Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Bassano


Eccellenza. Il commento sul girone A da parte di Giuseppe Brentegani

Per l'ex mister del Sona (vincitore nella scorsa stagione) le squadre da battere sono Bassano e Vigasio. "In prima fascia anche Castelbaldo Masi, Montecchio Maggiore e Villafranca Veronese. Tra le possibili outsider, Schio e Valgatara"

Proseguiamo l’analisi dei campionati con un commento sul girone A di Eccellenza. Lo abbiamo chiesto a chi l’anno scorso l’ha vinto, vale a dire Giuseppe Brentegani (nella foto), anche se le strade tra l’allenatore e il Sona si sono poi separate.
“La mia impressione è che ci s
ono due squadre più attrezzate rispetto a tutte le altre: Bassano e Vigasio”, afferma il mister, attualmente senza panchina ma disponibile in caso di chiamata. “Il Bassano infatti ha operato bene sul mercato con l’ingaggio di giocatori come Giovanni Guccione e Francesco Peotta, inoltre la società giallorossa può contare su struttura, impiantistica e tradizione. Il Vigasio so per certo che vuole vincere per tornare in Serie D, avevo infatti parlato con la loro dirigenza che mi aveva interpellato, ma non era semplice conciliare il lavoro con gli allenamenti pomeridiani”.
“Alle spalle di queste due formazioni, in prima fascia vedo l’ambizioso Castelbaldo Masi, il retrocesso Villafranca Veronese e il Montecchio Maggiore, dove
sono arrivati Samuele Avanzi – che avevo io – e Franco Ballarini”, prosegue Brentegani, al quale chiediamo quali potrebbero essere le outsider come la sua ex compagine: “Molti addetti ai lavori ad agosto davano il Sona da media classifica, avevamo cambiato 16 giocatori, alcuni dal Bresciano e magari meno noti. L’ingranaggio però è stato buono e i risultati ci hanno premiato. Ora una possibile outsider potrebbe essere il neopromosso Schio, piazza storica. Oppure il Valgatara, che ha allestito una rosa competitiva per la categoria. Pure Arcella e Belfiorese sono da metà graduatoria in su. Il Borgoricco venderà cara la pelle. Il Pescantina Settimo è una matricola che può disputare un torneo tranquillo. Nonostante qualche vicissitudine, il San Martino Speme ha giovani di qualità e in un modo o nell’altro riesce a rimanere a galla, basti pensare che nell’ultima stagione era addirittura quasi ai playoff. Il Pozzonovo, reduce da un campionato sotto le aspettative, l’ho sempre visto forte in Eccellenza e dovrebbe partire meglio dell’anno scorso. L’Abano aveva molti giovani, ma bravi, che con un anno in più possono essere cresciuti: vediamo se i neroverdi avranno acquistato un po’ di “cattiveria” in più per la categoria. Per il resto vedo un grande equilibrio, dove tutti devono stare attenti a non scivolare in basso, poiché non ci sono formazioni già candidate alla retrocessione. Spesso la differenza la fa l’annata in generale: deve cioè andare tutto bene, dagli infortuni alle squalifiche, passando per l’unione dello spogliatoio”.
Probabili cannonieri? “Antenucci del Vigasio, ma c’è sempre Cappella del Borgoricco, e attenzione a Volpato del Castelbaldo Masi. Molti comunque gli elementi in grado di andare in doppia cifra: penso ai vari Guccione, Casarotto, Ballarini, Filippini”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 31/08/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie D. Vittoria a Cartigliano e inviolabilità: la Luparense c'è

Inviolabilità della propria porta, prima vittoria stagionale portata a casa (e sarebbero potute essere due, se non fosse stato annullato il gol di Menato contro l’Adriese) e prestazioni in crescita da parte di tutti. La trasferta di Cartigliano regala un mercoledì pieno di sorrisi e conferme per la Luparense, bra...leggi
08/10/2020




Serie D. Ufficiale l'arrivo di Antonio Baggio al Cartigliano

Il Cartigliano piazza un altro colpo di mercato e con questo siamo a dieci: una vera e propria “piccola rivoluzione” per provare a scrivere un’altra pagina di cronaca sportiva con un finale a lieto fine. Arriva in riva al Brenta Antonio Baggio (nella foto), attaccante ex Portomansuè...leggi
27/07/2020




Eccellenza. Bassano: definito lo staff tecnico di Francesco Maino

Dopo il rinnovo di mister Francesco Maino, del direttore sportivo Cristian Giacometti e del team manager Angelo Vettorazzi, in casa FC Bassano 1903 sono già stati definiti anche altri ruoli tecnici per la stagione 2020/2021. Conferme sono arrivate per il vice allenatore ...leggi
15/06/2020



Cartigliano. Ferronato: "Orgoglioso e motivato, faremo bene"

Dal sito ufficiale del Cartigliano, un'intervista all'allenatore Alessandro Ferronato (riconfermato in panchina) rilasciata al “Giornale di Vicenza” a firma di Alex Iuliano. “Sette anni in… riva al Brenta” è il titolo del film che vedrà ancora protagonisti ...leggi
25/05/2020

Bassano in Serie D grazie al titolo della Luparense?

Il Bassano sarebbe a un passo dalla Serie D grazie al titolo della Luparense, il cui presidente Zarattini - forse deluso dagli ultimi risultati - avrebbe deciso di fare un passo indietro.A sostenerlo è il sito IlPippoCalcio.it, secondo il quale la trattativa sarebbe ormai in via di defi...leggi
21/05/2020

Prima categoria. La panchina del Cassola a Manolo Destro

Manolo Destro (ex Godigese, a sinistra nella foto) è il nuovo allenatore del Cassola - girone F di Prima categoria - per la stagione 2020/2021. Sostituisce in panchina Alberto Liviero.Il nuovo direttore sportivo dei bassanesi sarà Nicola Baggio, ex Bessica, aff...leggi
17/05/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03348 secondi