Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Bassano


Allievi Elite B. Il Vazzola vince la battaglia "out" contro il Rosà

Vai alla galleria

Nella foto: gli allievi Elite del Vazzola/Codognè.

La galleria: le foto dell'incontro e il gol in girata sul primo palo di Furlan.

Vazzola-Rosà 1-0

Vazzola: Flumian, Uliana, Brugnera, Tonon, Serafin, Sarri, Mazzer (31’ st Bozzetto), Maso (38’ Favero), Antoniazzi (23’ st Furlan), Castellan (41’ st Dalla Cia), Sandrin

In panchina: 12 Sutto, 17 Fogliano, 18 Hadraoui

Allenatore: Roberto Castagner

Rosà: Lando, Cusinato, Bizzotto (20’ st Zonta), Bonin (36’ st Poggi), Tagliaferri (32’ st Alessandro Visentin), Cinel, Giovanni Visentin (11’ st Mezzalira), Bao, Corezzola, Bosa, Comunello (23’ st Smiderle)

In panchina: 12 Panico, 19 Borso

Allenatore: Zoran Ljubisic

Arbitro: Nicolò Viezzer sez. di Conegliano V.to

Reti: 30’ st Furlan

Note. Mattinata soleggiata, temperatura di 21 gradi, terreno in discrete condizioni, spettatori 130 circa

Ammoniti: Bao, Bosa, Poggi, Uliana, Maso e Antoniazzi

Recupero: pt 1’ st 4’

Codognè. Svolta salvezza… E’ la sfida che incrocia il Vazzola/Codognè (35) e i giallo neri del Rosà 37 (una gara in più disputata). Nel mezzo nella gara salvezza fa da ciambella di salvataggio il  Sandonà 35. Ma sui carboni ardenti si muove anche il Vedelago (37) pressato da due scontri diretti e dall’ultimissimo e proibitivo incrocio in calendario contro la capolista Union Feltre. Un primo assaggio delle aspirazioni salvataggio le mette in vetrina lo “spareggio” mattutino al Comunale di Codognè. Il Vazzola di mr. Castagner, sbocciato a Primavera, avanza a “forza 3”: lo testimoniano i due i verdetti firmati contro Nettuno Venezia e Vedelago, sei punti preceduti dal pareggio interno contro il Sandonà (2-2). L’ultimo ko casalingo degli azzurri/gialloverde è datato 27 gennaio, il rovescio-castigo incassato  contro l’Eurocalcio Cassola. Un messaggio chiaro rivolto ai bassanesi , avvantaggiati nello scontro diretto dal verdetto dell’ andata, il 2-0 del 25 novembre. L’undici rosatese nelle uscite del girone di ritorno ha spesso pagato il pedaggio e le uniche affermazioni elencano i successi di misura nel Quartier del Piave e sul rettangolo di Zelarino (Mestre) i due club che chiudono la fila. E’ una sfida delicata e lo testimonia le disposizione guardinga con schieramenti dilatati in settanta metri. E’ un Vazzola che approccia la gara in tono timoroso. Nei primi minuti è il Rosà, aggressivo e pratico nel catapultare il pallone nella mediana di casa ha dettare i tempi del match. Sono i ragazzi di Ljubisic (centrale del Reality Cervia di “Ciccio” Graziani, nell’ Eccellenza dell’ Emilia-Romagna di una dozzina di anni fa) a spingere con energia la pressione bassanese al 7’ affiora nella pericolosità e la forza d’urto del centravanti Corezzola che scarica il destro radente e centra il palo con pallone che esce a fondo campo. L’azione e il palleggio da ambo le parti non decolla. Il Vazzola nel primo quarto abbozza il fraseggio sulla trequarti, ma quasi mai arriva alla conclusione. L’undici di mr. Castagner ci prova con una serie di accelerazioni sulla destra di Mazzer che di rado guadagna la linea di fondo campo per il cross a centro area. Nemmeno le conclusioni dalla distanza si rivelano indovinate ed efficaci. Al 14’ e 19’ i tiri fuori bersaglio dei padroni di casa. Al 23’nel ribaltare l’azione nell’area di casa il Rosà conquista il calcio di rigore che Cinel incrocia sul fondo alla sinistra di Flumian. La partita però sul piano del palleggio lascia a desiderare e i continui lanci sparacchiati a scavalcare il settore mediano si rivelano infruttuosi. L’agonismo oltretutto e la celerità nel voler attaccare l’area avversaria portano le due antagoniste a sciupare parecchi palloni.

