Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Colpo del Villafranca a Feltre con Menolli e un super Ballato

Dolomiti Bellunesi ko 0-1 all'esordio in campionato

Vai alla galleria

Serie D, girone C, 1^ giornata

DOLOMITI BELLUNESI - VILLAFRANCA VERONESE 0-1

Gol: pt 40’ Menolli.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas, Pasqualino, Macchioni (st 19’ Toniolo), Conti, Alari (st 25’ Corbanese), Pettinà, A. Cossalter, Casella (st 34’ Faraon), Svidercoschi, Artioli, Estévez (st 13’ De Paoli).
A disposizione: Saccon, Sommacal, Cucchisi, De Carli, Onescu.
Allenatore: Brando.

Villafranca Veronese: Ballato, Amoh, Gardini, Boccalari (st 19’ Fanini), Stanghellini, Tosi, Malavasi (st 34’ Fornari), Menolli, Xeka (st 21’ Manconi), Vetere (st 21’ Mazzi), Ciuffo (st 37’ Marchetti).
A disposizione: Spezia, Maccarone, Gallo, Cannoletta.
Allenatore: Damini.

Arbitro: Muccignato di Pordenone.
Assistenti: Petarlin di Vicenza e Gibin di Chioggia.

Note. Spettatori 400 circa. Ammoniti: Conti, Sommacal (dalla panchina), Alari. Espulso: Stanghellini (st 44’) per aver fermato una chiara occasione da rete e Pasqualino (st 50’) per somma di ammonizioni. Angoli: 8-3 per la SSD Dolomiti Bellunesi. Recupero: pt 1’; st 5’.

È amaro e senza punti il debutto nel campionato di Serie D della SSD Dolomiti Bellunesi: la neopromossa Villafranca Veronese, infatti, passa allo Zugni Tauro grazie a una magistrale punizione di Menolli, a ridosso dell’intervallo. E, in particolare, grazie a un portiere in versione-saracinesca: il diciannovenne Andrea Ballato para tutto ciò che può parare. Così, nonostante la lunga sequenza di occasioni, i dolomitici non sfondano e l’intera posta in palio finisce a un avversario che non mette in mostra solo l’entusiasmo tipico di chi è appena salito di categoria, ma anche solidità e organizzazione di gioco.

Due cambi - Rispetto all’undici di Coppa Italia, mister Brando cambia due pedine: in difesa, Conti prende il posto di Toniolo, mentre davanti Vinciguerra (infortunato al ginocchio e in attesa di essere operato) viene rilevato dallo spagnolo Estévez. L’approccio è buono. Tanto è vero che Ballato deve subito volare su un gran destro di Pasqualino: poco più tardi, viene annullato un gol a Svidercoschi e Artioli prova la magia quasi da metà campo, ma è ancora provvidenziale l’estremo difensore ospite. Tutto questo in meno di un quarto d’ora.

Misure - Alla lunga, però, il Villafranca prende le misure e riesce a rendersi pericoloso con Amoh, che prima impegna Virvilas, poi sfiora il legno di testa. E mentre Ballato è ancora decisivo (al 33’ su Svidercoschi, in seguito a un rapido scambio in area con Cossalter), il pari ruolo lituano nulla può sul preciso calcio di punizione di Menolli: al 40’, l’equilibrio è spezzato.

Nervosismo - Nella ripresa, ci provano Conti (7’) e Pasqualino (11’), ma il numero 1 veronese è strepitoso. La pressione dolomitica sale: a salire, però, è pure il nervosismo. Trovare spazi nella retroguardia avversaria non è facile e il finale è caratterizzato da ben due espulsioni. Una la rimedia Stanghellini, che interrompe in maniera irregolare una chiara occasione da rete; l’altra Pasqualino, punito con un doppio giallo. I cambi, invece, non sortiscono effetti. Non sul risultato, almeno. E i tre punti prendono la strada di Villafranca.

Muro - «Ci sono state parecchie situazioni pericolose - è l’analisi di mister Lucio Brando - ma abbiamo sbattuto contro un muro: il loro portiere ha fatto grandi cose. Gli porgiamo i complimenti, come a Menolli, bravissimo sui calci piazzati. Rispetto a qualità e dominio del gioco, c’è poco da dire: i ragazzi sono stati generosi e hanno interpretato bene la partita. Siamo rimasti nella metà campo avversaria sostanzialmente per 90’. La prestazione si è rivelata importante. E la strada che abbiamo intrapreso non è sbagliata».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Immagini di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
  • Artioli prova a superare Amoh
  • Punizione vincente di Menolli
  • Istituzioni presenti
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 04/09/2022
 

Altri articoli dalla provincia...







Dolomiti BL. Vinciguerra dopo l'operazione: 'Concentrato sul recupero'

È la “sua” partita. Inutile girarci troppo attorno: “sua”, di Filippo Vinciguerra. Perché in quel primo turno di Coppa Italia, datato 28 agosto, la SSD Dolomiti Bellunesi è opposta al Levico Terme. E “Vinci” è il grande ex. In più, parte titolare ed è un’autentica spina nel fianco pe...leggi
11/11/2022




Promozione: inversione per Ponzano-Longarone. Dolo-Miranese a Caltana

Due variazioni di campo per l'ottava giornata di campionato in Promozione, in programma domenica 6 novembre alle 14.30.Nel girone D la partita Dolo Pianiga-Miranese si disputa a Caltana di Santa Maria di Sala.Nel girone E inversione di campo per Ponzano-Longarone Alpina, che dunque non s...leggi
04/11/2022


Prima categoria. Termina in pareggio il recupero Arsiè-Fregona

Nella foto: Roberto Pauletti, allenatore dell'Arsiè. Termina in parità con un gol per tempo il recupero Arsiè-Fregona nel girone I di Prima categoria (quinta giornata).Entrambe le squadre salgono a 5 punti e restano in coda alla classifica, ora in compagnia del...leggi
01/11/2022




Coppe regionali: squadre veronesi sugli scudi, Marca sottotono

Un quarto delle squadre venete ancora in corsa nelle Coppe regionali è veronese. Il dato emerge analizzando le formazioni qualificate agli ottavi di finale della Coppa Italia di Eccellenza e del Trofeo Veneto di Promozione, e ai sedicesimi del Trofeo di Prim...leggi
19/10/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07608 secondi