Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Bassano


Allievi Elite B. Il Vazzola vince la battaglia "out" contro il Rosà

Vai alla galleria

Nella foto: gli allievi Elite del Vazzola/Codognè.

La galleria: le foto dell'incontro e il gol in girata sul primo palo di Furlan.

Vazzola-Rosà 1-0

Vazzola: Flumian, Uliana, Brugnera, Tonon, Serafin, Sarri, Mazzer (31’ st Bozzetto), Maso (38’ Favero), Antoniazzi (23’ st Furlan), Castellan (41’ st Dalla Cia), Sandrin

In panchina: 12 Sutto, 17 Fogliano, 18 Hadraoui

Allenatore: Roberto Castagner

Rosà: Lando, Cusinato, Bizzotto (20’ st Zonta), Bonin (36’ st Poggi), Tagliaferri (32’ st Alessandro Visentin), Cinel, Giovanni Visentin (11’ st Mezzalira), Bao, Corezzola, Bosa, Comunello (23’ st Smiderle)

In panchina: 12 Panico, 19 Borso

Allenatore: Zoran Ljubisic

Arbitro: Nicolò Viezzer sez. di Conegliano V.to

Reti: 30’ st Furlan

Note. Mattinata soleggiata, temperatura di 21 gradi, terreno in discrete condizioni, spettatori 130 circa

Ammoniti: Bao, Bosa, Poggi, Uliana, Maso e Antoniazzi

Recupero: pt 1’ st 4’

Codognè. Svolta salvezza… E’ la sfida che incrocia il Vazzola/Codognè (35) e i giallo neri del Rosà 37 (una gara in più disputata). Nel mezzo nella gara salvezza fa da ciambella di salvataggio il  Sandonà 35. Ma sui carboni ardenti si muove anche il Vedelago (37) pressato da due scontri diretti e dall’ultimissimo e proibitivo incrocio in calendario contro la capolista Union Feltre. Un primo assaggio delle aspirazioni salvataggio le mette in vetrina lo “spareggio” mattutino al Comunale di Codognè. Il Vazzola di mr. Castagner, sbocciato a Primavera, avanza a “forza 3”: lo testimoniano i due i verdetti firmati contro Nettuno Venezia e Vedelago, sei punti preceduti dal pareggio interno contro il Sandonà (2-2). L’ultimo ko casalingo degli azzurri/gialloverde è datato 27 gennaio, il rovescio-castigo incassato  contro l’Eurocalcio Cassola. Un messaggio chiaro rivolto ai bassanesi , avvantaggiati nello scontro diretto dal verdetto dell’ andata, il 2-0 del 25 novembre. L’undici rosatese nelle uscite del girone di ritorno ha spesso pagato il pedaggio e le uniche affermazioni elencano i successi di misura nel Quartier del Piave e sul rettangolo di Zelarino (Mestre) i due club che chiudono la fila. E’ una sfida delicata e lo testimonia le disposizione guardinga con schieramenti dilatati in settanta metri. E’ un Vazzola che approccia la gara in tono timoroso. Nei primi minuti è il Rosà, aggressivo e pratico nel catapultare il pallone nella mediana di casa ha dettare i tempi del match. Sono i ragazzi di Ljubisic (centrale del Reality Cervia di “Ciccio” Graziani, nell’ Eccellenza dell’ Emilia-Romagna di una dozzina di anni fa) a spingere con energia la pressione bassanese al 7’ affiora nella pericolosità e la forza d’urto del centravanti Corezzola che scarica il destro radente e centra il palo con pallone che esce a fondo campo. L’azione e il palleggio da ambo le parti non decolla. Il Vazzola nel primo quarto abbozza il fraseggio sulla trequarti, ma quasi mai arriva alla conclusione. L’undici di mr. Castagner ci prova con una serie di accelerazioni sulla destra di Mazzer che di rado guadagna la linea di fondo campo per il cross a centro area. Nemmeno le conclusioni dalla distanza si rivelano indovinate ed efficaci. Al 14’ e 19’ i tiri fuori bersaglio dei padroni di casa. Al 23’nel ribaltare l’azione nell’area di casa il Rosà conquista il calcio di rigore che Cinel incrocia sul fondo alla sinistra di Flumian. La partita però sul piano del palleggio lascia a desiderare e i continui lanci sparacchiati a scavalcare il settore mediano si rivelano infruttuosi. L’agonismo oltretutto e la celerità nel voler attaccare l’area avversaria portano le due antagoniste a sciupare parecchi palloni.

