Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Seconda cat. P. Il Refrontolo strappa il pareggio in un test sottotono

Vai alla galleria

Nella foto: la capolista Refrontolo.

San Vendemiano-Refrontolo 1-1

San Vendemiano: Crocco, Dall’Anese (24’ st Sedja), Mongufer, Talamini, Faccin, Mattia Tintinaglia, Mavmudoski (34’ st Giacomini), Schifano, Denè, Cioarec (36’ st El Attab), Doimo

In panchina: 12 De Felip, 13 Mufato, 15 Dalla Torre, 16 Zanette, 17 Ruoso, 18 Daniel Tintinaglia

Allenatore: Franco Dall’Anese

Refrontolo: Berna, Brino, Pederiva, Villanova, Buogo, Pasin, Vettoretti (46’ st Casagrande), Bet,    Signorotto, Possamai (13’ st Alessio Gerlin), Dall’Arche (19’ st Arman).

In panchina: 12 De Min Tona, 14 Bottega, 17 Miotto, 18 Rizzo 

Allenatore: Michele Cavecchia

Arbitro: Federico Modesto sez. di Treviso

Reti: 47’ pt Mavmudoski, 10’ st Pasin su rigore

Note. Pomeriggio nuvoloso, temperatura di 16 gradi, terreno soffice, ma in ottime condizioni, spettatori 70 circa

Ammoniti: Dall’Arche, Bet, Dall’Anese, Brino, Talamini, Faccin

Recupero: pt 3’ st 4’

San Vendemiano. Allungo o sorpasso? I test clou della Seconda categoria P, un confronto agonisticamente tosto, giocato con estrema cavalleria, penalizzato dal maltempo (sparuta la presenza di pubblico) e dall’impossibilità, da otto mesi (!) di accedere alla tribuna coperta (i lavori sono stati ultimati da quasi due mesi e si attende il nullaosta che non arriva…) va in archivio con il risultato più scontato, il pareggio. Il pomeriggio plumbeo, il terreno bagnato (un primo esame stagionale, di equilibrismo di proprietà nel palleggio) in parte hanno falsato la prestazione sul campo che un manto erboso asciutto avrebbe certamente deliziato i presenti. Alla vigilia del match due sono i punti a dividere le due rivali di vertice. Nel testare il clima del big-match, introducono alla curiosità i recenti passaggi del team del “Marzemino” sul rettangolo coneglianese. E’ l’ultimo in ordine di tempo a fare rumore; è lo 0-4 che i gialloblù infilarono nella porta del SanVe l’11 febbraio 2018. La formazione di mr. Michele Cavecchia anche nell’annata precedente riuscì a strappare un verdetto positivo, e il 2-2 del 30 aprile 2017, fa capire che la sfida viaggia a una media di quattro gol ogni 90’…E non lo smentisce nemmeno il risultato che ha decretato il successo del S. Vendemiano in Terza categoria, nell’anno del rilancio dopo la infruttuosa parentesi con il Conegliano (Union CSV), che per un lustro privò, in chiave paesana, del calcio domenicale e della prima squadra, il sodalizio che ha visto nascere calcisticamente Alessandro Del Piero. I biancorossi, per riportare alla luce il verdetto-pro, il 1° dicembre 2013 inchiodarono l’undici collinare con un disarmante 3-1. Il SanVe “provinciale” di quell’annata, svettava al comando con Giavera e Orsago a quota 22. Nel prendere invece nota dei verdetti scanditi dalla Seconda categoria, il Refrontolo sulla carta parte favorito, ma il team di Franco Dall’Anese fa leva sulla cabala che lo vorrebbe vincitore dopo gli esiti positivi (vittoria e pareggio pro-Refrontolo) conseguiti da Stefano Gerlin (oggi assente per un leggero stiramento al flessore) e company.

Al fischio di un arbitro-garanzia, l’esperto Federico Modesto uscito dalla C.A.N.D. e inquadrato nella C.R.A. Veneto, mister Dall’Anese presenta l’11 ideale dell’ampia rosa a disposizione. La risposta di mr. Cavecchia che porta in panchina l’ex De Min Tona, è monitorata nella disposizione tattica dallo schieramento a tre punte del SanVe. Difesa rigida e attacco con il possente Signorotto intorno a quale ruota Dall’ Arche, alle cui spalle a sostegno giostra Possamai. E’ una sfida giocata sotto qualche goccia di pioggia, il campo regge bene alla pressione dei tacchetti, ma sul piano del palleggio emergono le lacune. Troppi i giocatori statici coinvolti nell’azione. E’ un SanVe che gioca palla a terra, ma eccede nell’individualismo e la coralità nel dare sfogo all’azione troppe volte s’inceppa nel presidiare la stessa zolla di campo. Il Refrontolo accorto e ben disposto nelle propria mediana stoppa sul nascere l’avanzata centrale dei padroni di casa e l’undici di Dall’Anese è costretto a girare al largo. Lo fa con ripetute accelerazioni di disturbo portate da Mavmudoski, ma al tiro l’11 biancorosso proprio non ne azzecca una. Il Refrontolo dall’alto della sua posizione si limita a ostruire i passaggi tra le linee e quando rilancia, ogni pallone che supera la metà campo la traiettoria indirizzata verso la torre Signorotto innesca una battaglia fisica e in acrobazia tra la punta e il proprio mastino. Nulla o quasi nulla nei primi 20’ giocati in maniera soporifera. Il pressing esercitato dal S. Vendemiano è “scarico” nella cadenza e la davanti c’è poco movimento di sponda. Al 21’ si registra la migliore opportunità per  padroni di casa con la girata radente di Schifano e la reattiva risposta a piedi uniti di Berna che salva la porta dalla capitolazione. Il Refrontolo per il poco che ha finalizzato si rende pericoloso a 37’ con un fucilata su calcio piazzato che sibila sulla traversa. Al 47’ il gol che sblocca l’incontro: la rapida uscita dalla propria metà campo del SanVe smarca sulla corsia mancina Denè,  accelerazione a taglio a incrociare il campo per Mavmudoski, gran frenata e aggiramento all’interno dell’ala che sfodera un certosino interno sinistro a pescare il palo lungo. A Berna non resta che osservare la prodezza balistica. Si va al riposo e mister Cavecchia tuona nel rimarcare l’allegra disposizione difensiva e la mancata effettuazione della diagonale.

