazzi, ma anche lo staff e la società gioiscano. Sapendo però che questa è solo una delle mille tappe che dovremo affrontare. E alla quale va dato il giusto valore. In ogni caso, simili prove danno entusiasmo e fanno crescere l’autostima».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Immagini di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 28/08/2022
 

Altri articoli dalla provincia...






Pubblicato il mansionario dei lavoratori sportivi

Pubblicato l'elenco delle mansioni rientranti tra quelle necessarie per lo svolgimento di attività sportiva ai sensi dell’art. 25 comma 1-ter del d. lgs. 36/2021, sulla base dei regolamenti tecnici delle singole discipline sportive, comunicate dalle FSN e dalle DSA, anche paralimpiche, al Dipartimento per lo Sport attra...leggi
22/02/2024






Disposto un minuto di silenzio per le vittime dell'incidente a Firenze

Su indicazione del presidente federale della Figc, Gabriele Gravina, è stato disposto un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime dell'incidente occorso nel cantiere di via Mariti a Firenze. Il minuto di silenzio sarà osservato prima dell'inizio delle competizioni in programma per l'intero fine settimana, inclu...leggi
17/02/2024





Promozione. Il resoconto della 6. giornata di ritorno nel girone D

Nella foto: Alessandro Trevisan, ormai storico allenatore dell'Ambrosiana Trebaseleghe. Con la sesta giornata di ritorno (la prima si deve recuperare) sono andati in archivio esattamente due terzi di campionato nel girone D di Promozione, ossia 20 partite su 30. Turno caratteri...leggi
12/02/2024


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04699 secondi