Ripresa. Per oltre 20’ la contesa eleva il furore agonistico a scapito della tecnica  della coralità del gioco. Al 21’ occasione per Corezzola: il centravanti giallo-nero smarcato su palla inattiva anticipa il diretto marcatore e l’uscita di Flumian, ma la palombella esce fiacca e respinta dalla difesa di casa. 1’ dopo la disposizione difensiva da casa fa nuovamente acqua nei 5,50 e il colpo di testa di Mezzalira, grazia il portiere. L’evolversi della gara è alquanto bruttino: le geometrie sviluppare a sprazzi cedono alla ringhiosa caccia al pallone e i 22 non si risparmiano i contatti. Il Vazzola cresce alla distanza e gli avvicendamenti dalla panchina si rivelano nuova linfa tecnico-tattica. Al 29’ superbo salvataggio di testa a porta sguarnita di Bonin che si sostituisce a Lando fuori dai pali; 1’ il gol che scaturisce dall’angolo causato da Bonin: palla tesa a uscire dalla bandierina e girata a fil di palo di Furlan che fa secco Lando. Gli ultimi minuti sono una battaglia di nervi e i frequenti contatti vedono l’arbitro Viezzer dispensare un corollario di “gialli” nel tentativo di placare gli animi. La tensione è altissima e nell’ultimissimo giro di lancette è l’avanzato Cusinato in scivolata da sottomisura a mancare il gol pareggio.  Con la vittoria il Vazzola scavalca il Rosà, aggancia il Vedelago e si posizione nella fascia che decreta la salvezza.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 31/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie D. Ufficiale l'arrivo di Antonio Baggio al Cartigliano

Il Cartigliano piazza un altro colpo di mercato e con questo siamo a dieci: una vera e propria “piccola rivoluzione” per provare a scrivere un’altra pagina di cronaca sportiva con un finale a lieto fine. Arriva in riva al Brenta Antonio Baggio (nella foto), attaccante ex Portomansuè...leggi
27/07/2020




Eccellenza. Bassano: definito lo staff tecnico di Francesco Maino

Dopo il rinnovo di mister Francesco Maino, del direttore sportivo Cristian Giacometti e del team manager Angelo Vettorazzi, in casa FC Bassano 1903 sono già stati definiti anche altri ruoli tecnici per la stagione 2020/2021. Conferme sono arrivate per il vice allenatore ...leggi
15/06/2020



Cartigliano. Ferronato: "Orgoglioso e motivato, faremo bene"

Dal sito ufficiale del Cartigliano, un'intervista all'allenatore Alessandro Ferronato (riconfermato in panchina) rilasciata al “Giornale di Vicenza” a firma di Alex Iuliano. “Sette anni in… riva al Brenta” è il titolo del film che vedrà ancora protagonisti ...leggi
25/05/2020

Bassano in Serie D grazie al titolo della Luparense?

Il Bassano sarebbe a un passo dalla Serie D grazie al titolo della Luparense, il cui presidente Zarattini - forse deluso dagli ultimi risultati - avrebbe deciso di fare un passo indietro.A sostenerlo è il sito IlPippoCalcio.it, secondo il quale la trattativa sarebbe ormai in via di defi...leggi
21/05/2020

Prima categoria. La panchina del Cassola a Manolo Destro

Manolo Destro (ex Godigese, a sinistra nella foto) è il nuovo allenatore del Cassola - girone F di Prima categoria - per la stagione 2020/2021. Sostituisce in panchina Alberto Liviero.Il nuovo direttore sportivo dei bassanesi sarà Nicola Baggio, ex Bessica, aff...leggi
17/05/2020


Eurocalcio. Renato Serradura nuovo direttore generale dei rossoblù

La società SSD Eurocalcio 2007 comunica che, a partire dal 07/05/2020, Giannantonio Tessarollo non ricoprirà più il ruolo di Responsabile del Settore Giovanile rossoblù. La società ringrazia Giannantonio Tessarollo per il lavoro e l’impegno profuso in quattro anni di collabor...leggi
07/05/2020

Il Bassano cresce: arriva la formazione Juniores dei giallorossi

Dalla prossima stagione sportiva 2020/2021 una nuova formazione andrà ad accrescere il settore giovanile del Bassano, che potrà vantare anche una squadra Juniores.Naturale bacino della prima squadra, il nuovo gruppo mira a raccogliere giocatori che oltre a disputare il campionato di categoria possano diventare un...leggi
06/05/2020


Futuro dei campionati: il parere degli addetti ai lavori (parte 1)

Inauguriamo oggi uno spazio quotidiano da dedicare a impressioni, pareri e auspici degli addetti ai lavori (presidenti, direttori, allenatori, giocatori) in merito all’emergenza Coronavirus "applicata" al calcio. Sentiremo persone di categorie diverse, e in posizioni di classifica di ogni tipo: alta, media o bassa. Va precisato che tutti coloro che so...leggi
11/03/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05617 secondi