Ripresa. Per oltre 20’ la contesa eleva il furore agonistico a scapito della tecnica  della coralità del gioco. Al 21’ occasione per Corezzola: il centravanti giallo-nero smarcato su palla inattiva anticipa il diretto marcatore e l’uscita di Flumian, ma la palombella esce fiacca e respinta dalla difesa di casa. 1’ dopo la disposizione difensiva da casa fa nuovamente acqua nei 5,50 e il colpo di testa di Mezzalira, grazia il portiere. L’evolversi della gara è alquanto bruttino: le geometrie sviluppare a sprazzi cedono alla ringhiosa caccia al pallone e i 22 non si risparmiano i contatti. Il Vazzola cresce alla distanza e gli avvicendamenti dalla panchina si rivelano nuova linfa tecnico-tattica. Al 29’ superbo salvataggio di testa a porta sguarnita di Bonin che si sostituisce a Lando fuori dai pali; 1’ il gol che scaturisce dall’angolo causato da Bonin: palla tesa a uscire dalla bandierina e girata a fil di palo di Furlan che fa secco Lando. Gli ultimi minuti sono una battaglia di nervi e i frequenti contatti vedono l’arbitro Viezzer dispensare un corollario di “gialli” nel tentativo di placare gli animi. La tensione è altissima e nell’ultimissimo giro di lancette è l’avanzato Cusinato in scivolata da sottomisura a mancare il gol pareggio.  Con la vittoria il Vazzola scavalca il Rosà, aggancia il Vedelago e si posizione nella fascia che decreta la salvezza.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 31/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...





Serie D. Big match Cartigliano-Campodarsego: le parole di Andreucci

Una partita attesa e ricca di significati. Le due battistrada del girone C si scontrano, l’una contro l’altra, in un big match capace di portare con sè tantissima adrenalina. Domani, alle 14.30, si sfidano Cartigliano e Campodarsego, appaiate in vetta al girone di serie D. Uno scontro diretto che preannuncia scint...leggi
09/11/2019

Cartigliano. Di Gennaro: "Tornerò più forte di prima! Grazie a tutti"

La parola crack nel mondo del calcio è ambigua: può indicare un giocatore che fa la differenza oppure replicare tristemente il rumore che fa un legamento quando si rompe. Edoardo Di Gennaro, attaccante 26enne del Cartigliano, riassume in sé tutte e due le accezioni: bomber implacabile in campo, con 60 gol fatti ...leggi
05/10/2019

Promo B. A Rosà arriva il Bassano! Fabbian: "Serve la gara perfetta"

Domani allo stadio di Rosà arriva il Bassano per la quarta giornata del campionato di Promozione (girone B). Ecco le parole del mister giallonero Marco Fabbian. È arrivato il momento della gara più attesa: domenica affronterete il Bassano. Stato d’animo, difficoltà della partita ...leggi
28/09/2019





Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019

Terza cat. S. Fior per la fuga; Union Lc per consolidare la vetta...

Nella foto: il S. Fior calcio capolista del girone A di Treviso e finalista di coppa. Riparte la Terza categoria a Nord/Est e sono i Comitati di Treviso, Bassano e Venezia a rompere gli indugi. E’ la Marca Trevigiana a offrire il meglio nella 1^ di ritorno con il big-match S. Fior-Padernello (and 0...leggi
16/01/2019






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04259 secondi