Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Al Tenni l'Istrana passa per 1-2, un remake anticipato 4 anni fa

Nella foto: Max Zanatta autore del vantaggio che gli vale il 5° gol stagionale.

Treviso-Istrana 1-2

Treviso: Rossetto, Pegoraro*, Granzotto* (st Scarpa), Fiorotto***, Cazzaro***, Lazzaro***, De Marchi**, Livotto, Garbuio, Baggio, Secco**

In panchina: 12 Dan****, 14 Michielin****, 15 Gjini***, 16 Bassanello***, 17 Pastrello****,18 Guerra*, 19 Billa***

Allenatore: Renzo Rocchi

Istrana: Gemin, Manente*, Biondo***, Zanin*** (10’ st Strippoli*), Pedon, Gallina, Rizzo, Barra, Doria, Zanatta (37’ st Fardin), Sartori* (3’’ st Facioni*), Molin (14’ st Bellè)

In panchina: 12 Minin***, 13 Rizzo, 18 Zugno, 19 Pellizzari***

Allenatore: Enrico Bonaldo

Arbitro: Anna Frazza sez. di Schio

Assistente n° 1: Alberto Callovi sez. di S. Donà

Assistente n° 2: Alberto Alfonsi sez. di Mestre

Reti: 34’ pt Zanatta, 36’ st Baggio su rigore, 39’ st Fardin

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 15 gradi, terreno molle ma agibile, spettatori 400 circa.

Ammonito: Livotto, Manente, Padon, Fiorotto

Recupero: pt 1’ st 4’

Treviso. Istrana di “casa” all’Omobono Tenni: il remake vittoria e l’identico risultato si concretizza a quattro anni dal successo per 2-1 del 16 febbraio 2014. Un successo preso per la coda con la punta di…scorta. E’ un Treviso che mister Rocchi rivoluziona nell’undici di partenza aggiustando il quadrilatero difensivo e il recupero sulla linea mediana di Livotto e di capitan Garbuio che nel tampinare i sedici metri degli “avieri” è sostenuto a rimorchio da Antonio Baggio. L’Istrana muove le proprie pedine con l’arretramento di Manente nel ruolo esterno di spinta; davanti alla linea di difesa ritorna Gallina al cui fianco agisce il motorino Doria. Al centro dell’attacco torna Max Zanatta. In panchina rispetto all’ultimo turno siedono Strippoli, Bellè, Facioni e c’è l’ennesimo sacrificio di Fardin. Per un Treviso che punta a muovere la classifica, c’è un’ Istrana che non fa mistero di volersi aggiudicare la gara per scalare altre posizioni dell’ambito playoff. Primi minuti dedicati allo studio delle posizioni. All’8’ primo approccio con i pali per l’undici Rocchi. E’ un attacco velleitario: il piazzato dal settore di Baggio pesca in acrobazia Garbuio, ma la girata esce sul fondo con Gemin immobile tra  pali. E’ una fiammata che non ha seguito. La gara col passare dei minuti si sviluppa sottoritmo e si rivela piatta, di emozioni. Dall’alto si capisce che i rispettivi fronti offensivi faticano ad attaccare i sedici metri. Il ritmo blando e la prestazione priva di nerbo portano la gara a solcare la mezz’ora priva di applauso. Due le impennate che elettrizzano l’infreddolito pubblico del “Tenni”. Al 31’ è il suggerimento di Granzotto per il tap in da sotto di De Marchi in scivolata che non va a bersaglio. Gol sbagliato, gol subito e la regola e il pedaggio che Treviso paga al 34’ sulla finalizzazione del marpione Massimo Zanatta. L’azione si sviluppa si palla inattiva con la pennellata di Doria per la capoccia di Zanatta che sfrutta con destrezza la precaria disposizione della linea difensiva locale e dei propri saltatori per affondare la stoccata del vantaggio. Per Max Zanatta è il 5° sigillo stagionale.  Intervallo. La ripresa ved una parziale reazione del Treviso che la formazione di Enrico Bonaldo imbavaglia senza rischiare. Ma la caparbietà dei padroni di casa sollecitati dal carisma di mister Rocchi al 36’ sugli sviluppo di una palla inattiva induce (strattonata davanti agli occhi del fischietto di Schio Anna Frazza) a indicare il dischetto. Tira Baggio e il gol ha il sapore di una liberazione. L’Istrana non ci sta a dividere la posta e al 39 è Fardin da poco entrato a fissare il sorpasso. In fase di recupero il Treviso si butta tutto in avanti, ma è il legno colpito da Baggio a far imprecare il Tenni.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 24/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Terza cat. S. Fior per la fuga; Union Lc per consolidare la vetta...

Nella foto: il S. Fior calcio capolista del girone A di Treviso e finalista di coppa. Riparte la Terza categoria a Nord/Est e sono i Comitati di Treviso, Bassano e Venezia a rompere gli indugi. E’ la Marca Trevigiana a offrire il meglio nella 1^ di ritorno con il big-match S. Fior-Padernello (and 0...leggi
16/01/2019





Terza TV e Basso Piave. Strenne natalizie da S. Fior e CasierDosson...

Nella foto: il calcio S. Fior di nuovo in vetta a un torneo maggiore dopo 14 anni. E’ una Terza di…Marca. Padroni in casa e nel Basso Piave. Il calcio trevigiano spopola come dodici mesi fa. Il passaggio intermedio ha visto svettare, con merito, il Calcio S. Fior e il Casier Dosson, ma la po...leggi
19/12/2018

Ecc. B. La Luparense inciampa e il S. Giorgio Sedico l'aggancia...

LUPARENSE – PORTOMANSUE’ 0-1 Luparense (3-5-2): Lovato 6; Beccaro D. 6 (st 43’ Callegaro sv), Marchiori 6, Gentile 6; Girardi 6 (st 31’ Savio sv), Di Cesare 5.5 (st 26’ Spadari 6.5), Rondon 6.5, Oliveira 6 (st 12’ Baido 6), Beccaro C. 6; Pietribiasi 5, Fantinat...leggi
16/12/2018











Ennesima provocazione razzista in Terza Treviso. Kouassi nel mirino...

Nella foto di Venetogol, il promettente Kouassi Francis Amon sez. di Treviso. L'entrata in campo dei campioni d'Italia (con al petto lo scudetto) della Liventina e i rossoverdi dell' Union Feltre. Ma cosa si aspetta a declassare la Terza categoria in torneo "amateur"? L'ennesimo caso di volgarità sportiva e di...leggi
15/11/2018














Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,88548 secondi