Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Rigore parato al 92': pari beffardo per la Dolomiti Bellunesi

A reti bianche la sfida con il Cjarlins Muzane

Vai alla galleria

Serie D, girone C, 13^ giornata

CJARLINS MUZANE - DOLOMITI BELLUNESI 0-0

Cjarlins Muzane: Barlocco, Alesso, Zaccone (st 37’ Bianco), Cavallini, Syku, Codromaz, Valenti (st 27’ Agnoletti), Fedrizzi (st 31’ Parise), Di Maira (pt 17’ D’Appolonia), Cattaneo (st 19’ Banse), Gerevini.
A disposizione: Becchi, Loi, Ristic, Mignogna.
Allenatore: Parlato.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas; Cucchisi, Alari, Sommacal, Macchioni (st 43’ Toniolo); T. Cossalter (st 20’ De Carli), Onescu, Arcopinto; A. Cossalter; Corbanese, Svidercoschi.
A disposizione: Saccon, Pasqualino, Casella, Conti, Alcides, Faraon.
Allenatore: Zanin.

Arbitro: Paul Leonard Mihalache di Terni.
Assistenti: Mohamed Ben Boubaker e Marco Crostella di Foligno.

Note. Ammoniti: Sommacal, Codromaz, A. Cossalter, Fedrizzi, Alesso, Agnoletti, Cavallini. Espulso: st 50’ Banse per proteste. Angoli: 4-3 per la SSD Dolomiti Bellunesi. Recupero: pt 5’; st 4’.

Undici metri di rimpianti: la SSD Dolomiti Bellunesi torna da Carlino con il secondo pareggio stagionale. E il primo, in assoluto, a reti inviolate. Ma l’epilogo del match non può non lasciare un retrogusto amarognolo: perché al 92’, l’estremo difensore del Cjarlins Muzane - il diciottenne Barlocco - si erge ad assoluto protagonista della sfida e para un rigore a Corbanese. Non contento, sulla ribattuta “mura” pure il tap-in di Onescu. Regge, quindi, lo 0-0. Anche se i dolomitici ci hanno provato e creduto di più rispetto ai padroni di casa.

Le scelte - Mister Zanin recupera Virvilas, Cucchisi e Alex Cossalter. E a tutti e tre concede subito una maglia da titolare: Alex, nello specifico, agisce dietro il tandem d’attacco, formato da Corbanese e Svidercoschi, mentre Artioli non riesce a recuperare in tempo: di conseguenza, a centrocampo, arretra di qualche metro Arcopinto, che arricchisce la cerniera mediana insieme a Onescu e Thomas Cossalter.

Equilibrio - Al quarto d’ora, il Cjarlins perde per infortunio una delle sue pedine d’attacco: Di Maira, costretto a lasciare il rettangolo verde in barella. Al suo posto, D’Appolonia. Nella frazione iniziale, c’è un solo e unico vincitore: l’equilibrio. I dolomitici squillano con Arcopinto e Thomas Cossalter (fuori bersaglio), mentre Zaccone, in anticipo, toglie a Corbanese la palla del possibile vantaggio. Dall’altra parte, Virvilas blocca in due tempi un tiro di Valenti.

Muro Barlocco - La ripresa, invece, è più aperta: nei primi 10’, Svidercoschi e Valenti hanno due buone chance, non concretizzate, mentre Corbanese, con un gran tiro al volo dal limite dell’area, esalta i riflessi di Barlocco, abile a deviare oltre la linea di fondo. E non è da meno il pari ruolo Virvilas, attento sulla botta di D’Appolonia. Poi, l’incredibile epilogo, con Toniolo che, pochi istanti dopo il suo ingresso sul rettangolo verde, si procura il penalty: il numero 1 del Cjarlins, però, imita lo Szczesny versione-mondiale e strozza l’urlo di gioia a Corbanese, oltre che a Onescu (sulla ribattuta).

L'analisi - «Siamo venuti a Carlino per vincere - sono le parole pronunciate nel post partita da mister Diego Zanin -; non a caso, abbiamo schierato due punte, oltre a un trequartista come Alex. La gara è stata condizionata dalla tensione e, nel primo tempo, si è visto un po’ di caos. Nella ripresa, siamo tornati in campo con la chiara intenzione di vincere: abbiamo avuto due buone situazioni, a cui si aggiunge l’episodio del rigore. Ad ogni modo, ripartiamo da questa intensità e dalla grande voglia di ottenere un risultato positivo. Nel complesso, è stata una buona prova».

Anticipo - La SSD Dolomiti Bellunesi tornerà in scena sabato prossimo, al polisportivo, per l’anticipo di campionato contro l’Union Clodiense Chioggia: compagine che i dolomitici affronteranno pure in Coppa Italia, mercoledì 7 dicembre.

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Foto di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
  • Thomas Cossalter
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 27/11/2022
 

Altri articoli dalla provincia...





Il cordoglio della Lnd per la scomparsa di Carlo Tavecchio

Su disposizione del presidente della Figc, prima dell'inizio di tutte le gare dei campionati in programma nel fine settimana e nella giornata di lunedì 30 gennaio, verrà effettuato un minuto di raccoglimento per la scomparsa dell'ex presidente della Figc e della Lnd Carlo Tavecchio (foto). ...leggi
28/01/2023


Minuto di raccoglimento al 21' per la Giornata della Memoria

La Lega nazionale dilettanti ha deciso di indire un minuto di raccoglimento per tutte le gare dei campionati dilettantistici in programma dal 27 al 30 gennaio, da effettuarsi al 21° minuto di gioco. Contestualmente al raccoglimento, si darà lettura del testo sotto evidenz...leggi
24/01/2023



Un portiere di scuola Cosenza: la Dolomiti BL accoglie Pavel Patitucci

L’ultimo (arrivato) chiude la porta. La SSD Dolomiti Bellunesi, infatti, ha un nuovo portiere: Pavel Patitucci. Classe 2003, nativo di Trebisacce, 190 centimetri di altezza, è cresciuto nel settore giovanile del Cosenza, mentre gli ultimi mesi li ha vissuti in prestito alla Vis Artena, ...leggi
17/01/2023

Dalla Serie D alle giovanili: super weekend per la Dolomiti Bellunesi

Antipasto? Ma anche primo, secondo e contorno. Dessert, caffè e “ammazzacaffè”. Ebbene sì, il menù del fine settimana dolomitico è completo. Ed è pantagruelico. Tra domani (sabato 14) e domenica, una sfilza di portate succulente arricchirà la tavola calcistica. Non rimane che prendere post...leggi
13/01/2023








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03658 secondi