Ripresa. E’ un Refrontolo meno attendista. I “verdi” ci mettono molto più brio e anche il S. Vendemiano deve guardarsi alle spalle. Al 9’ nella fase più intensa del confronto il SanVe regala al Refrontolo l’azione del rigore. E’ una dabbenaggine di Crocco nel far defluire il pallone con le mani verso Mongufer (distratto sull’evolversi del gioco), il terzino a 5/6 metri dalla linea dell’area di rigore perde il contrasto, recupera e stende l’avversario. Il rigore è ineccepibile. Il tiro potente di Pasin non lascia traccia e gonfia la rete. E’ la giocata più eclatante della ripresa che i padroni di casa hanno condotto in maniera disordinata allo scoperto facilitando la fase di rottura della capolista. L’undici di Cavecchia ottenuto il pareggio ha giocato con saggezza senza esporsi a grossi pericoli. Di tanto in tanti gli è riuscito l’attacco ai sedici metri, ma con la complicità della difesa di casa e di un Crocco troppo superficiale nel governare i 5.50, il proprio spazi di competenza. Nel finale il SanVe prova in tutte le maniere di forzare lo sbarramento ospite, ma l’attacco, salvo qualche fugace scambio e una manciata di accelerazioni, mai si è reso pericoloso. Alla fine, al triplice fischio dell’autoritario Federico Modesto il pareggio è l’esatta fotografia di un match che ha in parte deluso…

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 28/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...










Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019





Seconda R. L' anticipo TRL Tarzo-Sarmede finale 0-1...

TRL Tarzo-Sarmede 0-1 TRL Tarzo: Dieme, Bottega (1’ st Er-Rachdi), Traore, Pam (25’ st Badji), Giole Bernardi, Sanogo, Tela, Alberto Bernardi (43’ st Sakho), Diedhou (30’ st Mera), Dal Favero, El-Habib; 16’ st Alessandro Marinello) ...leggi
16/02/2019





Promozione D. Dodicesimo esonero. Al capolinea anche Nando Fornasier

Club con l’arte sartoriale… E’ quanto emerge nel girone D della Promozione veneta che in poche ore ha troncato il feeling con la 12^ panchina. Annotato il distacco avvenuto domenica sera alla Juliasagittaria tra il tecnico Fabio Piva (in bilico già nel mese di novembre) e il club neroazzurro, è la volta della Lo...leggi
04/02/2019






Terza cat. S. Fior per la fuga; Union Lc per consolidare la vetta...

Nella foto: il S. Fior calcio capolista del girone A di Treviso e finalista di coppa. Riparte la Terza categoria a Nord/Est e sono i Comitati di Treviso, Bassano e Venezia a rompere gli indugi. E’ la Marca Trevigiana a offrire il meglio nella 1^ di ritorno con il big-match S. Fior-Padernello (and 0...leggi
16/01/2019





Terza TV e Basso Piave. Strenne natalizie da S. Fior e CasierDosson...

Nella foto: il calcio S. Fior di nuovo in vetta a un torneo maggiore dopo 14 anni. E’ una Terza di…Marca. Padroni in casa e nel Basso Piave. Il calcio trevigiano spopola come dodici mesi fa. Il passaggio intermedio ha visto svettare, con merito, il Calcio S. Fior e il Casier Dosson, ma la po...leggi
19/12/2018

Ecc. B. La Luparense inciampa e il S. Giorgio Sedico l'aggancia...

LUPARENSE – PORTOMANSUE’ 0-1 Luparense (3-5-2): Lovato 6; Beccaro D. 6 (st 43’ Callegaro sv), Marchiori 6, Gentile 6; Girardi 6 (st 31’ Savio sv), Di Cesare 5.5 (st 26’ Spadari 6.5), Rondon 6.5, Oliveira 6 (st 12’ Baido 6), Beccaro C. 6; Pietribiasi 5, Fantinat...leggi
16/12/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,04716 secondi