Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


JR. B Comitato di Treviso. L'Ardita Breda mette tutti in riga...

I ragazzi di Fabrizio Pignata con un filotto di 12 gare utili e 90\' d\'anticipo utili hanno evitato gli artigli dalla Condor...

Vai alla galleria

I festeggiamenti dell'Ardita Pero sotto la tribuna del "Jon Sanders".

Ardita Breda-Arcade 2000 ris. 1-0

Adita Breda: De Vecchi, Cenedese, Visentin, D’Alena (28’ st Furlan), Basso, Nardari, Buosi, Spigariol (38’ st Gaion), Bassetto Rozic (12’ st Khaloli), Barascu

In panchina: 12 Biondo, 13 Furlan, 14 Pravato, 17 Torresan

Allenatore: Fabrizio Pignata

Arcade 2000:  Bisa, Biscaro, Bernardi, Visentin, Tonon, Florian (1’ st Ndyaie), Anas, Vello, Mazzariolo, Cisotto, Vendrame

Allenatore: Alessandro Piccolo

Arbitro: Damiano Bonato sez. aia di Treviso

Rete: 6’st Nardari

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 17 gradi, terreno in buone condizioni, spettatori 200

Ammoniti: Bassetto e Visentin
Recupero: pt 1’ st 5’

Breda di Piave. Il “Jon Sander” applaude la cavalcata dell’ Ardita Breda miscelata con carattere e sapienza da Fabrizio Pignata. Un acuto coronato con 90’ d’anticipo (mercoledì è in calendario il recupero a S. Lucia di Piave) che i bianco verdi attendevano da tempo, tenendo sempre nel mirino l’incombente presenza della Condor S. Angelo. Nella gara più attesa dell’annata sportiva e della regular-season, capitan Visentin e compagni non hanno mancato il successo. Una vittoria sudata come da copione, soprattutto quando in palio c’è in ballo la classifica e il trionfo atteso dallo scandire dei minuti. Il match contro un ordinato e coriaceo Arcade 2000 ( grande prestazione in difesa di Tonon, un autentico stopper… Nella prima frazione si è vista la tensione che aleggiava in campo. L’inizio del ragazzi di Pignata è propositivo e al 5’ Buosi con un tiro dal limite lambisce il montante sinistro. Fino alla mezz’ora il test sciorina un giro palla a singhiozzo, affiora qualche errore nel palleggio e l’imprecisione la fa da padrona. Il primo vero pericolo lo confezione l’Arcade con il “dai e vai” Anas-Vendrame che davanti a De vecchi alza il lob e la traversa salva la porta di casa dalla capitolazione. 1’ dopo anche l’Ardita potrebbe lasciare il segno, ma la titubanza sul primo palo (pallone scodellato dal corner) di Barascu vanifica tutto. Ripresa. Al 6’ arriva il gol, una “liberazione” mentale per l’ Ardita Breda. L’azione concitata si sviluppa in una serie di batti e ribatti in area, Nardari defilato sul secondo palo guadagna la linea di fondo e con una tiro a tagliare l’area di porta è premiato dalla traiettoria (buco di Bassetto nel piazzare il tap in al centro dei pali) che rotola di una spanna all’interno del palo lungo. E’ il gol che vale il campionato. Ma l’Arcade non ci sta a perdere. I giallorossi onorano la partita e a metà ripresa (diagonale) mancano il pareggio con il pallone che taglia l’intero specchio della porta. Al 32’ torna alla carica l’Ardia e lo fa con il fresco e muscoloso Furlan che dai 18 metri di collo pieno calcia un pallone a scendere a lambire l’incrocio. Nel finale l’Arcade mette a repentaglio l’acuto dei padroni di casa su azione d’angolo: il calcio dalla bandierina di Bernardi pesca la testa di Visentin e la girata mette i brividi e in campo e in tribuna. Al 48’ Furlan potrebbe coronare la sua generosa frazione con un colpo di testa da sotto misura ma l’impatto è da dimenticare; il pallone vola sopra la trasversale. Il cronometro scandisce gli spiccioli del recupero e dopo pochi secondi è FESTA.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 14/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...













Ennesima provocazione razzista in Terza Treviso. Kouassi nel mirino...

Nella foto di Venetogol, il promettente Kouassi Francis Amon sez. di Treviso. L'entrata in campo dei campioni d'Italia (con al petto lo scudetto) della Liventina e i rossoverdi dell' Union Feltre. Ma cosa si aspetta a declassare la Terza categoria in torneo "amateur"? L'ennesimo caso di volgarità sportiva e di...leggi
15/11/2018





















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,03269 secondi